Come calcolare il punto di equilibrio in economia aziendale

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Che cosa è e come calcola il punto di equilibrio in economia aziendale? Come si usa e perché è una nozione utile a chiunque conduca un'attività economica? Nei prossimi paragrafi impareremo a calcolare il punto di equilibrio e capiremo perché è utile nel prendere decisioni strategiche per la propria attività economica.

26

Che cosa è il punto di equilibrio

L'equilibrio è una condizione in cui le forze contrapposte si annullano a vicenda, azzerandosi. Il economia aziendale, il punto di equilibrio (chiamato anche punto di pareggio o break even) è un valore numerico che indica la quantità di ricavi necessaria a coprire tutti i costi sostenuti. Nel punto di equilibrio un'attività economica non ha né perdite né guadagni. Al di sotto del punto di equilibrio si ha invece una perdita, al contrario superandolo vengono prodotti gli utili.
Conoscere il punto di equilibrio della propria attività è quindi un'informazione utilissima. Per calcolarlo occorre prendere in considerazione i costi fissi e i costi variabili.

36

Costi e ricavi

Per calcolare il punto di equilibrio di un'attività occorre conoscere i costi totali, che si compongono da costi fissi e costi variabili.
I costi fissi sono rappresentati dalle spese che non variano in relazione alla quantità di beni prodotti o di servizi erogati. Il tipico esempio è quello del canone di affitto o dei costi amministrativi, che rimangono invariati al crescere o al diminuire della produzione.
I costi variabili sono, al contrario, direttamente proporzionali alla quantità di beni prodotti.
Pensiamo ad esempio ai costi legati alla materia prima o alla manodopera: all'aumentare della produzione aumenteranno anche questi costi.

I ricavi totali di un'attività si calcolano moltiplicando la quantità di servizi o beni venduti per il ricavo unitario. Ovviamente, i ricavi totali sono direttamente proporzionali alle vendite.

Continua la lettura
46

Come si calcola il punto di equilibrio

Il punto di equilibrio è rappresentato dall'equazione tra i costi totali e i ricavi totali. Quando i costi totali e i ricavi totali sono in parità, è stato raggiunto il punto di equilibrio. In questo momento l'azienda non sta producendo perdite né utili.

56

Perché è utile conoscere il punto di equilibrio economico

Sei sei il titolare di un'attività economica, conoscere il punto di equilibrio del tuo esercizio è un'informazione basilare. Questo ti permetterà di poter prendere decisioni strategiche per la tua azienda.
Conoscendo i costi totali e il ricavo unitario si può infatti calcolare la quantità di vendite da raggiungere per essere in equilibrio.
Costi totali/ricavo unitario = Quantità di vendite
.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di economia aziendale: il capitale circolante netto

L’economia è una disciplina complessa e particolarmente vasta, e come tale si articola in diverse sottocategorie che, insieme, concorrono a formare la disciplina stessa. Tra le tante branche facenti parte di queste sottocategorie vi è anche la cosiddetta...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la duration di portafoglio

Nel mondo finanziario si definisce portafoglio l'insieme di tutte le attività finanziarie, riferite a una persona fisica o giuridica, correlate ad un certo investimento. Investire in un portafoglio di titoli è una tipologia meno rischiosa rispetto ad...
Superiori

Appunti di economia aziendale: il Leveraged buyout (LBO)

Il "Leveraged Buyout" (LBO) significa "acquisizione attraverso debito", ovvero una serie di operazioni finanziarie volte all'acquisto di una società. Esistono tre categorie di promotori dell'iniziativa finanziaria LBO: i manager della società stessa...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la stagflazione

Cominciamo col dire che definire il termine stagflazione non è molto facile, in quanto implica la conoscenza di altri termini quali deflazione ed inflazione. Si parla per la prima volta di questo fenomeno sopratutto nel periodo della crisi petrolifera,...
Superiori

Come calcolare la costante di equilibrio di una reazione

In questa guida vi illustrerò come calcolare la costante di equilibrio di una reazione, cioè il rapporto presente tra le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti.Infatti nel campo chimico, si definsce una reazione quel evento in cui uno o più reagenti...
Superiori

Come calcolare le concentrazioni in una reazione chimica in equilibrio

Una reazione chimica è composta da reagenti e prodotti: i reagenti sono le sostanze iniziali presenti, i prodotti sono sostanze formate dai reagenti. Molte equazioni sono reversibili; pertanto, i reagenti possono formare i prodotti e viceversa. L'equilibrio...
Superiori

Come calcolare il fabbisogno finanziario aziendale

Capita spesso, nelle interrogazioni, parlare del fabbisogno finanziario dell'azienda. Molte delle volte, questo concetto viene trascurato in molti programmi scolastici o non assimilato in maniera del tutto corretta dai ragazzi che, ahimè, dovrebbero...
Superiori

Principi e teoremi dell'economia del benessere

L'economia del benessere o "welfare economy" è una branca della microeconomia che studia l'equilibrio e la dinamica del libero mercato, ponendolo in contrapposizione con quello che subisce ingerenze da parte dello Stato o che è obbligato ad adeguarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.