Come calcolare la frequenza di taglio di un filtro

Tramite: O2O 03/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

I filtri sono oggetti che consentono il passaggio solo di alcune componenti di un segnale in uscita, senza però introdurre distorsioni. In sostanza quando in ingresso al filtro troviamo una certa distribuzione spettrale, le componenti al suoi interno si limitano ad attenuarne significativamente alcune componenti, ed in teoria, nei casi ideali ad eliminare completamente altre. Vediamo quindi come calcolare la frequenza di taglio di un filtro.

26

Occorrente

  • Carta logaritmica
  • Righello
  • Penna
  • Carta
  • Conoscenze di elettrotecnica
36

Comportamanto dei filtri ideali

I filtri si suddividono in 5 categorie di base: passa basso, passa banda, passa alto, reiezione di banda e passa tutto. In realtà a partire dai passa basso e passa alto si possono ottenere gli altri, ma per praticità si usa quasi sempre questa suddivisione. Il filtro passa basso consente il passaggio di frequenze inferiori rispetto a quella di taglio, il passa alto invece a quelle superiori. I filtri a banda invece, fanno passare tutto ciò che si trova fra la frequenza inferiore e la superiore, se sono passa banda, oppure tagliano le componenti fra queste frequenze se a reiezione. Il filtro passa tutto, invece consente il passaggio di tutto lo spettro. Bisogna però capire che in questo caso il filtraggio avviene sulle fasi, ossia, lo spettro passa, ma le singole componenti risultano sfasate rispetto all'originale, è il caso per esempio di una rete di ritardo.

46

Comportamento dei filtri passabasso reali

I filtri a singolo polo, passa basso e passa alto, non si comportano come quelli ideali, ma presentano un andamento attenuativo nei confronti delle frequenze che in teoria dovrebbero reiettare. Nel caso di configurazioni base, per esempio per un passa basso a rete RC la funzione di trasferimento in trasformata di Laplace assume la forma di L(s)=1/(1+RCs). RC assume la dimensione di un tempo. Se al posto di s sostituissimo il termine "jw" dove per w si intende la pulsazione, e tracciassimo il diagramma di Bode, troveremmo che prima della frequenza 1/RC il filtro lascerebbe sostanzialmente passare tutto, mentre dopo inizierebbe una discesa di 20dB/dec. Da questo si definisce la 1/RC come frequenza di taglio del filtro. Se volessimo essere pignoli, in corrispondenza della frequenza di taglio, l'uscita del filtro risulta attenuata di circa 3dB rispetto all'originale, ma si usa la notazione di Bode perché più semplice per i calcoli. Per i filtri CR passa alto vige un comportamento complementare.

Continua la lettura
56

Implementazione dei filtri reali

Come già accennato, il filtro studiato con Bode non è reale, ma solo una buona approssimazione. I filtri reali a singolo polo che si possono montare con componenti comuni, si combinano per ottenere risultati migliori, usando anche elementi attivi per sfruttare la reazione. In questo caso, si ottengono filtri con tagli superiori ai 20db/dec, ma si paga uno scotto. Il trade off è fra filtri che tagliano male, ma non introducono picchi di ampiezza per le componenti di frequenza nei pressi del taglio, come i filtri di Butterworth, e quelli che invece tagliano più nettamente ma introducono un ripple anche di 1dB come quelli di Cebysev. Gli impieghi sono diversi e la scelta di una o dell'altra implementazione derivano da questioni legate alla qualità del risultato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esistono anche filtri particolari come i Bessel, gli Ellittici e i Filtri a Coseno Rialzato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la frequenza allelica

I genetisti sfruttano le frequenze alleliche per descrivere come un pool genetico possa variare nel tempo. L'utilizzo di queste frequenze presenta diversi vantaggi negli organismi che si riproducono per via sessuata. Gli alleli si formano per riduzione...
Superiori

Come calcolare la mediana di una distribuzione di frequenza

La statistica è una disciplina che studia i fenomeni da un punto di vista quantitativo e qualitativo, utilizzando come strumenti il metodo scientifico e la matematica. La statistica si suddivide in descrittiva e inferenziale. La statistica descrittiva...
Superiori

Come calcolare la frequenza assoluta

Le frequenze, in statistica, si usano per la rappresentazione dei dati che vengono rilevati attraverso le distribuzioni di frequenza. Le frequenze possono essere assolute, relative o percentuali. In questo articolo ci si occuperà di comprendere il significato...
Superiori

Come usare gli avverbi di frequenza in inglese

Riuscire a parlare correttamente l'inglese, oltre ad ampliare il nostro bagaglio culturale, ci consente di avere maggiori possibilità in campo lavorativo. Chi intraprende questo genere di studio, inizialmente potrà avere delle difficoltà e pensare...
Superiori

Appunti di elettronica: i filtri passivi

Per "filtri", in elettronica, si intendono quei circuiti fondamentali a far funzionare quasi tutti i dispositivi che usiamo ogni giorno. Essi vengono utilizzati per vari scopi in apparecchi come radioricevitori, televisori, computer ed persino elettrodomestici....
Superiori

Come Calcolare L'Effetto Doppler

Molti di noi avranno sentito parlare dell'effetto doppler, continuandosi a chiedere che cosa sia. In questa piccola e semplice guida vi spiegherò in cosa consiste questo fenomeno e come si può calcolare. L'effetto Doppler è un fenomeno fisico che consiste...
Superiori

Come calcolare il numero d'onda

Come suggerito da Einstein agli inizi del XX secolo, la luce e la materia hanno un comportamento duale. Entrambe infatti presentano un comportamento sia corpuscolare che ondulatorio. Ciò significa che la materia, che fino a quel momento aveva il solo...
Superiori

Come calcolare gli angoli di fase nei circuiti RLC

Per un ingegnere elettronico o per chiunque abbia a che fare con circuiti e sistemi complessi, conoscere la propria materia è fondamentale. Sia che si tratti di una passione coltivata in privato, sia che si tratti di lavoro, per un professionista è...