Come calcolare il pH di una soluzione tampone

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i n ostri lettori e lettrici, a capire come poter calcolare il ph di una soluzione tampone. Iniziamo subito con il dire che nella pratica di laboratorio come anche nella didattica scolastica – universitaria ci si trova a dover affrontare vari problemi relativi alle soluzioni tampone. Queste soluzioni permettono di mantenere il pH entro certi limiti per piccole aggiunte di acidi o basi forti. Ad esempio si ha necessità di usare soluzioni tampone nelle determinazioni di molecole biologiche che sono presenti come tali solo in certe condizioni di pH. A riguardo possiamo citare le determinazioni delle proteine, i dosaggi enzimatici e in generale la determinazione di analiti presenti in matrici biologiche come sangue e urine. In questa guida risolveremo un caso pratico di calcolo del pH di una soluzione tampone. Vediamo insieme come fare. Pronti per iniziare? Buon lavoro e buon divertimento a tutti!

27

Occorrente

  • nozioni
  • passione
  • conoscenza di base
37

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di determinare per bene quale sia il pH di una soluzione tampone acetato – acido acetico avente concentrazione di acido Ca=0,1M e concentrazione di sale Cs=0,1M. Come primo passo scriviamo la reazione di dissociazione dell'acido debole CH3COOH che fornisce come prodotti ione acetato (CH3COO-) e Hpiù. Tale reazione, come visto nel caso del calcolo del pH di un acido debole, è disciplinata dalla costante di equilibrio Ka=[Hpiù]^2/Ca.

47

Scriviamo ora la reazione di dissociazione del sale acetato sodico (CH3COONa). Tale dissociazione come visto nel caso dell’idrolisi salina fornisce come prodotti ione CH3COO- ed Napiù. Tra questi due ioni solo l'anione acetato apporta un significativo contributo per la determinazione del pH mentre il catione Napiù non fornisce alcun contributo in quanto in soluzione risultato solvatato dalle molecole di acqua presenti.

Continua la lettura
57

Complessivamente abbiamo la situazione relativa allo schema riportato in figura. Con x si è indicata la quantità dissociata di acido acetico calcolabile in base al valore della costante di equilibrio pari a 1,8*10^(-5). Possiamo quindi scrivere l’espressione della costante di equilibrio inserendo opportunamente i dati. Occorre precisare che la quantità x è piccola rispetto alle concentrazioni Cs e Ca=0,1M e pertanto può essere trascurata nell'espressione della costante: Ka=[Hpiù]*Cs/Ca.
Da questa relazione è possibile determinare quindi la concentrazione di Hpiù e conoscere il valore del pH.
Per fare ciò poniamo in questa espressione i valori forniti dalla traccia e otteniamo [Hpiù] = 1,8*10^(-5) mol/L. Applicando il meno logaritmo a tale valore di concentrazione ricaviamo il valore di pH che risulta essere pari a 4,74. Ed ecco che attraverso questa guida semplice e veloce, anche noi saremo finalmente in grado di poter calcolare il ph di una soluzione tampone, nel modo più semplice possibile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Basta davvero poco e con un pò di pazienza e tanta buona volontà, saremo in grado di realizzare un lavoro davvero unico e molto originale!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come fare un'elettroforesi orizzontale

L’elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l’influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce sulla particella. Nell’elettroforesi su gel c’è un mezzo di...
Università e Master

Come Fare Un Immunocitochimica Indiretta

La reazione di immunocitochimica (ICC) permette di localizzare sostanze nelle cellule e nei tessuti mediante reazioni tra antigeni e anticorpi opportunamente marcati; grazie alle proprietà di determinati reagenti si formeranno prodotti di reazione colorati...
Università e Master

Come Calcolare La Molarita' Iniziale A Partire Dal Ph O Dal Poh

La chimica è una delle materie più ostiche che tutti gli studenti che decidono di frequentare l'istituto tecnico industriale o il liceo scientifico si troveranno ad affrontare. Una delle grandezze fondamentali nello studio della chimica è sicuramente...
Università e Master

Come Trasferire Le Proteine Dal Gel Alla Membrana Di Nitrocellulosa

Il western blot è una tecnica biochimica che permette di identificare una determinata proteina in una miscela di proteine, mediante il riconoscimento da parte di anticorpi specifici. Nello specifico, per facilitare il riconoscimento, la miscela di proteine...
Università e Master

Come isolare il DNA da tessuti vegetali

Come tutti sappiamo, il patrimonio genetico di ciascun essere vivente è racchiuso e custodito nel suo DNA, specifico per ciascuna specie e individuo, e rappresenta un patrimonio esclusivo delle sue caratteristiche. Il DNA per come viene inteso dalla...
Università e Master

Come determinare il pH nelle bevande e nei succhi

l pH consiste in una scala di misura dell'acidità oppure della basicità di una soluzione acquosa. Il termine "pH" è stato introdotto nel lontano 1909, dal chimico danese Søren Sørensen. Il termine p (operatore) simboleggia due operazioni matematiche,...
Università e Master

Come calcolare il pH relativo ad una idrolisi salina

Il pH è una scala di misura dell'acidità, chiamata anche della basicità di una soluzione acquosa. Fu introdotto nel 1909 con il termine "pH", dal chimico danese Søren Sørensen. Il termine "p" sta a significare "operatore", e vuole simboleggiare due...
Università e Master

Come calcolare il PH di una soluzione chimica

Ogni soluzione acquosa presenta una sua acidità o basicità. Il calcolo del pH serve appunto a definire se una soluzione è acida o basica. Questa scala fu introdotta nel 1909 da Sorensen, un chimico danese. Potete osservare che su tutte le tipologie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.