Come calcolare l'altezza di un tronco di cono

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Stai studiando la geometria solida? Hai bisogno di calcolare l'altezza di un tronco di cono ma non sai come fare? Prima di tutto, devi sapere che il tronco di cono è un cono al quale è stata tagliata la punta. È uno dei solidi di rotazione più studiati. Il modo di tagliare la punta determina due tipi di tronco. Se il taglio è parallelo alla base allora il tronco di cono sarà detto "semplice". Se, invece, il taglio è obliquo, il cono verrà denominato come "cono ellittico". In entrambi i casi, risulterà necessario conoscere alcuni dati che torneranno utili durante il calcolo dell'altezza, ovvero, il valore incognito. Di seguito, pertanto, verrà illustrato come calcolare l'altezza del tronco di cono.

26

Occorrente

  • penna
  • calcolatrice
  • foglio
36

La prima cosa da fare è definire ogni segmento e volume del tronco di cono tramite una lettera. La h, solitamente, rappresenta l'altezza, la A, invece, simboleggia l'area. R e r rappresentano i raggi, rispettivamente quello maggiore e quello minore. In ultimo, la a sta ad identificare l'apotema del tronco di cono. L'apotema corrisponde al lato obliquo del tronco di cono, ovvero quello che ruotando lo disegna nello spazio. Per utilizzare questa formula ti serviranno alcuni dati, tra cui, il raggio maggiore, quello minore e l'area del tronco di cono. Per facilitare la spiegazione, darò un valore numerico a queste tre misure: A= 1000 cm quadrati, r=5 cm ed R=8 cm.

46

Secondo la formula, è necessario dividere l'area per la somma dei raggi. Nel nostro caso, quindi, si otterrà: 1000 : 13 = 77 cm. A questo punto, il numero ottenuto va diviso per 3,14, ovvero, per il Pi greco. Questo numero, standard ed immutabile, rappresenta il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e quella del diametro del cerchio. Nel caso precedentemente esposto, il risultato sarà 24,5 cm. Pertanto, ecco il procedimento esplicitato: A/(r+R)=x da cui segue che x/3,14=a. Il risultato ottenuto rappresenterà, quindi, il valore dell'apotema.

Continua la lettura
56

Ecco il passaggio finale. La formula diretta, utilizzabile fin da subito se si è a conoscenza del valore dell'apotema, è la seguente: h=a al quadrato + (R-r) al quadrato, il tutto sotto radice. Quindi, bisognerà calcolare la differenza del raggio maggiore e quello minore e portarla al quadrato. Poi, basterà calcolare il quadrato dell'apotema e sommarlo a quello della differenza dei raggi. Il risultato ottenuto andrà posto sotto radice e, quindi, andrà risolta la radice stessa. Molto spesso, i risultati vengo, però, tenuti all'interno della radice stessa per semplificare il calcoli.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Con un minimo di esercizio, l'operazione risulterà molto più semplice di ciò che si possa immaginare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la superficie laterale di un tronco di cono

La geometria solida (oltre a quella piana) è una degli argomenti più interessanti che si studiano durante il percorso scolastico. Il tronco di cono è uno dei solidi più complessi, perché ricavato da un’altra figura geometrica e si ottiene dall'intersezione...
Superiori

Come Calcolare l'altezza di un cono conoscendo il raggio e l'area della superficie laterale

Per calcolare l’altezza di un cono, non è poi così difficile, basterà applicare alcune formule, ed attraverso dei semplici passaggi e naturalmente dei ragionamenti logici potremo risolvere le formule. Intanto per ulteriori informazioni seguite gli...
Superiori

Come calcolare il volume di un tronco di cono

La geometria solida rappresenta sicuramente una di quelle materie scolastiche che si adorano oppure vengono abbastanza odiate: in ogni caso, gli studenti sono costretti a farsela piacere e imparare le nozioni fondamentali durante gli anni della scuola...
Superiori

Come calcolare l'altezza di un tronco di piramide

Il tronco di piramide si ottiene tagliando una parte di questa figura geometrica (non contenente il vertice), con un piano parallelo alla base; nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi successivi, troverete esposto brevemente...
Superiori

Come disegnare la proiezione ortogonale di un tronco di cono

Tra le proiezioni ortogonali più insidiose c'è da fare i conti con una in particolare: quella riguardante il tronco di cono. Il processo per completare un esercizio del genere, però, è tutt'altro che impossibile e, anzi, con un po di esercizio può...
Superiori

Come calcolare il volume di un tronco di piramide

Il tronco di piramide è una figura geometrica che si ottiene se intersechiamo una piramide con un piano parallelo alla sua base. La procedura che consente di ottenere questa porzione è simile a quella che deve essere applicata per il tronco di cono....
Superiori

Come realizzare le proiezioni ortogonali e sviluppo di un tronco cono obliquo di piramide

Le proiezioni ortogonali e lo sviluppo di un tronco obliquo di una piramide retta a base quadrata sono delle operazioni grafiche molto più facili da realizzare di quanto si possa immaginare. È sufficiente conoscere la misura del lato e utilizzare tutti...
Superiori

Come calcolare l'apotema di un cono

Il cono è un solido che ha origine dalla rotazione di un'altra figura della geometria piana: il triangolo rettangolo. I due lati che formano l'angolo retto sono detti cateti ed il lato opposto ipotenusa. Il cateto intorno al quale si sviluppa la rotazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.