Come calcolare l'impedenza di un induttore

Di: Davide D.
Tramite: O2O 29/09/2021
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida verranno forniti degli utili consigli su come calcolare l'impedenza di un induttore. Premesso ciò, come molti di voi sapranno la corrente elettrica indipendentemente se di tipo alternata, continua o impulsiva crea in ogni caso un campo magnetico durante il proprio passaggio tramite un induttore. Esiste inoltre una forza capace di opporsi a tale fenomeno ed è comunemente denominata impedenza. Questo dato così importante, si può calcolare attraverso una serie di valori specifici di tutti i resistori presenti nel sistema elettrico che si sta creando. Per portare a buon fine l'operazione elaborando i suddetti dati, serve però una certa conoscenza di base di algebra e nozioni di matematica. In riferimento a quanto sin qui premesso, ecco una guida con tutte le informazioni utili su come calcolare l'impedenza di un induttore.

27

Occorrente

  • Utensili vari
  • Testi di elettronica
37

Utilizzare un multimetro digitale

Per prima cosa dovrete utilizzare un multimetro digitale in modo da determinare la resistenza di ogni singolo resistore. Per eseguire questa operazione rimuovetelo dal circuito e leggete sul display il valore espresso in Ohm. Inoltre va sottolineato che in alternativa potete anche visualizzare il codice dei colori presenti sull'elemento in oggetto. A tale proposito ci sono sia dei testi che dei siti Internet che vi possono decifrare il valore di un resistore in base al numero di strisce colorate di cui si compone. Infine va detto che nel calcolo della resistenza totale dovete comunque tenere a mente che per i resistori connessi in serie il valore è dato dalla somma di quelli connessi sul circuito, mentre per quelli collegati in parallelo il totale è la somma di 1 diviso il valore di ogni resistore.

47

Determinare la reattanza dell'induttore

Un altro importante test necessario per calcolare l'impedenza di un induttore consiste nel determinarne la reattanza, e nello specifico si tratta di sommare nel circuito le impedenze. Per calcolare il valore che viene espresso in Henry è anche in questo caso necessario rimuovere l'induttore dal circuito, e inserirlo in una particolare basetta in rame formata da un resistore e da un generatore di corrente alternata. Per quanto riguarda invece la parte teorica, va altresì aggiunto che è possibile studiare il circuito e il valore determinato, moltiplicando l?induttanza per la frequenza espressa in Hertz e tenendo conto del fattore 3,14 e 2. Alla fine è sufficiente sommare le reattanze dei condensatori presenti nel circuito per ottenere la suddetta reattanza di ogni singolo induttore.

Continua la lettura
57

Sommare il valore delle reattanze

A questo punto per completare il calcolo dell'impedenza di un induttore, è importante sottolineare che è necessario conoscere la reattanza totale del circuito, sommando cioè il valore totale delle impedenze e quello dei condensatori. L?impedenza in oggetto dal punto di vista algebrico è determinata dalla radice quadrata della somma del quadrato della resistenza totale più il quadrato della reattanza totale. Questa semplice formula vi consentirà quindi di determinare l'impedenza di un induttore, e garantirvi poi il suo corretto funzionamento una volta inserito nel circuito elettrico che avete creato.

67

Utilizzare un saldatore a stagno

A margine di questa guida vale la pena sottolineare che dovendo procedere alle misurazioni di ogni singolo resistore o condensatore su un circuito stampato, come accennato in precedenza è necessario rimuoverli dalla loro calettatura. Per fare ciò, è quindi necessario avere a disposizione un utensile noto come aspirastagno e utilizzare un saldatore anch'esso specifico per fondere questo tipo di metallo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la reattanza

La reattanza induttiva di un induttore dipende dalla sua induttanza e dalla frequenza applicata. La reattanza aumenta linearmente con la frequenza. È possibile esprimere questo come una formula per calcolare la reattanza ad una particolare frequenza....
Superiori

Come calcolare gli angoli di fase nei circuiti RLC

Per un ingegnere elettronico o per chiunque abbia a che fare con circuiti e sistemi complessi, conoscere la propria materia è fondamentale. Sia che si tratti di una passione coltivata in privato, sia che si tratti di lavoro, per un professionista è...
Superiori

Come calcolare le derivate con la calcolatrice

Le derivate, in matematica, sono uno strumento per calcolare la tangente in un punto ad una funzione, al tempo stesso si possono utilizzare per calcolarne l'andamento, la concavità e la convessità. La derivata di una funzione è a sua volta una funzione,...
Superiori

Come calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa in triangolo rettangolo

In questo tutorial, potrete scoprire oggi, come calcolare l'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo rettangolo, meglio anche conosciuto come secondo teorema di Euclide. Il calcolo dell'altezza relativa all'ipotenusa in un triangolo rettangolo è...
Superiori

Come calcolare volume e densità

A volte, quando si frequentano gli istituti superiori, i professori chiedono di calcolare il volume e la densità di un solido di forma regolare oppure irregolare. All'inizio il problema sembra di difficile soluzione, ma non bisogna demoralizzarsi. Basta...
Superiori

Come calcolare il raggio di una circonferenza inscritta in un triangolo

Questa guida potrà essere utile per scoprire come calcolare in modo semplice e veloce il raggio di una circonferenza inscritta in un triangolo. Nonostante possa sembrare un calcolo complesso e che richiede una base di studio e metodo, si tratta invece...
Superiori

Come calcolare le derivate parziali miste

In questa guida ti insegnerò come calcolare le derivate parziali miste. Le derivate parziali miste servono nelle funzioni a due variabili per calcolare, per esempio, massimi, minimi e punti di sella. Può sembrare un concetto incredibilmente complesso...
Superiori

Come calcolare il peso atomico di una molecola

Se state studiando chimica e dovete affrontare un esame, un test oppure una interrogazione, sicuramente dovrete imparare a calcolare la massa atomica e la massa molecolare di un atomo o di una molecola. Sebbene si tratti di un calcolo semplice, che non...