Come calcolare il valore medio e l'errore massimo in fisica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La fisica, insieme alla matematica, rappresenta una delle materie maggiormente complicate da studiare, dal momento che non è sufficiente imparare a memoria delle semplice regole. Invece è fondamentale riuscire a comprendere tutti quanti i vari passaggi che portano alla formulazione finale. Lo studio di queste materie può, pertanto, risultare abbastanza complesso in alcuni casi. Per fortuna la rete ci viene incontro, e su internet è possibile trovare moltissime guide che ci illustreranno tutti i vari argomenti trattati da queste discipline in maniera abbastanza semplice ed in questo modo non si deve fare altro che trovare la guida relativa all'argomento di proprio interesse, per poi leggere tutti quanti i passaggi attentamente. L'esecuzione di alcuni esercizi, tra l'altro, potrebbe semplificare la comprensione di queste discipline. Nei passi successivi di questa guida, in particolar modo, andremo a vedere come fare per riuscire a calcolare il valore medio e l'errore massimo in fisica.

26

Occorrente

  • Calcolatrice, fogli per appunti.
36

Le proprie considerazioni non sono assolute, per via di errori accidentali che si avvicinano ad un valore costante

Ripetendo il medesimo esperimento più di una volta, sicuramente ci si può accorgere di ottenere dei valori sempre differenti tra di loro. In buona sostanza, questo vuol dire che sono presenti degli errori accidentali, e che le proprie osservazioni non sono assolute. Le misurazioni che vengono considerate errate si avvicinano ad un valore costante, che è soprannominato valore medio. In pratica, tanto più vari risultano essere i dati sperimentali, tanto maggiori saranno gli errori accidentali. Premettendo che non è possibile ottenere il "vero" valore, tuttavia andremo a vedere come è possibile stabilire una misura da considerare attendibile.

46

E' consigliabile effettuare varie misure, sommare i valori ottenuti, dividendoli per il numero di misurazioni fatte

Naturalmente, è necessario eseguire molteplici misure, appuntandole su carta e contandole. Successivamente, possiamo supporne di averne eseguite "n". Pertanto, una volta che sono state fornite le n misure effettuate, il valore medio della propria grandezza fisica, supponendo di chiamarla x, sarà fornito dalla media dei valori di x. Quindi avremo il seguente calcolo: x = (x1 x2 x3... Xn) / n. Ad esempio, misurando la larghezza di un oggetto per cinque volte, si potrebbero ricavare le seguenti grandezze, espresse nelle medesima unità di misura, ad esempio in centimetri: 30,2; 30,4; 30,6; 30,1; 29,9. Il valore medio sarà, pertanto, fornito dalla loro somma, diviso il numero di volte in cui sono state misurate. Quindi, in caso vaso, avremo: (30,2+30,4+30,6+30,1+29,9)/5=30,24.

Continua la lettura
56

A seguire, occorre calcolare l'incertezza assoluta, anche chiamata errore massimo

Successivamente si dovrà andare a calcolare l'incertezza (oppure errore) assoluta, chiamata anche errore massimo. Un metodo abbastanza semplice per valutare l'errore della misura, consiste nel calcolare la differenza tra il valore massimo, ovvero la misura più grande che è stata ottenuta (in questo caso la possiamo chiamare xMAX) ed il valore minimo, cioè la misura più piccola che è stata ricavata (in tal caso è possibile chiamarla xMIN). A seguire occorre dividere il tutto per 2, in modo tale da ottenere il seguente calcolo eM=xMAX-xMIN/2. Pertanto l'errore massimo è la risultante della semi-differenza tra il valore massimo e quello minimo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire il numero maggiore possibile di misure.
  • Effettuare le misurazioni in maniera precisa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'errore massimo in fisica

La Fisica, in quanto scienza sperimentale, comporta sempre un errore in ogni misurazione. La branca della fisica che si occupa della problematiche connesse alla misurazione delle grandezze fisiche è la Metrologia, una disciplina antica che si diffuse...
Superiori

Come calcolare l'errore relativo in fisica

La fisica è una disciplina che studia i fenomeni naturali secondo metodi scientifici, così come fa intendere la sua radice etimologica, derivante dal greco "tà physicá" (cose naturali). Si tratta di una materia complessa, per il cui studio sono necessari...
Superiori

Come calcolare l'errore sistematico

Se siete alle prese con gli studi scientifici, come ad esempio chimica e fisica, probabilmente avrete incontrato difficoltà con il calcolo dell'errore sistematico. Si tratta di un argomento inerente alla metrologia: l'errore sistematico, anche detto...
Superiori

Come calcolare l'errore assoluto del perimetro

Come già sappiamo nessuna misura che prendiamo, nessun calcolo che eseguiamo è preciso. Tutti presentano degli errori che, in campo matematico e fisico, sono stati classificati in due grandi categorie: errori relativi ed errori assoluti. Per definizione...
Superiori

Come calcolare l'errore di sensibilità

Per " Errore di sensibilità " generalmente si intende l'errore di risoluzione che viene commesso ogni qualvolta si viene a creare un dato valore situato sempre tra due successive suddivisioni, riportate nella scala graduale di un qualsiasi strumento....
Superiori

Come calcolare l'errore assoluto dell'area

La matematica e la fisica, sono due materie abbastanza complesse che racchiudono migliaia di argomenti che comprendono calcoli, teoremi, definizioni, nozioni e teorie. Chi non ha la passione per queste materie, solitamente trova parecchie difficoltà...
Superiori

Come calcolare l'errore assoluto nelle misure indirette

Prima di passare al nocciolo della questione, è opportuno soffermarsi sul concetto di misura indiretta partendo da un semplice esempio. Supponiamo di dover misurare la lunghezza di due banchi affiancati e di poter effettuare la misura disponendo esclusivamente...
Superiori

Come calcolare l'errore relativo e assoluto

Tutte le misurazioni di grandezze fisiche, prevedono un margine di errori aleatori. Tali errori, possono essere facilmente ridotti tramite l'utilizzo di determinati strumenti statistici. Può infatti capitare che ripetendo più volte la misura di una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.