Come calcolare la normalità dalla molarità

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il calcolo della normalità di una soluzione è fondamentale per venire a conoscenza del numero di equivalenti di soluto contenuto all'interno della stessa. In molti esercizi che vengono posti agli studenti viene richiesto di eseguire questa operazione partendo dalla molarità della soluzione considerata, poiché questo risulta essere uno dei metodi più rapidi, intuitivi e semplici da applicare. Andiamo dunque a scoprire insieme come calcolare la normalità di una soluzione partendo dalla sua molarità!

24

Ricavare i dati necessari

Il seguente metodo che andremo ad illustrare sfrutta come già citato il valore della molarità della soluzione, grazie alla quale sarà possibile ricavare la sua normalità. Proprio per questo motivo è necessario disporre di alcuni dati fondamentali quali: il numero di moli di soluto, il volume in litri della soluzione da studiare e il valore di n, che è una costante che dipende dal tipo di sostanza a cui partecipa. Una volta venuti a conoscenza di questi numeri potremo iniziare i nostri calcoli in tutta tranquillità, ovviamente munendosi di calcolatrice!

34

Calcolare la molarità

Per ottenere la normalità dalla molarità dovremo innanzitutto ricavarci a seconda. La molarità, detta anche concentrazione molare, è il numero di moli di soluto contenuto all'interno della stessa. Convenzionalmente si considera il numero in base ad un litro di soluzione. Per questo il calcolo della molarità della nostra soluzione sarà piuttosto semplice, basterà fare il rapporto tra il numero di moli di soluto, dato che avremo già ricavato o che ci sarà stato fornito dai stessi dati del problema, e il volume in litri della soluzione. Il risultato così ottenuto ci indicherà proprio il valore molare contenuto all'interno di un litro della soluzione che stiamo studiando. Andiamo ora nell'ultimo passaggio a vedere come ricavare la normalità!

Continua la lettura
44

Calcolare la normalità

Siamo finalmente giunti al passo decisivo, ovvero come calcolare la normalità. Quest'ultima, definita anche come concentrazione normale, equivale al numero di equivalenti di soluto contenuti all'interno di un litro di soluzione. La formula standard per il calcolo della normalità è dunque il numero di equivalenti di soluto diviso il volume in litri della soluzione. Ma ora che abbiamo tutti i nostri dati, primo tra tutti il valore della concentrazione molare, possiamo procedere con il calcolo tramite la molarità mettendo insieme i valori scoperti sin ora. La formula da tenere a mente è la seguente: N (eq/L) = M (mol/L) * n (eq/mol).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Chimica: come calcolare la normalità

La chimica è probabilmente una tra le materie più interessanti ma impegnative che gli studenti incontrano nel loro percorso scolastico. Tra i primi concetti che vengono imparati, dopo quelli fondamentali che riguardano gli atomi e le molecole, c'è...
Superiori

Come calcolare la molarità di una miscela

In chimica, la molarità viene definita come il rapporto tra il numero di moli di un soluto su volume di solvente espresso in litri: mol/L. Per indicare la molarità si usa la lettera "M" maiuscola: se una soluzione ha un valore di 2 mol/L allora diremo...
Superiori

Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione

Questa guida è piuttosto semplice se si seguono tutti i passaggi alla lettera, altresì può risultare un po' complicata. Armatemi ti molta pazienza e prendetevi tutto il tempo utile per leggere e comprendere la spiegazione.La concentrazione molare di...
Università e Master

Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione...
Superiori

Come determinare le moli di un soluto

In chimica, quando si parla di soluzione omogenea si intende una soluzione che è costituita da un solvente e da un soluto. In genere, il solvente è presente in una quantità maggiore ed è perciò in grado di sciogliere il soluto che invece si trova...
Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
Superiori

Come calcolare la molarità dal peso molecolare

Nel campo della chimica quando si parla di soluzione, si intende un miscuglio con le stesse caratteristiche di composizione, per cui viene definito omogeneo, e l'identificazione avviene in base al rapporto che si ottiene con una sostanza solvente. Un...
Superiori

Come calcolare la molarità con la curva di titolazione

Sciogliendo un pochino di sale (che rappresenta il soluto, ovvero l'elemento che viene sciolto) nell'acqua (che costituisce il solvente, ossia l'elemento che scioglie), si ottiene una soluzione liquida: dunque, la molarità è il rapporto fra le moli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.