Come calcolare il tempo di riscaldamento di un liquido

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

A prescindere dalla tipologia di scuola media superiore che viene scelta, esisteranno sempre delle materie e specialmente degli argomenti più o meno complicati e difficili da imparare. Quando si studia la scienza della termodinamica, uno dei concetti affrontati tradizionalmente è quello delle temperature dei liquidi e delle modalità con le quali condurli ad un determinato livello di calore. Nella presente guida esposta qui di seguito, andremo a spiegare come si deve calcolare il tempo di riscaldamento di un liquido.

26

Occorrente

  • Quantità di liquido da riscaldare
  • Liquido con valore della grandezza di "3800 E"
  • Quantità di gradi centigradi (k)
  • Potenza del fuoco (p)
  • Quantità di tempo in secondi (T)
36

Per calcolare il tempo di riscaldamento di un liquido, dobbiamo conoscere l'energia da fornire al liquido che stiamo analizzando. Questo in modo da incrementare di un solo grado centigrado la propria temperatura. La seguente grandezza la troveremo espressa in joule, l'unità di misura dell'energia che indicheremo con la lettera "E". Supponiamo di dover studiare un liquido che prevede un valore della grandezza pari a "3800 E". L'ulteriore informazione che dobbiamo sapere riguarda la quantità del liquido che dobbiamo riscaldare. Ipotizziamo di avere disponibile "200 gr" di liquido da analizzare.

46

Secondo la termodinamica, date le informazioni in nostro possesso, possiamo incrementare la temperatura del nostro liquido di una quantità di gradi centigradi che denomineremo "k". Precisamente, dobbiamo fornire un'energia in joule uguale al prodotto "3800 E * 200 gr * k". Per riscaldare il liquido, utilizzeremo un fuoco che scalda ad una determinata potenza espressa in Watt (W). Adesso scopriamo qual è la potenza del fuoco a nostra disposizione, che possiamo indicare con la lettera "p". In termini energetici, il contributo della sorgente di calore lo otteniamo moltiplicando "p" con l'ignota quantità di tempo "T" espressa in secondi.

Continua la lettura
56

Supponiamo che il nostro fuoco abbia una potenza di "200 W". A questo punto, dovremo ricavare il valore del "k". Il nostro liquido è alla temperatura di 10°C e desideriamo riscaldarlo fino a raggiungere i 60°C? Avremo che il "k" vale 50°C. Adesso eseguiamo la moltiplicazione tra la quantità del liquido, il valore della "E" ed il "k". In questo modo, otterremo come risultato "200 gr * 3800 E * 50°C = 38000". Successivamente, dobbiamo dividere quest'ultimo con la potenza del fuoco. Il risultato che avremo è "38000 / 200 W = 190" (espresso in secondi). Questo rappresenta proprio il tempo di riscaldamento del liquido analizzato. Le formule descritte sono rovesciabili per trovare una delle variabile che avevamo già a disposizione in questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come determinare la viscosità di un liquido

Nello studio della dinamica una grandezza assume particolare importanza. Essa è la viscosità di un fluido. Questa grandezza fisica misura la resistenza con la quale gli strati di un qualsiasi liquido si oppongono allo scorrimento. Questa grandezza è...
Superiori

Come determinare la densità di un liquido

Tutti gli studenti di un istituti di scuola superiore si saranno trovati almeno una volta nella loro vita ad avere a che fare con problemi riguardanti gli stati di aggregazione della materia. Non si tratta mai di problemi particolarmente complessi: basta...
Superiori

Come misurare la conducibilità di un liquido

La conducibilità di un liquido è la capacità di una soluzione di trasferire la corrente elettrica ed è il reciproco della resistività elettrica (ohm), per cui viene adoperata per misurare la concentrazione di corrente dei solidi disciolti che sono...
Superiori

Come calcolare la densità di un fluido

La densità di un fluido misura quando pesa un liquido in relazione allo spazio che occupa. Conoscere questo dato aiuta a stabilire quale fluido pesa di più, tra diversi liquidi con lo stesso volume. La densità di un fluido è influenzata dalla pressione...
Superiori

Come organizzare il tempo dedicato allo studio

Le lezioni come le attività extrascolastiche, scandiscono il tempo degli studenti. Non tutti organizzano al meglio le proprie giornate. Pertanto, il rendimento scolastico viene seriamente compromesso. Lo sport o altri interessi sono importanti per i...
Superiori

Come calcolare la pressione osmotica

La pressione osmotica consiste in una proprietà colligativa di grande rilevanza nei sistemi viventi. In buona sostanza, due liquidi sono separati da una sottile membrana. Entrando maggiormente nel dettaglio, un liquido rappresenta il solvente puro, mentre...
Superiori

Come svolgere in tempo i compiti arretrati

Talvolta può capitare di ritrovarsi con molti compiti arretrati e la causa può essere varia - per una malattia oppure semplicemente per una dimenticanza o una leggerezza - e risulta per tanto molto più complicato riuscire a finirli nel tempo prefissato....
Superiori

Come Calcolare Il Punto Di Congelamento E Il Punto Di Ebollizione Di Una Sostanza

Se decidiamo di aggiungere un soluto in un liquido (ad esempio il glucosio), si verificano come reazione chimica due fenomeni: l’aumento del punto di ebollizione (innalzamento ebullioscopico) e la diminuzione del punto di congelamento della soluzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.