Come calcolare l'apotema di un cono

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cono è un solido che ha origine dalla rotazione di un'altra figura della geometria piana: il triangolo rettangolo. I due lati che formano l'angolo retto sono detti cateti ed il lato opposto ipotenusa. Il cateto intorno al quale si sviluppa la rotazione è l'altezza del cono e si indica con la lettera "h". Mentre l'altro cateto costituisce il raggio della base e con la sua rotazione genera una circonferenza che si indica con la lettera "r". Infine, l'ipotenusa del triangolo che si indica con la lettera "a" è l'apotema. Il cono è caratterizzato dalla presenza di due superfici: la base circolare e quella laterale che è la punta del cono. Leggendo il tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come calcolare l'apotema del cono.

26

Definizione

Per poter calcolare l'apotema del cono bisogna conoscere una serie di elementi. Per poter eseguire questa operazione si hanno a disposizione due diverse formule; entrambe però presuppongono la conoscenza di almeno un dato che può essere l'altezza (h), il raggio (r) oppure l'area laterale del cono (Al). Si può dire che l'apotema è un valore che consente di ricavare tutte le altre misure del cono. Esso serve per calcolare l'area laterale, il raggio, l'altezza e la circonferenza di base. Se non si conosce l'apotema è possibile ricavarla con delle formule inverse, utilizzando i dati noti.

36

Prima formula

La prima formula per il calcolo dell'apotema è la seguente: a=Al: (π*r). Essa si ricava dividendo la misura dell'area laterale (Al) del cono per il prodotto del valore di π e quello del raggio. Il π è il numero fisso ed equivale a 3,14; esso viene utilizzato in geometria per i calcoli delle circonferenze. Se nell'esercizio assegnato vengono i due dati, cioè "Al" e "r" bastano soltanto pochi passaggi per calcolare la misura dell'apotema. Se invece nel problema non sono indicati questi dati è possibile ricavarli utilizzando le formule inverse. Ad esempio quando si conosce il volume del cono e l'altezza si può calcolare il raggio.

Continua la lettura
46

Seconda formula

La seconda formula è: a=√h² *r². Questa espressione a prima vista può sembrare abbastanza complicata per la presenza della radice quadrata, ma in realtà si tratta di un'operazione relativamente semplice. Basta conoscere il valore del raggio e dell'altezza del cono; successivamente si devono elevare entrambi al quadrato e calcolare la radice quadrata del loro prodotto. Come si può notare sono sufficienti pochi e semplici passaggi per poter ricavare la misura dell'apotema.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'area e il volume del cono

In questa guida vi sarà illustrato come calcolare l'area e il volume del cono. Il cono è un solido di rotazione, ottenuto a seguito del giro completo di un triangolo rettangolo intorno ad uno dei cateti. Il cateto preso in considerazione costituisce...
Superiori

Come calcolare l'altezza di un tronco di cono

Stai studiando la geometria solida? Hai bisogno di calcolare l'altezza di un tronco di cono ma non sai come fare? Prima di tutto, devi sapere che il tronco di cono è un cono al quale è stata tagliata la punta. È uno dei solidi di rotazione più studiati....
Superiori

I solidi di rotazione

Nella geometria euclidea o classica, che è quella che si studia comunemente a scuola, i solidi di rotazione rivestono un ruolo estremamente importante. I solidi di rotazione sono quelli che vengono generati dalla rotazione di una figura geometrica piana...
Superiori

Come Calcolare l'altezza di un cono conoscendo il raggio e l'area della superficie laterale

Per calcolare l’altezza di un cono, non è poi così difficile, basterà applicare alcune formule, ed attraverso dei semplici passaggi e naturalmente dei ragionamenti logici potremo risolvere le formule. Intanto per ulteriori informazioni seguite gli...
Superiori

Come calcolare l'altezza di un tronco di cono conoscendo la superficie e i raggi delle due basi

Il tronco di cono non è altro che un solido che si ottiene dall'intersezione di un cono con un piano parallelo alla base del cono stesso. Nella seguente guida, a tal proposito, verrà spiegato in maniera semplice e piuttosto veloce, come calcolare l'altezza...
Superiori

Come Calcolare il raggio della circonferenza base di un cono

Il cono è una figura geometrica solida generata dalla rotazione di un triangolo intorno ad uno dei suoi lati, che viene anche identificato come "asse". È possibile identificare un cono semplicemente come una piramide avente alla base una circonferenza....
Superiori

Come calcolare l'apotema di un triangolo rettangolo

In ambito geometrico, al fine di ottenere dei risultati corretti su calcoli effettuati, risulta fondamentale apprendere tutte le regole che comprendono la materia. È necessario quindi conoscere le diverse formule da applicare in base ai risultati che...
Superiori

Come calcolare l'apotema di un rombo

La geometria è sicuramente una materia molto interessante, anche se delle volte ci troviamo a dover risolvere problemi non proprio facili ma, tuttavia risolvibili utilizzando le giuste formule. Per i geometri, gli architetti e specialmente per gli studenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.