Come calcolare la media ponderata in centodecimi

Di: R. C.
Tramite: O2O 02/09/2017
Difficoltà: facile
16
Introduzione

Fin da piccoli siamo stati istruiti su come si calcola una facile media aritmetica, ma, spesso, durante la nostra vita ci servirà saper calcolare anche quella ponderata. Tale media, infatti, è il principale metro di riferimento in numerosi ambiti, primo fra tutti l'università. Nella carriera accademica, infatti, per calcolare le proprie prestazioni non basta fare una media di tutti i voti elargiti dai professori agli esami, ma bisogna anche "pesare" tali voti a seconda di quanto valgono in termini di CFU (crediti formativi universitari). Ogni esame, come saprete, vale un quantitativo variabile di CFU, a seconda di ore di insegnamento, numero di esercitazioni, laboratori e difficoltà dei corsi. In particolare, la media ponderata di laurea andrà calcolata in centodecimi, misura in cui sarà conferito il voto di laurea vero e proprio. Vediamo, quindi, come affrontare questo semplice calcolo. Per rendere tutto più intuitivo verrà utilizzato proprio l'esempio universitario.

26

Calcolo della media

La prima operazione da fare è procurarsi la lista degli esami conseguiti e i relativi CFU. Alcune università hanno sostituito il libretto fisico con quello elettronico, in quel caso potrete quindi trovare tutti i dati sulla vostra carriera sul sito di facoltà.
Una volta ottenuti i dati bisogna elaborarli: moltiplicate ogni voto per il numero di crediti relativi all'esame conseguito con tale votazione e sommate tutti questi prodotti. Una volta fatto ciò dividete il tutto per il numero totale di crediti considerati.

36

Proporzione in centodecimi

Il risultato che avete è la vostra media ponderata in trentesimi, ma con una semplice proporzione possiamo ottenere l'equivalente in centodecimi. Moltiplichiamo il valore ottenuto per 110 e andiamo a dividerlo poi per 30. Probabilmente otterremo un numero decimale con più cifre: in questo caso se la prima cifra decimale è superiore o uguale a 5 si arrotonderá per eccesso, viceversa si arrotonderá per difetto con una cifra inferiore a 5.

Continua la lettura
46

Esempio pratico

Facciamo un esempio che renda tutto più chiaro. Mettiamo che dopo un semestre molto fruttuoso io sia riuscito ad ottenere 25 ad un esame che vale 7 cfu, 27 ad uno che ne vale 8, 26 ad uno che ne vale 9 e 29 ad uno che ne vale 12.
Vado a moltiplicare le votazioni con i rispettivi cfu (25×7=175; 27×8=216; 26×9=234; 29×12=348) e sommo tutti i prodotti (175+216+234+348=973). Posso passare a dividere questo valore per 36, numero di crediti totali, ottenendo un bel 27,02. A questo punto procediamo con la proporzione descritta precedentemente (27,02 : 30 = x : 110). Il risultato che otteniamo è 99,1, da arrotondare in 99. Nel caso avessimo ottenuto 99,5 o superiore avremmo arrotondato in 100.

56

Voti extra

A questo valore vanno aggiunti i crediti stabiliti per la discussione della tesi e una serie di bonus o malus variabili per ogni università (ad esempio alcune università assegnano dei bonus per la velocità con cui ci si è laureati, per la media alta o per altri fattori). Per questo motivo andate a leggere bene i dettagli sul sito della vostra facoltà per non avere sorprese. Se proprio non avete voglia di cimentarvi in questo semplice calcolo potrete trovare qui linkato un sito utile a questo scopo.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare rapidamente la media tra molti numeri

La matematica è una materia affascinante che permette di ottenere anche facilmente risultati soddisfacenti.Esistono alcuni trucchi che non si imparano fra i banchi di scuola ma che permettono di svolgere le operazioni rapidamente.Sfruttare la proprietà...
Università e Master

Come calcolare la dipendenza in media

La dipendenza in media rappresenta un parametro molto importante nel campo della statistica, il quale trova una vastissima applicazione in moltissimi esercizi ed esempi concreti. Ma di che cosa si tratta, nel dettaglio? In poche parole, la dipendenza...
Università e Master

Come calcolare la media e la deviazione standard

Se conoscete alcune nozioni di Statistica, cominciamo con lo spiegare che cos'è la Media e la Deviazione Standard. La media rappresenta la media aritmetica delle misure del campione a cui siamo interessati. La deviazione standard, o scarto quadratico...
Università e Master

Come calcolare l'intervallo di confidenza di una media

In ambito statistico, al fine di stimare un parametro, non basta solo individuare un singolo valore, ma risulta necessario accompagnare la stima di un parametro con un intervallo di valori per quel determinato parametro. Tale considerazione, prende il...
Università e Master

Come calcolare il voto di laurea

L'istruzione superiore in Italia si suddivide in tre categorie distinte: istruzione universitaria, formazione artistica e musicale di alto livello, formazione tecnica di livello superiore e altre opportunità di istruzione superiore. L'intero settore,...
Università e Master

Come aumentare la tua media universitaria

L'università affonda le proprie radici nel medioevo, epoca in cui gli studi accademici si seguivano presso i conventi. Attualmente esistono numerosi atenei sparsi in tutto il mondo. I corsi di laurea sono moltpelici e riguardano diversi ambiti, dal settore...
Università e Master

Come mantenere la media alta all'Università

Mantenere una media alta all'università può essere utile per accedere a borse di studio o per partecipare a progetti selettivi (come doppia laurea o periodi all'estero); è gratificante e potrebbe aiutare, un domani, a trovare il lavoro dei tuoi sogni....
Università e Master

Come calcolare la devianza

La devianza costituisce un indice di dispersione dei dati, il quale determina la somma dei quadrati degli scarti della media di una variabile rappresentante una distribuzione di dati: in termini maggiormente semplici, essa fornisce un grado di dispersione...