Come calcolare l'inerzia di un oggetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In fisica, quando si calcola l'inerzia di un corpo, è necessario considerare non soltanto la massa del corpo, ma anche il modo in cui essa è distribuita. Per esempio, se due automobile hanno la stessa massa, ma nella prima questa è concentrata sulla parte anteriore e nella seconda nella parte posteriore, le due auto avranno diversi momenti di inerzia. Vediamo dunque come calcolare l'inerzia di un oggetto.

24

Per trovare il momento di inerzia di un disco rotante intorno ad un asse bloccato attraverso il suo centro, bisogna rompere il disco in 8 diverse parti, per ognuna delle quali bisogna utilizzare una formula differente. Per il cilindro solido, la formula è: I= 1/2 mr ^2; per il cilindro incavato: I = mr ^2; per la sfera solida: I= 2/5 mr ^2; per la sfera incavata: I= 2/3 mr ^2; per il rettangolo rotante intorno all'asse parallelo: I= 1/3 mr ^2; per il rettangolo rotante intorno all'asse perpendicolare: I= (1/12) m (r1 ^2 + r2 ^2); per l'asta rotante intorno al suo centro: I= 1/12 mr ^2; per l'asta rotante intorno al suo punto estremo: I= 1/3 mr ^2.

34

Il calcolo dei momenti di inerzia è abbastanza semplice se bisogna esaminare soltanto il moto orbitale di piccoli oggetti puntiformi, dove tutta la massa è concentrata in un punto particolare ad un determinato raggio. Per esempio, per una pallina da golf che ruota intorno ad un filo, il momento d'inerzia dipende dal raggio del cerchio intorno al quale la palla ruota. Quindi, la formula per il calcolo sarà la seguente: I = mr ^2, dove m rappresenta la massa dell'oggetto espressa in chilogrammi ed r è il raggio del cerchio dal centro di rotazione al punto in cui tutta la massa della pallina da golf si concentra.

Continua la lettura
44

Fin qui è tutto semplice, ma ora vediamo come calcolare l'inerzia di un oggetto esteso, come un'asta, dove ogni momento della massa si trova in un raggio diverso. Non esiste un modo semplice per affrontare questo calcolo, quindi è necessario riassumere il contributo di ogni particella della massa ad ogni raggio diverso, attraverso la formula: I= Σmr ^2. È possibile utilizzare questo concetto per addizionare i momenti di inerzia di tutti gli elementi per ottenere il totale, in modo da poter calcolare il momento di inerzia di qualsiasi distribuzione della massa. Ecco un esempio con due masse puntiformi, che è un po' più complesso di un singolo punto di massa. Prendendo in considerazione due palline da golf, e volendo sapere il modo in cui il loro momento di inerzia è combinato, bisogna assegnare il raggio r1 alla prima pallina e un raggio r2 alla seconda. Il momento di inerzia totale lo si può calcolare mediante la formula: I= Σmr ^2= m (r1 ^2 + r2 ^2).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come si calcola il momento d'inerzia di una trave

La fisica e la meccanica sono due materie correlate tra di loro, non facili da capire a primo impatto. Ci vogliono infatti diversi anni di studio e preparazione per poter padroneggiare al meglio queste materie, ma una volta capite possono aprire la mente...
Superiori

Il principio di conservazione del moto angolare

Il momento angolare, il momento della quantità di moto e il momento di rotazione sono la stessa cosa. Invece il momento angolare di un sistema si trova facendo la somma dei momenti angolari dei corpi rigidi appartenenti al sistema. Per un corpo rigido...
Superiori

Le prima legge della dinamica

Vi siete mai chiesti perché, quando il treno accelera, voi vi sentite spinti all'indietro, e, quando frena, venite spinti in avanti? Questo fenomeno dipende dalle leggi (o principi) della dinamica. In particolare, dipende dalla prima legge, di cui parleremo...
Università e Master

Come calcolare la resistenza al moto

Nel'ambito della fisica, il moto è ogni mutamento di posizione di un corpo. Tali cambiamenti sono però legati ad una serie di fattori (ovvero di forze), che danno origine al moto stesso. Lo studio di tali forze prende il nome di "dinamica". Esiste una...
Superiori

Leggi della dinamica: appunti

Tra le sottoclassi più affascinanti della fisica c'è senza dubbio la dinamica. Se la cinematica studiava il moto dei corpi rigidi, la dinamica si occupa invece delle cause che generano tali moti. Le cause che permettono ai corpi rigidi (cioè a corpi...
Università e Master

Chimica organica: le reazioni degli alcani

Gli alcani sono quegli idrocarburi (composti formati da idrogeno e carbonio) in cui tutti gli atomi di carbonio sono legati tra loro tramite legami semplici. Esistono particolari tipi di alcani, detti cicloalcani, che non sono altro che idrocarburi che...
Superiori

Fisica: i principi della dinamica

Quando si parla di Dinamica si intende quella parte della Fisica che si occupa di studiare come si muovono i corpi per effetto delle forze che agiscono su di essi. Esistono infatti diversi tipi di forze che agiscono sui corpi e ne modificano il movimento....
Superiori

Appunti sulla teoria della relatività

Avete dubbi sulla teoria della relatività e non sapete come risolverli? Non temete, in questo tutorial vi forniremo dei brevi appunti a riguardo.Prima di introdurre l’argomento, dovete avere chiaro il concetto di teoria della relatività. Il principio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.