Come calcolare la derivata di una funzione integrale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La matematica è sicuramente la materia più difficile e meno amata dagli studenti di tutte le età, a partire dalle scuole elementari fino alle superiori e all'università. Ad ogni modo, c'è chi portato per la matematica e c'è, invece, chi non lo è affatto. Se appartenete alla seconda categoria, non dovete assolutamente buttarvi giù di morale, perché esistono moltissimi metodi per consentirvi di imparare a svolgere anche le operazioni più complesse, in maniera molto semplice. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come calcolare la derivata di una funzione integrale.

25

Utilizzo del teorema di Torricelli Barrow

Innanzitutto, dobbiamo assolutamente sapere che il teorema fondamentale del calcolo integrale viene chiamato anche teorema di Torricelli-Barrow, e stabilisce che tra un'integrale e la sua derivata esiste un'importante connessione con valori reali e di variabile reale. In questo modo potrete andare a dimostrare che il calcolo del valore dell'integrale di una funzione, la quale parte da un punto fisso fino a un punto variabile del suo dominio, equivale a trovare la parte primitiva della funzione stessa.

35

Calcolo della derivata

Vediamo quindi la questione del lato pratico, attraverso alcuni esempi che possono spiegare al meglio il concetto teorico che abbiamo appena visto. Come prima cosa, osserviamo la prima parte del teorema per poter andare a calcolare la derivata di una funzione integrale. Sia R un punto una funzione integrabile. Potrete quindi definire funzione integrale di f la funzione F che: F (x) sia uguale a f (t) dt e i valori di a siano maggiori o uguali ai valori di x, i quali dovranno essere maggiori o uguali di b. Qualora f fosse limitata, allora si tratta di una funzione continua in (a; b). Se sarà una funzione continua in (a; b), allora sarà differenziabile in tutti i punti in cui f sarà continua.

Continua la lettura
45

Ricavo della formula fondamentale del calcolo

Arrivati a questo punto, occupiamoci di esaminare quella che è la seconda parte del teorema. In maniera tale da poter capire come si può andare a calcolare la derivata di una funzione integrale. Riportando sempre l'esempio precedentemente citato avrete quindi: f (a; b) in cui R sarà una funzione primitiva. Avrete quindi un valore G posizionato sulle coordinate del piano cartesiano (a; b). G, a cui daremo valore (x), sarà quindi: G (x)= f (x) Per avere quindi l'integrabile di f dovrete eseguire il seguente calcolo: f (x) dx = G (b) - G (a). Questa relazione viene comunemente chiama formula fondamentale del calcolo integrale, e vi consentirà di risolvere il problema matematico in questione.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitatevi spesso e quotidianamente quando capirete il funzionamento svolgere questi esercizi diventerà un gioco da ragazzi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere l'integrale del logaritmo

Se dovete risolvere l’integrale di un logaritmo e non sapete proprio da dove iniziare, niente paura! Il simbolo utilizzato in analisi matematica è ∫. Chiariti i concetti fondamentali, in questo tutorial vi illustreremo come risolvere l’integrale...
Università e Master

Teorema di Stokes: dimostrazione

Nella geometria differenziale, ossia lo studio di oggetti geometrici come curve e superfici, il Teorema di Stokes è un enunciato riguardante l'integrazione delle forme differenziali. In particolare è volto a generalizzare i teoremi di calcolo vettoriale...
Università e Master

Teorema di Green: dimostrazione

Il Teorema di Green fa parte di quel corollario di tematiche inerenti all'analisi matematica. Quando si studia questo teorema, è opportuno conoscere in maniera piuttosto approfondita l'ambiente degli integrali e le varie metodologie relative al calcolo...
Superiori

Come calcolare l'integrale indefinito di funzioni semplici

L'integrale è l'operazione inversa al calcolo di derivata. Geometricamente, il calcolo della derivata di una funzione semplice (in un'unica variabile) fornisce l'area, ovvero la parte di grafico, sottesa dalla funzione stessa in un dato intervallo del...
Università e Master

Teorema di Lebesgue: dimostrazione

Il Teorema di Lebesgue, conosciuto anche come teorema di Vitali-Lebesgue, nel campo dell'analisi matematica è una proposizione che determina l'equivalenza tra una funzione e la derivata del suo integrale, ovvero un operatore che associa alla funzione...
Maturità

Come svolgere un integrale indefinito

Qualsiasi sia il tuo corso di studio, prima o poi ti troverai ad affrontare un integrale indefinito. Molti credono, erroneamente, che risolvere un integrale sia una cosa estremamente difficile, che bisogna essere al corrente di chissà quali verità matematiche....
Superiori

Come calcolare un integrale indefinito o definito

L'integrale è l'operazione inversa della derivata: calcolare l'integrale di una funzione equivale a calcolare l'area sottesa alla curva di quella funzione sul grafico cartesiano. Possiamo considerare il nostro asse x composto da infiniti segmenti infinitesimi...
Superiori

Come calcolare un integrale per parti

Il metodo di integrazione per parti è uno dei più semplici e principali metodi di risoluzione di un integrale.Si tratta in pratica di un metodo per calcolare la primitiva di un prodotto di due funzioni, assumendo l'ipotesi che una di queste due funzioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.