Come calcolare la massa di un corpo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si studia a volte si potrà, in un certo senso, imbatterci in argomenti o materie particolari che potranno causare più di un problema, e perciò siamo costretti a vedere nuovamente, rallentando il nostro studio. In tale articolo, vogliamo fermarvi su un argomento di una materia particolarmente ostica, cioè la fisica, che potrà provocare tante problematiche agli studenti. Mediante una serie di passi semplici e molti chiari, successivamente vi vogliamo spiegare come calcolare la massa di un corpo. Buona lettura e buono studio!

25

Vi spieghiamo cosa avviene per la densità della sostanza ed il volume di un corpo

Se conoscete la densità della sostanza ed anche il volume di un corpo, sarà sufficiente moltiplicare la densità per il volume stesso. La densità, infatti, viene espressa in chilogrammi al metro cubo. La dovrete quindi moltiplicare per il volume di metri cubi, ottenendo un valore in chilogrammi. Tutto questo rappresenta il valore della massa che avete cercato. La relazione tra volume e densità, proprio questo dato infatti, evidenzia come la massa sia una caratteristica intrinseca di un corpo.

35

Pensate alla seconda legge di Newton per effettuare il calcolo

Se conoscente invece la forza dove il corpo è sottoposto, la massa del corpo stesso viene calcolata in modo diverso. Bisognerà dividere infatti la forza per l'accelerazione. In tal caso, per calcolare la massa dovrete pensare alla seconda legge di Newton. La seconda legge di Newton perciò esprime il concetto di massa inerziale. Essa si potrà definire come la massa intesa quale resistenza al moto del corpo, quando sopra ad esso si applica una forza. In base a questo principio, la forza è pari alla massa per l'accelerazione.

Continua la lettura
45

Vi indichiamo cosa è la forza peso

Dovrete partire dal presupposto, in modo particolare, che la forza peso è il prodotto della massa del corpo per l'accelerazione di gravità. Se conoscete la forza peso, la massa la potrete ottenere dividendo appunto la massa per l'accelerazione gravitazionale, che è pari a 9.81 metri su secondo quadro. Verificando le unità di misura infatti, potrete ricavare una grandezza proprio in chilogrammi. La forza peso, come abbiamo appunto già accennato, infatti viene espressa in Newton, invece l'accelerazione di gravità viene espressa in metro su secondo quadro.

55

Evidenziamo il concetto di massa gravitazionale

Questa relazione, sulla Luna ad esempio non ha validità, perché sul satellite della Terra la forza con cui il campo gravitazionale attrae i corpi non è la stessa di quella che c'è sulla terra. Cambia quindi il valore dell'accelerazione di gravità. Con tale relazione si mette in evidenza il concetto di massa gravitazionale. Viene fatto li collegamento, cioè il concetto di massa a quello di forza di gravità, dove si sottopongono tutti corpi che si trovano sulla Terra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di fluido-dinamica

La fluido-dinamica, nella fisica, è una materia che si occupa del movimento dei fluidi, cioè liquidi e gas. Naturalmente, prima di iniziare a studiare i fluidi in movimento, cioè la dinamica, bisogna avere delle conoscenze abbastanza approfondite e...
Superiori

Fisica: l'energia gravitazionale

In fisica, la forza di gravità è quella forza che spinge un corpo verso il centro della Terra. Il primo a scoprire questa forza fu Isaac Newton, tramite il famoso esperimento della mela. Egli scoprì che una qualsiasi massa, a prescindere dal suo peso,...
Superiori

Fisica: la legge di gravitazione universale

La legge di gravitazione universale è quella che ha "reso famoso" Newton. Per chi non lo sapesse, Newton era uno scienziato inglese di cui si narra che nel 1600 fu colpito in testa da una mela. Da quest'episodi trasse la conclusione dell'esistenza della...
Superiori

Come ricavare l'accelerazione di gravità g da misure sperimentali

Sulla Terra, tutti i corpi subiscono la forza peso. In caduta libera, per effetto della gravità, sono soggetti ad un'accelerazione. Tale valore, rappresentato in genere con g, varia in base al luogo, all'altitudine ed alla latitudine. Convenzionalmente,...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione di gravità con un pendolo

Nota la lunghezza del pendolo e misurato il tempo impiegato da esso per compiere un'oscillazione completa, il valore dell'accelerazione di gravità ottenuto si riferisce al luogo in cui viene effettuata la prova. I risultati dell'esperimento saranno tanto...
Superiori

Come calcolare l'accelerazione del centro di massa

Sia in fisica che in meccanica il centro di massa viene anche detto baricentro, cioè quel punto di un sistema che corrisponde al valore rappresentativo della massa nello spazio e della sua distribuzione. Questo centro di massa però potrebbe non corrispondere...
Superiori

Leggi della dinamica: appunti

Tra le sottoclassi più affascinanti della fisica c'è senza dubbio la dinamica. Se la cinematica studiava il moto dei corpi rigidi, la dinamica si occupa invece delle cause che generano tali moti. Le cause che permettono ai corpi rigidi (cioè a corpi...
Università e Master

come si calcola la velocità sulle montagne russe

Le montagne russe, si sa, sono un'attrazione molto amata dai ragazzi perché permettono di provare l'emozione della velocità ad alta quota. In questa guida impareremo, passo dopo passo come si calcola la velocità di un carrello sulle montagne russe...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.