Come calcolare l'ipotenusa di un triangolo isoscele

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scuola è un luogo fondamentale per poter studiare, e comprendere al meglio le varie materie. Tra le varie materie scolastiche troviamo, l'italiano, la geografia, la storia, l'inglese, l'arte, diritto, l'economia aziendale, ma soprattutto la matematica. In questa guida attraverso passaggi facili e veloci, vedremo come calcolare l'ipotenusa di un triangolo isoscele.

26

Occorrente

  • foglio
  • penna
36

Le materie specifiche

La matematica si suddivide in altre materie più specifiche, cioè l'algebra e la geometria. Quest'ultima materia si occupa del calcolo geometrico, ossia gli angoli delle varie forme. Tra le forme geometriche troviamo, il quadrato, il rettangolo, l'esagono, il cono e il triangolo. Il triangolo prende tre forme diverse, cioè triangolo isoscele, triangolo equilatero, triangolo scaleno. Nel triangolo viene calcolato l'aria, il perimetro, la base, l'altezza ma anche l'ipotenusa. Per calcolare la lunghezza dell'ipotenusa si applica il teorema di Pitagora. Tale teorema afferma che: in un triangolo rettangolo il quadrato costruito sull'ipotenusa è sempre equivalente alla somma dei quadrati costruiti sui cateti. In formula: AC= √ (AH² + CH²).

46

Il teorema di Pitagora

Dato un triangolo isoscele ABC, tracciamo l'altezza h dal vertice C. Essa dividerà la base AB a metà ottenendo due lati uguali. Poniamo H il punto in cui l'altezza h incontra la base AB. I lati AH e BH rappresenteranno uno dei cateti dei due triangoli rettangoli. Ecco qualche esempio pratico. Sia dato un triangolo isoscele ABC di altezza CH = 6 cm e base AB= 4 cm. Calcolare l'ipotenusa del triangolo isoscele. Per quanto detto precedentemente, calcolare l'ipotenusa del triangolo isoscele equivale a calcolare la lunghezza di uno dei due cateti (AC oppure CB). Dividiamo per 2 la base AB e otteniamo: AH = AB / 2 = 2 cm. Applicando il teorema di Pitagora abbiamo: AC = √ (AH² + CH²) = √ (2² + 6²) = √ 40 = 6,32 cm. L'altro cateto, invece viene rappresentato dall'altezza CH ed è comune ai due triangoli. Applicando il teorema di Pitagora esposto nel passo precedente è possibile calcolare l'ipotenusa del triangolo isoscele.

Continua la lettura
56

Dato un triangolo isoscele

Ecco un altro esempio. Sia dato un triangolo isoscele ABC di superficie S = 14 cm² e base AB = 4 cm. Calcolare l'ipotenusa del triangolo isoscele. Questa volta abbiamo l'area del triangolo e la base, ci occorre l'altezza. Ricordiamo che l'area di un triangolo viene calcolato da: S = (base * altezza) / 2 nel nostro caso: S = (AB * CH) / 2. Applicando la formula inversa abbiamo: CH = (S * 2) / AB = (14 * 2) / 4 = 7 cm. Ora abbiamo tutti i dati necessari per calcolare l'ipotenusa, effettuando i calcoli come nell'esempio precedente vediamo che: AH = 4 / 2 = 2 cm. CH = 7 cm. AC = √ (2² + 7²) = √ 53 = 7,28 cm.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un consiglio che potete prendere in considerazione, è di utilizzare una buona calcolatrice scientifica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come calcolare l'altezza di un triangolo isoscele

Il triangolo isoscele è una figura geometrica piana che ha due lati della stessa lunghezza e gli angoli adiacenti alla base congruenti tra loro. L'angolo originato dall'intersezione dei due lati obliqui si chiama "angolo al vertice", mentre gli ulteriori...
Elementari e Medie

Come costruire un triangolo isoscele dati i lati uguali e l'altezza

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter costruire un triangolo isoscele dati i lati uguali e l' altezza. Cercheremo di risolvere questo problema nella maniera più semplice e veloce possibile, affinché poter applicare...
Elementari e Medie

Come costruire un triangolo rettangolo dati un cateto e l'ipotenusa

Il triangolo rettangolo è una figura geometrica caratterizzata non solo dall'avere 3 lati (come tutti i triangoli) ma dal fatto che l'angolo formato dai suoi lati (detti cateti) è retto e, quindi, pari a 90°. Inoltre il lato opposto a tale angolo è...
Elementari e Medie

Come calcolare la base di un triangolo rettangolo

Un triangolo viene definito rettangolo quando uno dei suoi angoli interni, costituito dall'incontro di due lati (i cateti), è un angolo retto, cioè ha un ampiezza di 90°. Il lato opposto all’angolo retto viene chiamato ipotenusa. Per calcolare la...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area di un triangolo rettangolo

La matematica è una materia piuttosto complessa e ricca di argomenti, molti dei quali piuttosto complicati da capire al primo colpo, ma con un po' di studio ed impegno sarà possibile fugare ogni dubbio. Quante volte ci sarà capitato, studiando materie...
Elementari e Medie

Come calcolare l'area e il perimetro di un triangolo scaleno

La geometria è una materia piuttosto complessa, che spesso è oggetto di studio durante la carriera scolastica. Alla base della geometria c'è lo studio delle figure piane, come sicuramente ben saprete. La figura che per prima si studia, di solito, è...
Elementari e Medie

Come calcolare il cateto maggiore di un triangolo rettangolo

I triangoli rettangoli hanno un rapporto costante tra i quadrati dei due cateti e dell'ipotenusa, noto anche come teorema di Pitagora. I cateti sono le due parti che formano un angolo retto di novanta gradi, mentre l'ipotenusa è l'altro lato. È possibile...
Elementari e Medie

Come calcolare la base maggiore di un trapezio isoscele

Cominciamo col dire che il trapezio è una figura piana, composta da quattro lati, e secondo la proprietà dei quadrilateri ogni lato è minore della somma degli altri tre, nello specifico il trapezio ha solo una coppia di lati opposti paralleli (AD e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.