Come calcolare l'attrito volvente

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Alcune materie scolastiche sono purtroppo un vero e proprio incubo per gli studenti; lo scoglio maggiore da superare sono senza dubbio sicuramente le materie scientifiche dall'algebra alla fisica, dalla chimica alla matematica. Specialmente negli ultimi mesi di scuola (per i liceali) o negli ultimi giorni prima di un esame (per gli studenti universitari), colmare le ultime lacune è quasi una corsa contro il tempo e crescono ansia e paura di non farcela. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo come calcolare l'attrito volvente.

25

Definizione

Per attrito volvente si intende, in senso generale, quella forza di attrito che semplicemente si manifesta su un corpo che si muove su di un altro corpo senza strisciare (quindi rotolando), modificando, quindi, continuamente la superficie di contatto. Praticamente su questa forza ci sono alcune leggi generali, per esempio l'attrito volvente è proporzionale alla forza normale che agisce sulla superficie di contatto; è inversamente proporzionale al raggio del corpo che rotola, infine, esso dipende dalla natura e dallo stato dei due corpi a contatto.

35

Formula

Una prima formula che possiamo enunciare e che vale per il caso più semplice, cioè una pallina su un tavolo, è uguale a: M= bmg; dove M indica il valore delle forze di attrito volvente, mentre mg indica la forza gravitazionale che parte dal centro della pallina. Un'altra formula appena un po' più complessa per detterminare la forza di attrito volvente e che può essere estesa a più corpi rotolanti su qualsiasi superficie è: Fa= Nv x Fn/r, dove Nv è il coefficiente di attrito volvente con unità di misura in metri o centimetri; Fn è la componente normale sulla superficie di contatto e si calcola in Newton mentre r è il raggio del corpo che si calcola anch'esso in metri o centimetri.

Continua la lettura
45

Effetto

Quando vediamo praticamente una palla rotolare su un campo di calcio o per strada non ci stupiamo più di tanto, perché è un'immagine che vediamo da sempre, ma dietro a questo movimento ci sono processi e fenomeni fisici che valgono la pena essere studiati. Ritornando alla palla lanciata su una superficie, vediamo che essa comincia a rotolare dopo una spinta, fin quando, in assenza di forze, comincia a rallentare fino a fermarsi del tutto per assenza di energia cinetica. Dagli studi sappiamo che la fine del movimento non dipende dall'attrito statico né dall'attrito del corpo su cui rotolano, ma entra in gioco un altro fenomeno, tipico e specifico di questi casi: l'attrito volvente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la forza di attrito su un piano inclinato

L'attrito è la forza che si oppone al moto di qualsiasi oggetto. Per fermare un oggetto in movimento, una forza deve agire in senso opposto alla direzione di movimento stesso. Per esempio, se viene esercitata una pressione su un libro sulla scrivania...
Superiori

Come calcolare la forza di attrito minima

La forza di attrito è una forza che si oppone al movimento di due corpi ed è uno degli argomenti cardine della fisica. Oggi si possono osservare degli esempi pratici di questo argomento nel mondo reale e per questo potrebbe risultare molto utile sapere...
Superiori

Appunti di fisica: attrito e rotolamento

Come sicuramente già sapete, nelle problematiche della dinamica, è necessario considerare anche alcune particolari tipologie di forze che si presentano nel momento in cui un qualunque corpo viene messo in moto e terminano quando quest'ultimo si ferma,...
Superiori

Come trovare il coefficiente d'attrito dinamico

Attraverso i passaggi successivi questa guida ci occuperemo di spiegarvi come è possibile trovare, in maniera semplice e precisa, il coefficiente d'attrito dinamico, che viene perfettamente contraddistinto dal simbolo u (k). Si tratta di un parametro...
Superiori

Come calcolare l'angolo di un piano inclinato

In fisica, per piano inclinato si intende una particolare macchina semplice costituita da una superficie piana disposta in modo tale da formare un angolo maggiore di 0° e minore di 90° rispetto alla verticale, che viene rappresentata dalla direzione...
Superiori

Come calcolare i vettori di una forza

Il calcolo principale dei vettori delle forze nei corsi d'introduzione alla fisica provoca la decomposizione di un vettore forza in componenti perpendicolari: i vettori si scompongono in serie, dove la testa di ciascuno di essi è corrispondente alla...
Superiori

Come calcolare la pendenza di un piano inclinato

Per calcolare la pendenza di un piano inclinato (come ad esempio una scivola) dobbiamo rifarsi alla fisica. Infatti, questo è uno strumento di laboratorio formato da un piano obliquo (con la caratteristica di formare angoli che vanno da 0 a 90°) ed...
Superiori

Come Calcolare La Forza Elastica E Il Moto Armonico

Molto spesso la fisica sembra complicatissima da capire, con tutte le definizioni da imparare e tutte le formule da comprendere, ma basta una guida chiara e semplice per riuscire a capire i concetti fondamentali. Nella guida seguente vedremo come fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.