Come calcolare la forza centrifuga

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La forza centrifuga è sicuramente un concetto astratto che non tutti sanno descrivere. Un movimento fisico che si associa ad oggetti che si muovono, basta pensare alla centrifuga della lavatrice. Un movimento veloce che sembra quasi inesistente ma che permette determinate azioni che in questo ecosistema sono indispensabili, e non solo sul pianeta. Ma come si fa a calcolare la forza centrifuga? Vediamo dunque in questa guida come fare.

24

Quando si parla di forza centrifuga si intende un tipo di forza non esistente e non reale che opera solamente sui corpi che sono in movimento, in maniera particolare su quelli che tendono a raggiungere una certa velocità. La forza centrifuga, così come afferma lo stesso nome, è caratterizzata dallo spostamento di un corpo lontano dal centro. Un caso molto comune nel quale avviene la manifestazione di questo tipo di forza è quando viene percorsa una curva di una strada in un automobile o qualsiasi altro veicolo, ad una velocità molto alta. La macchina dunque si allontana dal centro della corsia, si sposta verso all'esterno e invade la corsia opposta.

34

La forza centrifuga, sebbene non è un tipo di forza che agisce veramente su un corpo, viene calcolata mediante una formula piuttosto facile: si deve moltiplicare la massa del corpo in movimento con la velocità al quadrato, e in seguito è necessario dividere il tutto per il raggio.
Operando in questa maniera si può riuscire a calcolare allora la forza centrifuga. Inoltre è opportuno tenere bene a mente che si deve modificare logicamente la velocità da chilometri orari a metri al secondo.

Continua la lettura
44

Per comprendere in modo adeguato come calcolare questa forza, è opportuno fare un esempio: calcoliamo il valore della forza centrifuga tenendo conto che conosciamo i dati della massa del veicolo, pari a ottanta chili, la sua velocità, pari a quaranta chilometri orari, ed il raggio della curva, che è pari a cento metri.
Innanzitutto dobbiamo modificare la velocità, che in questo caso sarà pari a undici metri e dieci centimetri al secondo. Questo dato, prima di moltiplicarlo per la massa, dobbiamo elevarlo al quadrato, e poi moltiplicare 11,1 metri al secondo per se stesso.
Dobbiamo poi moltiplicare quest'ultimo dato per gli ottanta chili del veicolo, e in seguito dividiamo il valore ottenuto per cento, ossia il raggio della curva: avremo quindi un valore pari a 98.6, che rappresenta appunto il valore che possiede la forza centrifuga in quella situazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come la luna condiziona le maree

La marea è uno spostamento di grandi volumi d'acqua che avviene con periodicità dando un innalzamento (alta marea) oppure un abbassamento (bassa marea). Questi moti avvengono con cadenza giornaliera e, più precisamente, ogni frazione di giorno (circa...
Università e Master

Come Inoculare Una Colonia Batterica

In natura esistono moltissimi organismi microscopici e monocellulari, come i batteri, che apportano benefici all'organismo. I batteri sono organismi procarioti in grado di auto replicarsi, questa capacità è molto sfruttata negli studi di biologia molecolare....
Università e Master

Come preparare cellule competenti con cloruro di calcio

Rendere una cellula batterica competente significa rendere la sua membrana permeabile al fine di permettere l'ingresso di molecole di DNA al suo interno. È un metodo abbastanza semplice, ripetibile e che offre un'efficienza di trasformazione molto elevata....
Superiori

Scienze: le maree

Le scienze sono un settore molto ampio: si occupano, infatti, di studiare moltissimi fenomeni che riguardano sia il funzionamento del corpo umano e degli organismi viventi, sia dei diversi eventi naturali che se verificano quotidianamente. Tra i diversi...
Università e Master

Come si calcola il diametro delle particelle di un ciclone

Quando si parla di ciclone, si fa solitamente riferimento ad un depolveratore centrifugo. Si tratta di un macchinario che libera l'aria dalle polveri mediante l'azione della forza centrifuga. Questo validissimo strumento si utilizza generalmente per eliminare...
Università e Master

Come Estrarre Rna Da Un Tessuto

Il fatto di estrarre l'RNA è il primo passo fondamentale allo scopo di identificare l'espressione di un gene in un determinato sistema biologico. Lavorare con le molecole di RNA è delicato, l'inconveniente principale in cui si incorre è la degradazione...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
Università e Master

I principali metodi di separazione di miscugli e sostanze

Molti materiali di cui avete quotidianamente bisogno, come il sale da cucina o la benzina, si possono ottenere per separazione da miscugli più o meno complessi. L'operazione non è sempre facile, soprattutto se il miscuglio è eterogeneo, e può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.