Come Calcolare Il Parametro Della Clotoide

Tramite: O2O 23/02/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Una clotoide, detta anche spirale di Cornu, rappresenta un raccordo progressivo, inserito come elemento di transizione tra un rettifilo ed il successivo arco di cerchio. In buon sostanza di trova tra due archi di cerchio l'uno interno all'altro, ma appartenenti a delle circonferenze non concentriche (clotoide di continuità), e tra due archi di cerchio l'uno esterno all'altro (clotoide di flesso). Chiaramente stiamo affrontando un argomento non proprio semplice da trattare, che può essere approfondito in questa piccola guida online. Stiamo parlando di una disciplina che si studia nei corsi di laurea di ingegneria dei trasporti. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo pertanto, come è possibile calcolare il parametro della clotoide. Possiamo, a questo punto, passare all'atto pratico, entrando nel vivo di questo tutorial.

26

Data V la velocità con cui la clotoide viene percorsa, affinché ci sia una graduale variazione dell'accelerazione trasversale, è necessario considerare che A = 0,021 V*V. In tale maniera, si otterrà anche una velocità di strizzatura soddisfacente. Affinché la clotoide sia abbastanza lunga da poter realizzare il passaggio della pendenza dal valore proprio a quello relativo al successivo, è necessario applicare la formula A = sqrt h / (1 / R2 - 1 / R1) i max / 100.

36

R1 e R2

Continua la lettura
46

In ogni caso, è buona regola soddisfare questo tipo di relazione anche quando mancano i rettifili, assumendo l'angolo A come quello che costituiscono tra di loro le tangenti nei punti in cui queste presentano un raggio infinito. Nel caso, invece, più in generale, in cui dovesse essere utilizzato un arco di clotoide di raggio variabile tra un valore minimo R2 ed un valore massimo finito R1, la relazione che dovrà essere applicata diventerà la seguente: A = sqrt 0,4 * R2 (1 / R2 - 1 / R1).

56

Nell'ingegneria ferroviaria, questo genere di calcolo viene particolarmente utilizzato nel progetto di curve a raggio variabile, utili per impedire il brusco passaggio da una curvatura nulla ad una curvatura data. Pertanto, viene evitata l'insorgenza di un contraccolpo che determinerebbe una variazione istantanea dell'accelerazione centripeta, dannosa per i cerchioni che si trovano a contatto con le rotaie e per l comodità dei passeggeri presenti nei vagoni. Nell'ingegneria stradale, invece, il problema non è dovuto al contraccolpo, ma ad una dispersione delle traiettorie dei veicoli che affrontano la curva. La variazione istantanea della curvatura, infatti, in caso di curva senza dei raggio di raccordo, dovrebbe essere affrontata con una sterzata pressoché istantanea. Gli ingegneri stradali, pertanto, optano per delle traiettorie che non determinino problemi legati alla sicurezza stradale. Sperando di esser stati di supporto agli studenti che si accingono ad affrontare questa disciplina universitaria, facente parte dell'ingegneria dei trasporti, non ci rimane altro da fare che augurarvi buono studio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare l'entalpia

In questa guida ti mostrerò in maniera facile e veloce come calcolare l'entalpia. Partiamo col dire che nelle trasformazioni a pressione costante della materia il calore ceduto o acquistato corrisponde ad una grandezza di stato: l'entalpia, definita...
Università e Master

Come calcolare la Polare di un velivolo

In questa guida vi spiegherò come calcolare la polare di un velivolo. È un argomento molto trattato e molto importante per la fisica, in quanto grazie a questi calcoli vengono progettati gli attuali velivoli, i quali riescono ad essere sempre più...
Università e Master

Come calcolare la devianza

La devianza costituisce un indice di dispersione dei dati, il quale determina la somma dei quadrati degli scarti della media di una variabile rappresentante una distribuzione di dati: in termini maggiormente semplici, essa fornisce un grado di dispersione...
Università e Master

Come calcolare lo sfalsamento di una scala

La maggior parte delle abitazioni, che si tratti di una villetta o di un condominio, comprende un elemento architettonico molto importante, ossia le scale. Per costruirle occorre effettuare una corretta progettazione. Si rivela necessario, in tal senso,...
Università e Master

Come calcolare la Molarità di una soluzione

In chimica, una soluzione per definizione è un miscuglio omogeneo di due o più componenti ed ha la stessa composizione e le stesse caratteristiche in tutti i suoi punti. Una delle caratteristiche generiche da cui è identificata è il rapporto di combinazione...
Università e Master

Come Calcolare L'Interferenza In Un'Analisi Genetica

La genetica è una complessa branca della biologia che si occupa dello studio dei geni e del loro comportamento. Tra i vari oggetti di indagine spiccano l'ereditarietà e la variabilità genetica. Tali fenomeni innescano particolari meccanismi, i quali...
Università e Master

Come calcolare la dipendenza in media

La dipendenza in media è un parametro molto importante nella statistica. In poche parole, la dipendenza in media è la misura della connessione di un carattere quantitativo Y con un altro carattere qualunque X. La connessione tra questi due caratteri...
Università e Master

Come calcolare la deviazione standard della media

In questa guida ci occuperemo di un argomento molto interessante. Nello specifico ci occuperemo di come calcolare la deviazione standard della media adottando alcune formule particolari che devono essere necessariamente prese come punto di riferimento...