Come calcolare la densità discreta di una variabile aleatoria

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

La matematica è da sempre una delle discipline più ostiche che gli studenti incontrano durante il loro percorso scolastico. Una delle branche della matematica che è più oggetto di studio è quella di statistica e probabilità. Questa branca si occupa dello studio delle variabili aleatorie e degli eventi casuali. Il concetto alla base dello studio è quello di funzione di probabilità di una variabile aleatoria o di sua densità discreta. Anche se può sembrare un argomento molto complesso, i concetti sono piuttosto semplici e veloci da intuire. Vediamo insieme, in questa pratica guida, come calcolare la densità discreta di una variabile aleatoria.

27

Occorrente

  • Valori della variabile
  • Calcolatrice o computer
37

Funzione di probabilità

La densità discreta di una variabile aleatoria, chiamata anche funzione di densità di probabilità della variabile, è definita come quella funzione matematica che associa ad ognuno dei casi possibili, cioè ad ognuno dei valori che la variabile aleatoria può assumere, il valore della probabilità che quell'evento possa verificarsi, cioè la probabilità che la variabile in questione assuma proprio quel valore. La probabilità può essere espressa con un numero compreso tra zero e uno, oppure in termini percentuali, dallo 0 % al 100 %.

47

Intervalli discreti

Anche se la funzione di densità di probabilità di una variabile, essendo una funzione analitica, è continua per definizione, per poterla ricavare a partire da dati o misurazioni sperimentali è opportuno effettuare una discretizzazione. Occorre quindi valutare il range di valori all'interno del quale può ricadere la variabile in questo e dividere tale range in un numero finito di intervalli discreti. Gli intervalli devono essere tutti della stessa ampiezza. Più l'ampiezza di tali intervalli è piccola, maggiore sarà l'accuratezza del risultato finale che otterremo.

Continua la lettura
57

Istogramma e densità discreta

A questo punto, occorre inserire i dati sperimentali, cioè l'insieme di valori della variabile, all'interno dei diversi intervalli precedentemente fissati. Otterremo quindi un grafico ad istogramma che rappresenta la funzione di densità di probabilità discreta della variabile aleatoria sotto analisi. Facendo tendere l'ampiezza degli intervalli a zero, è possibile sfociare nella funzione analitica. Esistono tuttavia delle tabelle e delle formule per ricavare, a partire dall'istogramma, il tipo di densità discreta della variabile. Se si tratta di eventi casuali, la funzione di densità di probabilità sarà una curva gaussiana, in cui saranno individuati il valor medio e lo scarto quadratico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripassate i concetti base di statistica e calcolo della probabilità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di statistica

La presente guida fornirà tutte le spiegazioni riguardanti gli appunti di statistica, una scienza complessa molto affascinante. Questa consente di valutare, studiare e conoscere dei fenomeni sociali di enorme interesse e portata. L'obiettivo è quello...
Superiori

Metodo delta di linearizzazione: dimostrazione

La dimostrazione del metodo delta di linearizzazione necessita di approfondite conoscenze di base. Prima di introdurre l’argomento, dovete avere chiari alcuni concetti fondamentali. Nel campo della statistica, si utilizza la linearizzazione per equiparare...
Superiori

Come calcolare i quartili in una distribuzione in classi

La statistica è una scienza che si occupa di elaborare e raccogliere dati. Lo studio dei dati a disposizione si basa su strumenti matematici molto potenti. Questi a sua volta ci consentono di trarre diverse conclusioni dall'analisi dei dati. Uno di questi...
Superiori

Statistica descrittiva e inferenziale

La statistica è l'insieme delle metodologie utilizzate per studiare i fenomeni che hanno l'attitudine a variare. L'obiettivo di questa disciplina è quello di sintetizzare i dati, cercando di non smarrire troppe informazioni sui dati raccolti. In questa...
Università e Master

Appunti di diritto privato: i contratti aleatori

Il diritto privato è una materia che necessita di molte ore di studio per essere appresa con sicurezza, ma tuttavia senza degli appunti, l'apprendimento può risultare piuttosto lungo e noioso. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida con una serie...
Università e Master

Appunti di probabilità e statistica

La statistica è quella materia che studia, partendo dall'osservazione di specifici gruppi di soggetti, come i fenomeni si verificano, i metodi di rilevazione e le leggi che regolano ciò. La Probabilità è proprio quella sezione della statistica che...
Università e Master

Come calcolare la densità planare

In questa guida capirete come calcolare la densità planare in tre semplici passi. In questi tre passi andrete a vedere nello specifico cos'è una densità planare e come viene calcolata. Infine, vi porterò un esempio pratico del calcolo della densità...
Superiori

Come calcolare la densità lineare

La densità lineare detta anche massa lineare è una misura di massa per unità di lunghezza. La densità lineare riferita alla massa si può calcolare per gli oggetti monodimensionali, cioè oggetti in cui una dimensione è più grande rispetto alle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.