Come calcolare l'errore di sensibilità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per " Errore di sensibilità " generalmente si intende l'errore di risoluzione che viene commesso ogni qualvolta si viene a creare un dato valore situato sempre tra due successive suddivisioni, riportate nella scala graduale di un qualsiasi strumento. Il momento in cui volete calcolare l'errore di sensibilità dovete sempre considerare come valore autentico quello che riuscite a leggere sullo strumento, tenendo anche conto dell'incertezza di misura e della semiampiezza che uno strumento riesce a rilevare. Continuate la lettura di questo interessante articolo e scoprirete come calcolare l'errore di sensibilità.

26

Prendete in considerazione la misura che viene rilevata dallo strumento che state esaminando

Prima di addentrarci nel merito di come si calcola l'errore di sensibilità vi faccio una piccola premessa: quando vi appresterete a dover fare questo calcolo, tenete sempre presente che la sensibilità di uno strumento qualunque è rappresentata dalla minima variazione della sua lunghezza complessiva. Questo significa che dovete tenere conto della misura che viene rilevata dallo strumento che state esaminando. Ricordatevi anche che se i dati di cui siete a conoscenza variano anche di poco, non sarà più possibile calcolare l'errore perché lo strumento non lo rileverà.

36

Provate a misurare la lunghezza di un oggetto

Con un semplice esempio esplicativo cerchiamo di rendere più chiaro il concetto di base. Fate finta che volete misurare la lunghezza di un oggetto usando uno strumento misuratore in grado di calcolare soltanto i centimetri: l'errore di sensibilità in questo caso si ha a causa dello strumento che non essendo dotato dei millimetri non è in grado di fornire una misurazione precisa. In questo caso la misurazione può essere falsata sia per difetto che per eccesso. Se dopo avere misurato l'oggetto prescelto con lo strumento di cui abbiamo appena parlato provate a misurarlo nuovamente con uno strumento più preciso, il margine di sbaglio sarà molto più basso di quello precedente, pur non essendo perfetto al 100%.

Continua la lettura
46

Tenete presenti i dati di misurazione per quanto riguarda la massa media

L'errore di sensibilità può tornare molto utile soprattutto a chi ha bisogno di fare dei calcoli di fisica, anche se sarà sicuramente improbabile riuscire a compiere una misurazione precisa fino al millimetro. Ricordatevi comunque che un minimo margine di errore è assolutamente comprensibile. Per calcolare nel modo più preciso possibile l'errore di sensibilità bisogna quindi tenere presenti i dati di misurazione per quanto riguarda la massa media, come per esempio 7, e sottrarre il dato dell'incertezza (rilevato con lo strumento). In questo modo potrete ottenere il risultato della misura. Seguendo il nostro esempio, si potrà ottenere oltre al risultato anche il valore della divisione minima, per arrivare all''errore di sensibilità.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'errore assoluto del perimetro

Come già sappiamo nessuna misura che prendiamo, nessun calcolo che eseguiamo è preciso. Tutti presentano degli errori che, in campo matematico e fisico, sono stati classificati in due grandi categorie: errori relativi ed errori assoluti. Per definizione...
Superiori

Come calcolare l'errore assoluto nelle misure indirette

Prima di passare al nocciolo della questione, è opportuno soffermarsi sul concetto di misura indiretta partendo da un semplice esempio. Supponiamo di dover misurare la lunghezza di due banchi affiancati e di poter effettuare la misura disponendo esclusivamente...
Superiori

Come calcolare l'errore di campionamento

I fattori responsabili della generazione di un errore di campionamento possono essere numerosi, ma quasi nella totalità dei casi si devono alla selezione viziata oppure alla variazione casuale. L'errore di campionamento di solito è condizionato...
Superiori

Come calcolare l'errore sistematico

Se siete alle prese con gli studi scientifici, come ad esempio chimica e fisica, probabilmente avrete incontrato difficoltà con il calcolo dell'errore sistematico. Si tratta di un argomento inerente alla metrologia: l'errore sistematico, anche detto...
Superiori

Tecniche per calcolare l'errore di graficismo

Per chiunque abbia avuto modo di accostarsi al mondo dell'architettura sarà nota la definizione e l'importanza dei rilievi. Questo processo ha lo scopo di rappresentare un complesso architettonico, servendosi di documenti quali, documenti catastali,...
Superiori

Come calcolare l'errore massimo in fisica

La Fisica, in quanto scienza sperimentale, comporta sempre un errore in ogni misurazione. La branca della fisica che si occupa della problematiche connesse alla misurazione delle grandezze fisiche è la Metrologia, una disciplina antica che si diffuse...
Superiori

Come calcolare la sensibilità di una termocoppia

Nel campo della ricerca e in quello industriale, la termocoppia è lo strumento più utilizzato. È un sensore formato da due metalli differenti, uniti alle estremità da una saldatura, impiegato per misurare la temperatura. Vediamo nello specifico, come...
Superiori

Come calcolare l'errore relativo in fisica

La fisica è una disciplina che studia i fenomeni naturali secondo metodi scientifici, così come fa intendere la sua radice etimologica, derivante dal greco "tà physicá" (cose naturali). Si tratta di una materia complessa, per il cui studio sono necessari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.