Come calcolare il punto di ebollizione attraverso la molalità

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In chimica spesso è necessario eseguire l'analisi delle soluzioni. Una soluzione è costituita da almeno un soluto in dissoluzione in un solvente. La molalità rappresenta la quantità di soluto nel solvente. Un molalità più elevata aumenta il punto di ebollizione e diminuisce il punto di congelamento della soluzione. Ogni sostanza ha una costante unica che determina la quantità di una mole del soluto e diminuisce il punto di congelamento o aumenta il punto di ebollizione. Ecco dunque come calcolare il punto di ebollizione attraverso la molalità di una soluzione chimica, ossia considerando il rapporto tra soluto e solvente espresso in numero di moli al chilo, tenendo anche presente la natura elettrolita o meno delle sostanze.

24

La soluzione

Una soluzione è un composto omogeneo di almeno due elementi che sono, appunto, soluto e solvente, in cui il primo è generalmente presente in minor proporzione. Per chiarezza esplicativa esamineremo il caso di una soluzione di due soli componenti (cd. Soluzione semplice), pur tenendo presente che vi sono soluzioni che contengono più soluti: si fa l'esempio dell'acqua con sale e bicarbonato di sodio. Dal momento che tale coesione diminuisce progressivamente via via che si passa da sostanze allo stato solido a sostanze allo stato liquido ed, infine, a sostanze allo stato gassoso, appare piuttosto evidente che una soluzione avrà un punto (temperatura) di ebollizione tanto più elevato rispetto al solvente puro (senza soluto) quanto maggiore sarà il rapporto tra soluto e solvente, vale a dire la molalità della soluzione.

34

Il procedimento

Sarà evidentemente necessario, anzitutto, conoscere la temperatura di ebollizione del solvente allo stato puro, che costituisce la base da cui poter ricavare la maggiore temperatura di ebollizione della nostra soluzione. Ma ciò non è sufficiente: dovremo sapere anche in che misura aumenta la temperatura di ebollizione del solvente puro in seguito all'aggiunta del soluto. Tale aumento varia a seconda dei singoli solventi ed è quantificato, ai fini del calcolo finale, in una unità di misura.

Continua la lettura
44

Il punto di ebolizione

A questo punto abbiamo tutti gli elementi che ci occorrono e possiamo calcolare il punto esatto di ebollizione di una soluzione, purché non sia elettrolita, applicando la seguente semplice formula:
DTe = Keb. M
dove "DTe" indica l'aumento della temperatura di ebollizione della soluzione rispetto al solvente allo stato puro,"Keb" è la citata variabile specifica del solvente e "m" indica la molalità della soluzione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
Superiori

Come determinare il peso molecolare di una sostanza da misure crioscopiche

Il peso molecolare di un composto chimico è la massa di una singola molecola di tale composto, espressa in unità di massa atomica (UMA o Dalton). Il peso molecolare può essere calcolato come la somma delle masse atomiche di tutti gli atomi costituenti...
Superiori

Come Calcolare Il Punto Di Congelamento E Il Punto Di Ebollizione Di Una Sostanza

Se decidiamo di aggiungere un soluto in un liquido (ad esempio il glucosio), si verificano come reazione chimica due fenomeni: l’aumento del punto di ebollizione (innalzamento ebullioscopico) e la diminuzione del punto di congelamento della soluzione...
Università e Master

Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione...
Superiori

Come calcolare la concentrazione di un sale

Molte materie come la matematica, la fisica e la chimica, rimangono nell'arco degli anni scolastici come materie abbastanza difficoltose per decine e decine di studenti, che non si applicano in maniera logica e continuativa nello studio. All'interno di...
Superiori

Come calcolare la percentuale in peso di una soluzione

Per calcolare la percentuale in peso di una soluzione, è importante avere le nozioni basilari della chimica. La chimica è una scienza che abbraccia molte materie, come la fisica e la matematica ed è abbastanza vasta e complicata. Le soluzioni in genere,...
Superiori

Come calcolare le moli usando la molalità

Chi studia chimica si trova ad utilizzare una grande varietà di termini al fine di andare a descrivere le concentrazioni delle varie soluzioni. Uno di questi è appunto la mole e serve a descrivere un quantitativo di particelle presenti all'interno di...
Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.