Come calcolare il prodotto scalare tra due vettori

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il prodotto scalare è un'operazione utilizzata soprattutto nel campo della fisica, e si ottiene andando a moltiplicare il valore del primo vettore per quello del secondo, per l'ampiezza dell'angolo compreso tra di essi. Certo, è molto più facile a farsi che a dirsi, ma in questa guida andrò a spiegarvi, in maniera molto semplice e concisa, come è possibile calcolare il prodotto scalare tra due vettori. Se leggerete attentamente quanto scritto, non avrete grossi difficoltà a capire ogni passaggio.

27

Innanzitutto, bisogna andare a definire cosa sia esattamente un vettore. Una grandezza si può definire vettoriale quando possiede un modulo (ovvero il valore numerico che ne indica la lunghezza), una direzione (che è la linea retta che va da un punto all'altro) e un verso (che viene precisato dalla freccia) quali spostamento, velocità o accelerazione. Il vettore si contraddistingue dallo scalare che, invece, necessita soltanto di un modulo e non di tutti gli altri fattori elencati precedentemente (ne sono alcuni esempi la lunghezza o il tempo).

37

Prendiamo ora in considerazione questo esempio: a X b = ab cos ---> Proviamo ora a fare i calcoli. Il prodotto scalare tra due vettori sarà uguale a (modulo del primo vettore X il modulo del secondo vettore) moltiplicato per il coseno dell'angolo compreso tra di essi. In base ai gradi dell'angolo, ovviamente, il coseno avrà un valore differente. Nell'immagine qui accanto, potete facilmente andare a osservare e imparare tutti i valori dei coseni degli angoli più importanti. Questo vi agevolerà molto nell'effettuare i calcoli.

Continua la lettura
47

I casi più rilevanti sono essenzialmente tre e riguardano l'angolo retto, quello acuto e quello ottuso. Se l'angolo compreso tra i due vettori è acuto (ossia compreso tra 0 e 90 gradi), il coseno avrà un valore positivo. In questo caso, il prodotto scalare tra due vettori sarà dato da una intensità positiva. Facciamo un esempio per capire meglio di cosa stiamo parlando, prendendo in considerazione il disegno a lato. V=4 e U=6 e l'angolo α è uguale a 45°. Il prodotto consisterà in 4 X 6 X cosα = 4 X 6 X √2/2 = 12√ 2.

57

Qualora, invece. L'angolo compreso tra i due vettori fosse retto (ossia = 90), e quindi sono perpendicolari tra di loro, il coseno avrà un valore nullo. In questo caso, il prodotto scalare, come potete facilmente intuire, sarà uguale a zero. Facciamo un esempio per esserne più sicuri e per dimostrarlo, seguendo l'immagine allegata. A=3 e B=2 e α=90°. Il calcolo presuppone 3 X 2 X cosα = 3 X 2 X 0 = 0.

67

Se l'angolo compreso tra i due vettori, invece, è ottuso (ossia compreso tra 90 e 180 gradi), il coseno sarà rappresentato da un valore negativo. In questo caso, il prodotto scalare tra i due vettori, darà una intensità che sarà anch'essa negativa. Vi propongo, ovviamente, un esempio che ve ne chiarirà i concetti. A=3 e B=2 e α=120°. Il prodotto finale sarà: 3 X 2 X (- 1/2) = 6 X (- 1/2) = - 3.

77

Qualora aveste ulteriori dubbi su come effettuare i calcoli, o aveste necessità di ulteriori esempi che vi consentano di comprendere esattamente i passaggi, potete consultare dei libri di matematica contenenti esercizi già svolti. Un numero elevato di esempi vi chiarirà, sicuramente, ogni dubbio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la risultante tra due o più vettori

In fisica capita molto spesso di dover eseguire operazioni con i vettori, ad esempio il calcolo della risultante. I vettori sono oggetti di uno spazio vettoriale che possono essere sommati fra di loro, o moltiplicati per uno scalare (il piano cartesiano...
Università e Master

Come fare per ortogonalizzare ed ortonormalizzare una base

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come fare per ortogonalizzare ed ortonormalizzare una base. Tratteremo questo argomento di Geometria analitica che va capita molto bene. Tutte le persone che si sono trovate davanti a studi universitari, oppure...
Superiori

Appunti di fisica : i vettori

Quando ci troviamo a studiare matematica e fisica, uno degli argomenti più importanti è indubbiamente quello che riguarda i vettori. Si tratta sostanzialmente di oggetti matematici che ci permettono di definire una serie di operazioni. Anche in fisica...
Superiori

Elementi di algebra lineare

L'algebra lineare è una branca della matematica che studia principalmente gli spazi vettoriali, i vettori, le trasformazioni lineari e i sistemi lineari. Vedremo, in questa guida, quindi, gli elementi base di ognuno di questi argomenti dell'algebra lineare...
Superiori

Come risolvere i problemi di fisica sui vettori

Ecco pronta una pratica ed interessante guida, mediante il cui aiuto poter essere capaci ed anche in grado d'imparare come e cosa fare per risolvere nel modo corretto e nella maniera più semplice possibile, i problemi di fisica sui vettori, in modo tale...
Università e Master

Come Applicare Graham-schmidt A Una Matrice Nxn

Il metodo di ortogonalizzazione di Graham-Schmidt vuole mettere a disposizione il giusto sistema per costruire un insieme di vettori ortogonali pur iniziando da una famiglia di vettori indipendenti e lineari. In poche parole, è fondamentalmente il modo...
Università e Master

Come Effettuare Alcune Operazioni Tra Vettori

Chi di noi non è andato a scuola e ha avuto qualche difficoltà nel comprendere subito alcune materie scientifiche, come la matematica e la fisica? Spesso le scuole ci hanno fatto palpitare, pensando di non essere capaci di capire dei termini e delle...
Superiori

Come calcolare la normalità di un vettore

I vettori sono oggetti in fisica e in matematica, che rappresentano grandezze di vario tipo. La rappresentazione vettoriale permette di avere una visione comoda di un elemento. In questo tipo di rappresentazione si ha bisogno di un sistema di riferimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.