Come calcolare il valore medio e l'errore massimo in fisica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La fisica, insieme alla matematica, rappresenta una delle materie maggiormente complicate da studiare, dal momento che non è sufficiente imparare a memoria delle semplice regole. Invece è fondamentale riuscire a comprendere tutti quanti i vari passaggi che portano alla formulazione finale. Lo studio di queste materie può, pertanto, risultare abbastanza complesso in alcuni casi. Per fortuna la rete ci viene incontro, e su internet è possibile trovare moltissime guide che ci illustreranno tutti i vari argomenti trattati da queste discipline in maniera abbastanza semplice ed in questo modo non si deve fare altro che trovare la guida relativa all'argomento di proprio interesse, per poi leggere tutti quanti i passaggi attentamente. L'esecuzione di alcuni esercizi, tra l'altro, potrebbe semplificare la comprensione di queste discipline. Nei passi successivi di questa guida, in particolar modo, andremo a vedere come fare per riuscire a calcolare il valore medio e l'errore massimo in fisica.

26

Occorrente

  • Calcolatrice, fogli per appunti.
36

Le proprie considerazioni non sono assolute, per via di errori accidentali che si avvicinano ad un valore costante

Ripetendo il medesimo esperimento più di una volta, sicuramente ci si può accorgere di ottenere dei valori sempre differenti tra di loro. In buona sostanza, questo vuol dire che sono presenti degli errori accidentali, e che le proprie osservazioni non sono assolute. Le misurazioni che vengono considerate errate si avvicinano ad un valore costante, che è soprannominato valore medio. In pratica, tanto più vari risultano essere i dati sperimentali, tanto maggiori saranno gli errori accidentali. Premettendo che non è possibile ottenere il "vero" valore, tuttavia andremo a vedere come è possibile stabilire una misura da considerare attendibile.

46

E' consigliabile effettuare varie misure, sommare i valori ottenuti, dividendoli per il numero di misurazioni fatte

Naturalmente, è necessario eseguire molteplici misure, appuntandole su carta e contandole. Successivamente, possiamo supporne di averne eseguite "n". Pertanto, una volta che sono state fornite le n misure effettuate, il valore medio della propria grandezza fisica, supponendo di chiamarla x, sarà fornito dalla media dei valori di x. Quindi avremo il seguente calcolo: x = (x1 x2 x3... Xn) / n. Ad esempio, misurando la larghezza di un oggetto per cinque volte, si potrebbero ricavare le seguenti grandezze, espresse nelle medesima unità di misura, ad esempio in centimetri: 30,2; 30,4; 30,6; 30,1; 29,9. Il valore medio sarà, pertanto, fornito dalla loro somma, diviso il numero di volte in cui sono state misurate. Quindi, in caso vaso, avremo: (30,2+30,4+30,6+30,1+29,9)/5=30,24.

Continua la lettura
56

A seguire, occorre calcolare l'incertezza assoluta, anche chiamata errore massimo

Successivamente si dovrà andare a calcolare l'incertezza (oppure errore) assoluta, chiamata anche errore massimo. Un metodo abbastanza semplice per valutare l'errore della misura, consiste nel calcolare la differenza tra il valore massimo, ovvero la misura più grande che è stata ottenuta (in questo caso la possiamo chiamare xMAX) ed il valore minimo, cioè la misura più piccola che è stata ricavata (in tal caso è possibile chiamarla xMIN). A seguire occorre dividere il tutto per 2, in modo tale da ottenere il seguente calcolo eM=xMAX-xMIN/2. Pertanto l'errore massimo è la risultante della semi-differenza tra il valore massimo e quello minimo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire il numero maggiore possibile di misure.
  • Effettuare le misurazioni in maniera precisa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Derivate: regole di derivazione parziale

La matematica è una materia piuttosto ampia e complessa che racchiude in se moltissimi argomenti, molti dei quali collegati fra di loro. Tra gli argomenti più discussi e spiegati in ogni classe possiamo trovare le derivate parziali. Per imparare al...
Lingue

L'inglese in viaggio: vocaboli e frasi

Viaggiare per scoprire nuovi luoghi e nuove culture, è sicuramente una delle attività preferite da molte persone, sempre più comune è infatti la figura del Travel Blogger (o, in Italiano, "Blogger di Viaggio"). Questa espressione si riferisce a quelle...
Superiori

Come scegliere l'argomento per la tesina per la maturità

Anni di scuola che si riducono a delle giornate conclusive. È così che si può e forse si deve definire questo momento atteso, desiderato e dalla maggior parte degli studenti anche temuto. Si chiama maturità. La maturità è la fine della carriera...
Maturità

Come fare la tesina pluridisciplinare per la maturità

La scuola dell'obbligo prima e la scuola superiore dopo, termina con una prova che attesti le competenze acquisite durante gli anni di studio. In particolare, quando si arriva all'età della maturità, ogni allievo deve dimostrare di aver svolto un percorso...
Superiori

5 motivi per iscriversi al Liceo Artistico

Quando si arriva al termine dei tre anni di Scuole Medie si giunge alla difficile scelta di un Liceo adatto alle proprie competenze e alle proprie capacità. Il Liceo, deve essere sempre adatto alle caratteristiche caratteriali, alle voglie e alle volontà...
Università e Master

Come Classificare I Guasti Nel Concetto Di Dependability

La Dependability è una caratteristica dei sistemi e consiste nella loro capacità di mostrarsi "affidabili" nei confronti degli utilizzatori, tale caratteristica porta gli utilizzatori a potersi "fidare" del sistema stesso e a poterlo quindi utilizzare...
Università e Master

Come riconoscere errori casuali edf errori sistematici

Ogni volta che ci si accinge a fare una misurazione bisogna tenere in considerazione che tale operazione porta con se una incertezza. È questo il motivo per il quale si ripete almeno tre volte e si fa una media. In realtà esistono due tipi di errori,...
Università e Master

Come Calcolare La Portata Di Una Elettropompa Centrifuga

Le pompe centrifughe sfruttano la forza della girante, anche denominata forza centrifuga, per trasformare l'energia meccanica del motore, inizialmente in energia cinetica e in seguito in pressione che ha lo scopo di sollevare il liquido. Tale strumento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.