Come calcolare l'angolo di un piano inclinato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In fisica, per piano inclinato si intende una particolare macchina semplice costituita da una superficie piana disposta in modo tale da formare un angolo maggiore di 0° e minore di 90° rispetto alla verticale, che viene rappresentata dalla direzione in cui si esplica la forza di gravità (che può essere determinata, per fare un esempio, attraverso un filo a piombo). Dal punto di vista pratico, il piano inclinato viene comunemente utilizzato per lo spostamento di corpi, impiegando uno sforzo minore rispetto a quello necessario per il loro sollevamento verticale. Nell'ambito del laboratorio, il piano inclinato può essere utilizzato per svolgere degli esperimenti che prevedano la determinazione del valore dell'accelerazione di gravità (ovvero quella grandezza che regola il moto dei corpi verso il centro della Terra). Durante tali esperimenti, si utilizza un piano inclinato perfettamente levigato, lungo il quale si dovrà far scivolare un corpo, anch'esso ben levigato (con lo scopo di minimizzare l'effetto dissipativo dell'attrito) e generalmente di forma sferica o cubica, effettuando misurazioni a vari angoli e con varie masse. Attraverso i passaggi successivi di questa guida, a tale proposito, ci occuperemo di illustrarvi come bisogna procedere per calcolare l'angolo di un piano inclinato. Ovviamente, prima di iniziare, è bene precisare che per capire esattamente il procedimento è necessario possedere delle conoscenze di base di geometria e di fisica.

24

Calcolare le componenti

Per cominciare, ricordiamo che, dato un piano inclinato di un angolo ‘A’ rispetto l’orizzontale, un corpo di massa m appoggiato su di esso sarà soggetto alla Forza peso, alla Forza vincolante e alla Forza di attrito. Esso rimarrà immobile fino a quando la risultante tra queste forze sarà pari a zero (condizioni di equilibrio). Tradotto in formule abbiamo: Fp = forza peso = m*g (dove g è l’accelerazione di gravità pari a 9,8 m/s). In base alle proprietà di similitudine tra triangoli possiamo procedere andando a calcolare le due componenti di Fp, che è parallela ed ortogonale al piano, e che risultano rispettivamente pari a: m*g*sen (A) e m*g*cos (A).

34

Variare l'angolo di inclinazione

A questo punto, applicando i principi di statica, possiamo definire la forza vincolante come N = -m*g*cos (A), ossia uguale (in valore assoluto) e contraria (come verso) alla componente di Fp ortogonale al piano. Per la forza di attrito statico, invece, in condizioni di equilibro varrà la seguente relazione: f <= -m*g*sen (A), ossia sarà inferiore in valore assoluto alla componente di Fp parallela al piano e contraria ad essa come verso. Come conseguenza di tutto questo, possiamo dire che variando l’angolo di inclinazione prima o poi il corpo di massa m inizierà a muoversi, in quanto è soggetto alla forza del suo peso. Indicato con ‘u’ il coefficiente di attrito dinamico possiamo definire la forza di attrito dinamico come Fd = u*m*g*sen (A).

Continua la lettura
44

Eseguire i calcoli

A questo punto abbiamo a disposizione tutte le relazioni che ci servono per poter andare a risolvere il calcolo richiesto. Facciamo un esempio pratico per riuscire a comprendere meglio i passaggi finora descritti: innanzitutto supponiamo che il corpo pesi 3,06 kg, che la forza di attrito corrisponda a 6 newton (unità di misura della forza) e che il coefficiente di attrito sia pari a 0.4. Applicando l'ultima formula che abbiamo visto, possiamo scrivere che: 6 = 0,4 * 3.06 * 9.8 * sen(A). Questo equivale a dire: sen (A) = 6/0,4*3.06*9.8. Ossia sen (A) = 0,5 (arrotondato per difetto). Si tratta di un seno notevole e precisamente del seno dell'angolo di 30°. Negli altri casi meno immediati, per risolverlo basterà semplicemente calcolare l'arco seno. Ecco che, in pochi passaggi e attraverso delle semplici operazioni, abbiamo risolto il nostro problema e calcolato l'angolo di un piano inclinato. Al fine di consolidare il concetto teorico e per verificare di aver compreso pienamente l'operazione da svolvere, il consiglio è quello di svolgere numerosi esercizi e di consultare un apposito testo per approfondire l'argomento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare la forza di attrito

Attorno a noi ci sono molti oggetti fermi. Questi, infatti, restano immobili fino a quando una qualsiasi forza esterna non interviene, muovendole. Così quando vogliamo muovere un corpo si spinge con una mano. Oppure se lo tiriamo per mezzo di una fune....
Superiori

Come calcolare la pendenza di un piano inclinato

Per calcolare la pendenza di un piano inclinato (come ad esempio una scivola) dobbiamo rifarsi alla fisica. Infatti, questo è uno strumento di laboratorio formato da un piano obliquo (con la caratteristica di formare angoli che vanno da 0 a 90°) ed...
Superiori

Come calcolare la forza di attrito minima

La forza di attrito è una forza che si oppone al movimento di due corpi ed è uno degli argomenti cardine della fisica. Oggi si possono osservare degli esempi pratici di questo argomento nel mondo reale e per questo potrebbe risultare molto utile sapere...
Superiori

Fisica: il piano inclinato

In questo articolo e in pochi e semplici passi ci occuperemo di un argomento di fisica. Nello specifico affronteremo il tema del piano inclinato. Tutti noi abbiamo studiato il piano inclinato tra i banchi di scuola, e grazie a questa guida rispolvereremo...
Superiori

Come calcolare i vettori di una forza

Il calcolo principale dei vettori delle forze nei corsi d'introduzione alla fisica provoca la decomposizione di un vettore forza in componenti perpendicolari: i vettori si scompongono in serie, dove la testa di ciascuno di essi è corrispondente alla...
Superiori

Come fare un disegno isometrico

Per disegno tecnico si intende una disciplina che incorpora una forma precisa e rigorosa di comunicazione visiva tra addetti ai lavori e coloro che si preoccupano di fornire, attraverso i metodi rappresentativi, dei dati di misura qualitativi e di forma....
Superiori

Come determinare l'equazione di un'ellisse per condizioni

In geometria, un'ellisse è una curva piana ottenuta intersecando un cono con un piano in modo da produrre una curva chiusa. Affinché la sezione conica produca una curva chiusa, l'inclinazione del piano deve essere superiore a quella della generatrice...
Università e Master

Come riconoscere se un'unità è a reggipoggio o a franapoggio

Nel caso in cui avessimo la necessità di leggere una carta geologica, uno dei fattori assolutamente fondamentali è quello di capire le geometrie delle unità geologiche, la loro immersione, inclinazione: fondamentalmente bisogna comprendere le relazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.