Come calcolare la molarità dal peso molecolare

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nel campo della chimica quando si parla di soluzione, si intende un miscuglio con le stesse caratteristiche di composizione, per cui viene definito omogeneo, e l'identificazione avviene in base al rapporto che si ottiene con una sostanza solvente. Un esempio è il sale (soluto) che per diluirlo richiede l'acqua (solvente), che in questo caso funge da solvente idoneo. Nei passi successivi di questa guida vediamo nel dettaglio, come calcolare la molarità dal peso molecolare.

24

Per calcolare la molarità, il metodo più diffuso è la concentrazione molare, che esprime un certo numero di soluti presenti in un litro, che indichiamo con il simbolo n, e l’unità di misura di riferimento è il soluto/litro. La formula chimica che ne deriva è in questo caso la seguente: M= n /V. Man mano che la temperatura varia anche il volume aumenta, e di conseguenza la molarità risulta variabile attestandosi su valori dello 0,1%, in ogni litro di soluzione.

34

Da aggiungere a questa dimostrazione attraverso la formula chimica di identificazione del calcolo della molarità, c'è da dire che alcune volte il parametro soluto/litro, viene indicato con la lettera M che tuttavia, non è riconosciuta nel sistema metrico internazionale del settore specifico della chimica. Per capire meglio come avviene il calcolo preciso della molarità del peso molecolare, basta leggere il seguente esempio; infatti, se intendiamo conoscere la molarità del sale, è sufficiente applicare la seguente definizione: 470 ml= 0.470 l M= 3.40/0.470=7.23. Per conoscere poi il peso molecolare, bisogna moltiplicare il peso atomico del sale (NaCl) per il numero di atomi elencati nella formula. Un esempio a tale riguardo è: HNO3= 1+14+(3*16)= 63 UMA. L’UMA non è altro che l’unità di misura del peso atomico che è facilmente consultabile sulla cosiddetta tavola periodica, presente in quasi tutti i libri di testo che si occupano di chimica generale.

Continua la lettura
44

Un altro esempio di elemento chimico presente ovviamente anch'esso nella tavola periodica, è l'ossigeno che si identifica con il simbolo O e con un numero atomico pari a 8. L'elemento si trova non solo sulla terra ma praticamente dappertutto, per cui si può parlare di ossigeno molecolare che rappresenta circa la metà della superficie terrestre. Tradotto in termini numerici, utilizzando quindi le formule descritte in precedenza, possiamo asserire che nell'atmosfera circostante la terra, l'ossigeno si trova equamente distribuito al 50% tra volume e massa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
Superiori

Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione

Questa guida è piuttosto semplice se si seguono tutti i passaggi alla lettera, altresì può risultare un po' complicata. Armatemi ti molta pazienza e prendetevi tutto il tempo utile per leggere e comprendere la spiegazione.La concentrazione molare di...
Superiori

Come calcolare la molarità di una miscela

In chimica, la molarità viene definita come il rapporto tra il numero di moli di un soluto su volume di solvente espresso in litri: mol/L. Per indicare la molarità si usa la lettera "M" maiuscola: se una soluzione ha un valore di 2 mol/L allora diremo...
Superiori

Come calcolare la molalità di una soluzione

La molalità rappresenta una misura della concentrazione di un soluto in una soluzione, e dipende dal volume. Ovviamente il volume può cambiare, in base al variare della temperatura. La molalità, inoltre, è basata sulla massa del solvente utilizzato...
Superiori

Come calcolare la molarità con la curva di titolazione

Sciogliendo un pochino di sale (che rappresenta il soluto, ovvero l'elemento che viene sciolto) nell'acqua (che costituisce il solvente, ossia l'elemento che scioglie), si ottiene una soluzione liquida: dunque, la molarità è il rapporto fra le moli...
Superiori

Come calcolare il numero di molecole in una mole

L'argomento oggi affrontato riguarda la chimica, materia ritenuta assai ostica da molti studenti. Tuttavia con determinazione e buona capacità mnemoniche si possono raggiungere soddisfacenti risultati anche in questo campo. Questa guida sicuramente saprà...
Superiori

Come si calcolano le moli di ioni

La chimica è una materia che richiede molta tenacia e attenzione. È molto importante conoscere tutte le nozioni fondamentali per potere procedere con i vari esercizi. Se fatta bene e specialmente se viene spiegata in modo molto semplice, è possibile...
Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.