Come calcolare la distanza tra due punti in un piano cartesiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Conoscere la distanza tra due punti potrebbe risultare abbastanza utile in numerose applicazioni e molteplici problemi non soltanto di geometria, ma anche di ulteriori materie scientifiche (come, ad esempio, la fisica o la geodesia).
Nella seguente elementare e completa guida che potrà essere letta con molta attenzione nei passaggi successivi, quindi, verrà spiegato bene come bisogna calcolare la distanza fra due punti in un piano cartesiano e si avrà a disposizione la formula che permetterà di determinare le coordinate di uno di essi (qualora il quesito dovesse essere inverso).

28

Occorrente

  • Piano cartesiano
  • 2 punti ("A" e "B")
38

L'esecuzione di questo calcolo ha bisogno del rispolvero del conosciuto "Teorema di Pitagora", in quanto il segmento (ovvero la distanza tra i punti "A" e "B" sul piano cartesiano) non è altro che la misura dell'ipotenusa di un triangolo rettangolo.
I primi valori che sarà necessario ottenere sono rappresentati dalle coordinate (ascisse e ordinate) di entrambi i punti e, per riuscire a fare ciò (qualora non dovessero essere fornite già nel problema di geometria), bisognerà misurarle sul piano cartesiano oppure ricavarle in funzione della tipologia d'esercizio e dei dati a disposizione.

48

Per illustrare meglio il procedimento da seguire, occorrerà assegnare dei valori di fantasia alle ascisse e alle ordinate dei punti "A" e "B".
Supponendo che le coordinate di "A" siano "(5,9)" e quelle di "B" siano "(9,12)", l'operazione iniziale da compiere è quella di sottrarre fra loro le ascisse ed elevare al quadrato il risultato ottenuto: in questo modo, si avrà "(5 - 9)^2 = -4^2 = 4 * 4 = 16".
Adesso, si dovranno sottrarre tra loro le ordinate ed elevare sempre al quadrato l'importo trovato, per cui si otterrà "(9 - 12)^2 = -3^2 = 3 * 3 = 9".

Continua la lettura
58

Facendo la somma algebrica tra i due valori calcolati precedentemente, si avrà un importo pari a "16 + 9 = 25", il quale rappresenta la distanza tra i due punti "A" e "B".
Adesso, estraendo la radice quadrata di questo elemento appena ricavato, si otterrà "5" come risultato finale: questa sarà la distanza "AB".
Qualora si conosca il calcolo letterale, potrà risultare abbastanza utile sapere la formula per la determinazione della distanza di due punti qualsiasi, ovvero "AB = √[(xB - xA) ² + (yB - yA) ²]".

68

Nel caso in cui si provi a sostituire i dati forniti all'interno della formula indicata nel passaggio antecedente, si troverà sicuramente lo stesso valore ottenuto con le operazioni eseguite precedentemente.
Un ottimo aiuto, inizialmente necessario anche per i problemi maggiormente facili, è quello di tracciare il piano cartesiano e riportarci ciascun dato fornito: in questa maniera, verrà rappresentato visivamente il problema e sarà possibile ricavare la soluzione richiesta più semplicemente.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Grazie alla formula indicata nel "passo 3", sarà possibile ricavare i valori di "x" e "y" non conosciuti di un punto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Geometrica analitica: i punti

Nella geometrica analitica il calcolo dei punti è un elemento indispensabile. Calcolando i punti, all'interno di un piano cartesiano, si possono ottenere i risultati di diverse funzioni per ottenere così rappresentazioni geometriche di svariate forme...
Superiori

Geometria analitica: l'iperbole

La geometria analitica studia le figure geometriche attraverso il piano cartesiano, in cui ogni punto è definito da due coordinate; con il termine ascisse indichiamo l'asse delle x e con ordinate l'asse delle y. Nella guida che segue ci occuperemo di...
Università e Master

Come trovare il baricentro di una figura piana nel piano cartesiano

Il baricentro rappresenta il calcolo del prolungamento delle altezze che raggiungono un punto chiamato appunto baricentro che è l'inversione del loro prolungamento. Quindi vediamo attraverso questa guida di geometria analitica, come trovare il baricentro...
Superiori

Come determinare i punti di intersezione tra due rette

C'è una branca della matematica, chiamata geometria analitica o geometria cartesiana, che tutti gli studenti delle Superiori conoscono. Essa studia le figure geometriche avvalendosi delle coordinate cartesiane. Queste ultime cosa sono? Sono le coordinate...
Università e Master

Come effettuare una rototraslazione degli assi cartesiani

In questa breve guida ci occuperemo di geometria analitica, in particolare di come effettuare una particolare trasformazione del piano degli assi cartesiani chiamata rototraslazione. Innanzitutto qualche nozione fondamentale di base sul piano cartesiano....
Elementari e Medie

Geometrica analitica: la retta

La geometria analitica rappresenta quella porzione della matematica che studia qualsiasi figura geometrica e le loro proprietà, mediante l'ausilio del calcolo algebrico. L'obiettivo della geometria analitica consiste nell'analizzare e rappresentare enti...
Superiori

Come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano

In questo tutorial vi spiegheremo come calcolare l'angolo tra due rette in un piano cartesiano. Questo è uno dei problemi mano conosciuti, però importante ugualmente come spesso appare nelle tracce. Continuate la lettura che vi spiegheremo come lo dovrete...
Superiori

La simmetria geometrica: appunti

In geometria esistono differenti trasformazioni operabili sui punti o sulle figure presenti in un certo sistema di riferimento. La simmetria geometrica è una trasformazione operata nello spazio osservato, che opera alla stregua di una sorta di specchio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.