Come calcolare la molarità con la curva di titolazione

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Sciogliendo un pochino di sale (che rappresenta il soluto, ovvero l'elemento che viene sciolto) nell'acqua (che costituisce il solvente, ossia l'elemento che scioglie), si ottiene una soluzione liquida: dunque, la molarità è il rapporto fra le moli contenute all'interno di una soluzione non specificata e il volume della medesima (espressa in litri).
In poche parole, la moralità è uno strumento che consente di quantificare il grado di concentrazione di una determinata soluzione e la formula da utilizzare è "M = n / vol": nella presente elementare e dettagliata guida che troverete enunciata successivamente, vi spiegherò come bisogna calcolare la moralità con la curva di titolazione.

27

Occorrente

  • Nozioni avanzate di chimica
37

Innanzitutto, dovete sapere che la curva di titolazione è un grafico che rappresenta l'andamento del pH nella soluzione titolata, in funzione del volume del titolante aggiunto.
Precisamente, la titolazione rappresenta una metodologia di analisi chimica adoperata per determinare la concentrazione incognita di un acido oppure una base all'interno di una soluzione chiamata "analita": quest'ultima si fa reagire con una soluzione di un acido titolante o una base a concentrazione nota denominata "titolo".

47

Esistono differenti tecniche di calcolo del valore del pH in funzione del volume del titolante, con il quale si possono tracciare i valori della curva di titolazione: quest'ultima sarà completa quando il soluto a reazione incognita è totalmente trasformato nei prodotti di reazione.
Naturalmente, la determinazione su come calcolare la molarità tramite la curva di titolazione dipenderà interamente dalla tipologia di soluzione (ad esempio, nella titolazione di un acido forte con una base forte, il primo costituisce la soluzione titolata e il secondo rappresenta il titolante).

Continua la lettura
57

Il pH iniziale viene ottenuto solamente dalla concentrazione dell'acido forte, senza l'aggiunta della base forte (pH = - log Ca): è necessario determinare la concentrazione idrogenionica con la formula apposita.
Aggiungendo la base forte, si giunge al punto d'equivalenza in cui le moli di base forte aggiunte sono identiche alle moli di acido: proseguendo l'aggiunta della base forte, si otterrà un ambiente basico dove il pH è determinato dall'eccesso di base forte.
Si dovrà calcolare la concentrazione degli ioni e, ovviamente, la seguente guida si rivolge alle persone che abbiano delle importanti nozioni di chimica e di conseguenza possano comprendere ed applicare quanto scritto e spiegato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare l'errore di titolazione

In chimica, la titolazione è una tecnica che consiste nel far reagire una soluzione a concentrazione non nota (titolando) con un composto acido o basico, a concentrazione nota. Lo scopo del procedimento è quello di determinare la concentrazione dell'analita,...
Superiori

Come si calcola la concentrazione di un acido

Tra le varie materie che devono essere studiate a scuola o all'università quando si sceglie un indirizzo di tipo scientifico, sicuramente la chimica sta alla base di molte soluzioni e di molte teorie importanti da conoscere. La chimica che viene studiata...
Università e Master

Appunti di chimica analitica: titolazioni

APPUNTI DI CHIMICA ANALITICA: TITOLAZIONIUn metodo volumetrico è quello in cui si effettua l'analisi misurando il volume di una dissoluzione (soluzione valorante) di concentrazione esattamente conosciuta, necessario per reazionare completamente con la...
Superiori

Chimica: come risolvere le titolazioni

La scuola al momento sta lasciando respirare molti studenti, che si godono il meritato riposo in vacanza. Purtroppo, però, la mente deve restare allenata anche in estate. Per questo i professori assegnano dei compiti per le vacanze. Soprattutto coloro...
Superiori

Come calcolare la titolazione del pH

La titolazione è una tecnica analitica utilizzata per determinare la concentrazione di una sostanza sconosciuta tramite il rapporto molare espresso mediante l'equazione di reazione chimica. Usando queste relazioni, il pH può essere determinato calcolando...
Università e Master

Come Effettuare Una Titolazione Acido-base

Una titolazione acido-base, è un procedimento che permette di determinare la quantità di acido (o base) presente in una soluzione misurando il volume di una soluzione a concentrazione nota di base (o acido), necessario per raggiungere la neutralizzazione...
Università e Master

Come calcolare la Molarità di una soluzione

Una soluzione per definizione è un miscuglio omogeneo di due o più componenti ed ha la stessa composizione e le stesse caratteristiche in tutti i suoi punti. E’ identificata dal rapporto di combinazione tra il solvente, che è la sostanza presente...
Superiori

Come calcolare la molarità di una miscela

In chimica, la molarità viene definita come il rapporto tra il numero di moli di un soluto su volume di solvente espresso in litri: mol/L. Per indicare la molarità si usa la lettera "M" maiuscola: se una soluzione ha un valore di 2 mol/L allora diremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.