Come calcolare l'omotetia inversa di una figura geometrica

Tramite: O2O 22/02/2020
Difficoltà: media
19
Introduzione

L' omotetia è una particolare trasformazione geometrica del piano che ingrandisce o rimpiccolisce un oggetto mantenendo costanti gli angoli e quindi la forma dell'oggetto. In particolare si ha l'omotetia inversa quando il rapporto di omotetia K assume un valore negativo. Date queste premesse, vediamo ora come calcolare l'omotetia inversa di una figura geometrica.

29
Occorrente
  • Software didattico sulle omotetie
  • Carta millimetrata
39

Osservare la costante K

L'omotetia di una figura geometrica M si ottiene stabilendo un centro O esterno al triangolo e una costante di omotetia K. Quando si calcola l'omotetia di una figura geometrica è molto importante osservare la costante K. Quest' ultima se si presenta maggiore di uno si ottiene un ingrandimento della figura mentre se il suo valore è inferiore a uno si ha un rimpicciolimento. Inoltre se K è uguale a 1 avremmo una sovrapposizione dell'immagine mentre se il suo valore è uguale a zero parleremo di un collasso del piano nel punto O.

49

Calcolare l'omotetia inversa di un quadrilatero

Passiamo ora alla realizzazione di alcuni esempi di tipo pratico che possano descrivere in maniera concreta come calcolare l'omotetia inversa di una figura geometrica. Iniziamo, analizzando le proprietà di una figura geometrica classica come il quadrilatero. A tal proposito, supponiamo di voler trasformare con una omotetia un quadrilatero qualsiasi. Fissiamo il centro di trasformazione all'altezza del vertice C e stabiliamo che il valore di K sia uguale a 2. In questo modo, otterremo un ingrandimento. Ai fine della definizione della scala di ingrandimento che sia uguale al valore di K, dovremo dunque fissare il centro corrispondenza di un vertice della figura presa in esame. Seguendo questa modalità, otterremo infatti una proporzionalità diretta tra la costante K e il fattore di ingrandimento o quello di riduzione. Questo sii verificherà perché si annulla la componente di spostamento sul piano, la quale verrà data dalla posizione del centro esterno rispetto alla posizione della figura di partenza.

Continua la lettura
59

Calcolare l'omotetia inversa di un triangolo

Ora passiamo allo svolgimento di un secondo esempio, stavolta rappresentato da una figura di tipo triangolare. Per calcolare l'omotetia inversa di questa particolare figura geometrica, prendiamo in considerazione un triangolo con i vertici che chiameremo A,B, C, e trasformiamolo con una omotetia. Per prima cosa stabiliamo un punto 0, ovvero il centro dell'omotetia dove passano tutte le rette che attraversano i punti corrispondenti che andremo a rappresentare. Adesso non ci resta che stabilire il valore di K in modo da ricavarci i valori del triangolo trasformato A'B'C'. A' ci è dato dal rapporto tra K* e le coordinate (x, y) di A, cioè A'x' = k*x mentre A' y' = k*y. Quindi A' avrà coordinate (x', y'). Allo stesso modo andiamo a ricavarci i valori di B' e C'. Analizziamo quest'ultima azione servendoci dell'esempio illustrato nel prossimo paragrafo.

69

Effettuare la riproduzione su un piano cartesiano

Costruiamo su un piano cartesiano un triangolo ABC, rispettivamente di coordinate A (2 , 1) B (3,4) e C (1, 3). Costruiamo un triangolo A'B'C' conoscendo la costante di omotetia uguale a - 2 e che il centro dell'omotetia corrisponde all'origine degli assi. Per prima cosa ricaviamoci i valori dei vertici A', B' e C'. Il vertice A' avrà coordinate (-4, -2,) poiché A'x' è uguale a k*Ax cioè -2+2 che è uguale a -4 mentre A'y' è uguale a k*Ay cioè -2*1 = -2. Questo ragionamento dovrà essere ripreso per ricavare i valori di B', che avrà dunque coordinate (-6,-8) e di C', con coordinate (-2,-6). Dopo aver trovato le coordinate del triangolo trasformato, sarà possibile andarlo a riprodurre sul piano cartesiano.

79

Calcolare il valore del coefficiente di omotetia

Inoltre, se conosciamo ad esempio le coordinate del triangolo ABC e le coordinate di un vertice del triangolo A'B'C', potremo ricavare, attraverso una formula inversa, il valore del coefficiente di omotetia K. Quindi, sapendo le coordinate di A (x, y) e quelle di A' (x', y'), sarà possibile possiamo ricavare K. Questa sarà infatti uguale al rapporto tra x' e x. Analogamente, dopo aver individuato le coordinate di K, potremo ricavarei i valori di B' e C' in modo da realizzare il triangolo trasformato.

89
Guarda il video
99
Consigli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come calcolare l'area di un rettangolo

In questa guida vi spiegheremo come calcolare l'area di un rettangolo, quale è la formula che dovrete andare ad applicare per calcolarla. All'inizio sarà descritta la definizione in geometria del rettangolo, poi analizzeremo le sue caratteristiche,...
Elementari e Medie

Come calcolare il lato del rombo

La guida che andremo a sviluppare ora, si occuperò di geometria e, nello specifico, si concentrerà sulla figura geometrica del rombo. L'obiettivo che ci porremo sarà quello di spiegarvi Come calcolare il lato del rombo.Quando si studia, ognuno ha i...
Elementari e Medie

Come calcolare il perimetro di un quadrilatero

Il termine geometria significa letteralmente misura della Terra. Si può affermare senza ombra di dubbio che la geometria è quella branca della matematica che studia le forme nel piano e nello spazio e le relazioni che intercorrono tra esse. In questo...
Elementari e Medie

Come calcolare l'altezza di un triangolo isoscele

Il triangolo isoscele è una figura geometrica piana che ha due lati della stessa lunghezza e gli angoli adiacenti alla base congruenti tra loro. L'angolo originato dall'intersezione dei due lati obliqui si chiama "angolo al vertice", mentre gli ulteriori...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area di un rombo

Un rombo è un quadrilatero in cui tutti i lati sono uguali, paralleli a due a due e gli angoli opposti uguali tra loro. Un quadrato è un rombo avente gli angoli tutti uguali e misuranti 90°. In questa guida sarà spiegato chiaramente come calcolare...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area e il perimetro di un triangolo scaleno

La geometria è una materia piuttosto complessa, che spesso è oggetto di studio durante la carriera scolastica. Alla base della geometria c'è lo studio delle figure piane, come sicuramente ben saprete. La figura che per prima si studia, di solito, è...
Elementari e Medie

Come calcolare la diagonale di un rettangolo

La matematica da sempre rappresenta lo spauracchio di tutti gli studenti. È una delle discipline più temute, tuttavia con un poco di pazienza e tanta pratica anche la matematica può diventare di facile comprensione. La geometria, è una branca della...
Elementari e Medie

Come calcolare il volume di un cilindro

Il cilindro è un solido di rotazione, ovvero un solido generato da una figura in una rotazione intorno ad un asse. In particolare, il cilindro è una forma geometrica che si ottiene facendo ruotare un rettangolo su uno dei suoi stessi lati. Questo solido...