Come calcolare la derivata di funzioni semplici

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Calcolare la derivata prima è molto importante nello studio delle funzioni, poiché consente di conoscere gli intervalli in cui queste crescono e/o decrescono ed è possibile calcolarne i massimi e i minimi. Con questi dati essenziali, risulta poi molto semplice disegnarne l'andamento tramite un grafico utilizzando il piano cartesiano. Vediamo quindi insieme come procedere.

25

Nozione

Funzioni molto semplici da derivare sono quelle polinomiali di qualsiasi grado. Una funzione polinomiale si presenta nel seguente modo: y = ax^n (esempio: y = 4x^3 + 2x) dove n è il grado e le a rappresentano i coefficienti. In una funzione polinomiale è molto importante individuarne il grado massimo, ovvero l'esponente più alto presente su un incognita (nell'esempio è 3), che rappresenta il numero massimo di intersezioni che la funzione ha con l'asse x nel piano cartesiano. Fondamentale è ricordare che la derivata di una somma è pari alla somma delle derivate, per cui potete derivare ogni termine singolarmente e poi sommarlo agli altri.

35

Calcolo

Per indicare una funzione si usa la dicitura f (x), per indicare invece una derivata si applica alla f un apice, f'(x), che sta appunto ad indicare che la funzione è una derivata prima di un'altra. Per calcolare la derivata di una funzione polinomiale semplice, prendete in considerazione un termine alla volta; di questo termine prendete il grado (l'esponente sull'incognita) e moltiplicatelo per il coefficiente che compare davanti alla x; poi abbassate quello stesso grado di 1 e ponetelo come esponente della x. Ad esempio se avete f (x) = 2x^5 + x^4 + 3x^2 + x + 5, la derivata sarà f'(x) = 2*5*x^4 + 1*4*x^3 + 3*2*x + 1 = 10*x^4 + 6*x + 1. La derivata di ogni costante è nulla, sia che essa sia positiva o negativa. Quindi, nell'esempio, la derivata di 5 è 0!

Continua la lettura
45

Esempi

Altre funzioni semplici da derivare sono quella esponenziale e quella logaritmica; non bisogna assolutamente applicare le regole sopra descritte per derivare queste due funzioni, ma si prendono così come sono. La prima (l'esponenziale) si presenta nella forma f (x) = e^x e nel processo di derivazione resta identica a se stessa: f'(x) = e^x. La seconda (la logaritmica) è nella forma f (x) = log (x), la cui derivata sarà f'(x) = 1/x. Altre funzioni che hanno derivate molto semplici sono il seno ed il coseno; in entrambe le funzioni l'incognita x rappresenta un angolo. Anche per queste non bisogna applicare le classiche regole di derivazione dei polinomi. Il seno di presenta nella forma f (x) = sen (x) e nel processo di derivazione diventa uguale al coseno: f'(x) = cos (x). Il coseno, invece, è f (x) = cos (x) e, come prevedibile, la sua derivata è uguale al seno ma cambiato di segno: f'(x) = - sen (x).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Dimostrazione della derivata del prodotto di due funzioni

Il Teorema della derivata del prodotto di due funzioni permette di riconoscere la derivabilità di funzioni che si costruiscono con le operazioni algebriche elementari: in realtà, oltre a garantire la derivabilità delle funzioni "costruite", esso fornisce...
Superiori

Come calcolare la derivata di una frazione al quadrato

Secondo le regole consuetudinarie di derivazione delle funzioni, la derivata del rapporto tra due funzioni A e B, è data da un ulteriore rapporto. Quindi, il numeratore della derivata, è calcolato, dalla differenza tra il prodotto della derivata di...
Superiori

Come calcolare la derivata di una funzione logaritmica

Sappiamo bene che per fare uno studio di funzione dobbiamo per forza calcolare la sua derivata. Finché si studiano le funzioni classiche con l'incognita x e y, pare che gli studenti non abbiano troppi problemi. Quando invece l'incognita diventa un esponente,...
Superiori

Come calcolare la derivata di una funzione goniometrica

La derivata di una funzione è una parte fondamentale dei programmi di matematica dei licei e un tassello imprescindibile per l'esame di analisi dell'università. Generalmente non si hanno troppi problemi con le funzioni classiche con l'incognita x e...
Superiori

Come calcolare la derivata di una funzione composta

Se avete la necessità di conoscere delle regole specifiche per svolgere in maniera non troppo complessa dei problemi matematici, come ad esempio per calcolare la derivata di una funzione composta, allora è il caso di documentarvi in maniera approfondita....
Superiori

Come calcolare la derivata di un rapporto

A scuola, nell'ambito della matematica, viene di regola insegnato quello che risulta essere esattamente lo studio della funzione, nonché la derivata di un rapporto collegata a quest'ultima. Nella maggior parte dei casi, potete comunque trovarvi di fronte...
Superiori

Come calcolare la derivata di f(x)^g(x)

I rudimenti del calcolo differenziale mostrano come è possibile eseguire il calcolo della derivata di una funzione potenza, quando l'esponente è un numero reale. Tuttavia, i calcoli matematici si complicano leggermente quando si deve andare a trovare...
Superiori

Come calcolare l'integrale indefinito di funzioni semplici

L'integrale è l'operazione inversa al calcolo di derivata. Geometricamente, il calcolo della derivata di una funzione semplice (in un'unica variabile) fornisce l'area, ovvero la parte di grafico, sottesa dalla funzione stessa in un dato intervallo del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.