Come calcolare il numero di moli per una reazione

Tramite: O2O 07/09/2021
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutti ritengono che la chimica sia una materia estremamente affascinante, ma allo stesso tempo estremamente ostica. Infatti non è da tutti eccellere in questa materia. Molti incontrano difficoltà nel districarsi tra simboli e formule chimiche. In chimica le moli (simbolo mol) sono l'unità di misura della quantità di sostanza; in concreto, una mole di una sostanza racchiude tante entità elementari quanti sono gli atomi contenuti in 12 grammi dell'isotopo 12 del carbonio. Tale valore è noto come il numero di Avogadro, dal famoso chimico e fisico italiano. Le reazioni chimiche sono reazioni tra due o più agenti chimici in cui i legami che tengono insieme gli atomi vengono rotti e riformati. Gli atomi sono conservati, né persi né guadagnati, ma semplicemente riorganizzati. In una reazione chimica bilanciata, tutti gli atomi che compaiono sul reagente devono essere bilanciati da un numero uguale di atomi dello stesso elemento che compaiono sul prodotto finale. Di conseguenza, l'equazione è bilanciata anche in termini di massa; la massa totale dei reagenti deve essere uguale alla massa dei prodotti. Le reazioni chimiche, se completamente bilanciate, risultano tali anche rispetto alla carica elettrica, motivo per cui quando si studiano le reazioni elettrochimiche, a volte è utile scrivere anche le semi-reazioni in cui la carica elettrica è bilanciata dagli elettroni. In questa guida ci addentreremo nell'ambito delle reazioni chimiche. Cercheremo di illustrare con poche e semplici spiegazioni come calcolare il numero di moli per una reazione.

27

Occorrente

  • Tavola periodica degli elementi
37

Ricavare l'equazione

Per eseguire i calcoli stechiometrici è necessario disporre dell'equazione chimica corretta della reazione, grazie alla quale possiamo conoscere il numero di molecole di un prodotto che si può ottenere da un certo numero di molecole dei reagenti. Ad esempio, con 2 molecole di idrogeno (H2) e 1 molecola di ossigeno (O) possiamo ottenere 2 molecole di acqua (H2O). Se conosciamo la massa di ogni molecola, conosciamo anche la relazione tra le masse dei reagenti e dei prodotti nella reazione. Queste masse le conosciamo: si chiamano masse molecolari e si calcolano sommando le masse degli atomi che compongono le molecole e le masse atomiche. Queste si trovano in qualsiasi tavola periodica espressa in u (unità di massa atomica). Ma come possiamo immaginare, sono masse molto piccole, dell'ordine di 10 -24 g.

47

Calcolare la resa percentuale

Poiché la massa molare della sostanza viene utilizzata per ottenere sia la quantità effettiva che la quantità teorica, il rapporto tra massa ottenuta e massa prevista è identico al rapporto tra quantità ottenuta e quantità prevista. In questo caso, la resa può essere espressa in forma percentuale. La resa percentuale è il rapporto percentuale tra la resa effettiva e la resa teorica; essa si calcola come la resa sperimentale divisa per la resa teorica, moltiplicata per 100%. Se la resa effettiva e quella teorica coincidono, la resa percentuale è del 100%. Di solito, la resa percentuale è inferiore al 100% perché la resa effettiva è spesso inferiore al valore teorico. Per esempio, possiamo calcolare la resa percentuale ottenuta sperimentalmente quando si producono 18,92 g di anidride carbonica da 15,46 g di monossido di carbonio. La quantità di monossido di carbonio presente è 15,46/28 = 0,5521 mol; la quantità di anidride carbonica dovrebbe essere 0,5521 mol; la massa di anidride carbonica prodotta dovrebbe essere 0,5521 x 44 = 24,29 g; la resa effettiva è 18,92 g/24,29 g = 0,7788 e la resa percentuale è 77,88%.

Continua la lettura
57

Verificare il rapporto tra le masse

Sebbene le moli siano le unità fondamentali della quantità di sostanza, quest'ultima non viene solitamente misurata direttamente. I chimici misurano molto più frequentemente la massa di un prodotto o reagente e quindi calcolano la quantità di sostanza dalla massa molare del reagente, poiché la quantità di sostanza è il rapporto massa/massa molare (n = m / M).
Le interrelazioni tra masse e quantità sono più facilmente seguibili visivamente utilizzando una mappa concettuale. La massa di qualsiasi reagente o prodotto può essere utilizzata per calcolare la quantità di quella sostanza coinvolta; dalla quantità di tale sostanza può essere calcolata la quantità di qualsiasi altro reagente o prodotto coinvolto; e quindi, volendo, è possibile calcolare anche la massa dell'altro reagente. Tutte le quantità vengono rappresentate mediante dei coefficienti, chiamati coefficienti stechiometrici, i quali esprimono i rapporti molari con cui le sostanze protagoniste della reazione reagiscono tra di loro.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare le moli usando la molalità

Chi studia chimica si trova ad utilizzare una grande varietà di termini, al fine di andare a descrivere le concentrazioni delle varie soluzioni. Uno di questi è, appunto, la mole e serve a descrivere un quantitativo di particelle presenti all'interno...
Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
Superiori

Come calcolare l'ordine di reazione

Lo studio è molto importante nella vita di ognuno, non soltanto per trovare lavoro. Esso infatti permette anche di tenere in allenamento la mente e farsi una cultura personale. Esistono diverse scuole medie superiori da frequentare ed una delle più...
Superiori

Come calcolare le concentrazioni in una reazione chimica in equilibrio

Una reazione chimica è composta da reagenti e prodotti: i reagenti sono le sostanze iniziali presenti, mentre i prodotti sono sostanze formate dai reagenti. Molte equazioni sono reversibili, pertanto, i reagenti possono formare i prodotti e viceversa....
Superiori

Come calcolare la costante di equilibrio di una reazione

In questa guida vi illustreremo come calcolare la costante di equilibrio di una reazione, cioè il rapporto presente tra le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti. Infatti, nel campo chimico, si definisce una reazione quell'evento in cui uno o più...
Superiori

Come calcolare il delta di una reazione

La termochimica rappresenta una branca della termodinamica che consente di analizzare gli effetti termici che si vengono a creare quando si hanno delle reazioni chimiche nonchè all'interno di un processo chimico-fisico. Si tratta sostanzialmente di uno...
Superiori

Come calcolare i coefficienti stechiometrici di una reazione chimica

All'interno di questa breve guida vi illustrerò, con molta attenzione e cura, come riuscire ad calcolare i coefficienti stechiometrici di una determinata reazione chimica. Tale operazione, chiamata anche bilanciamento di una reazione chimica, viene eseguita...
Superiori

Come si calcolano le moli avendo i grammi

La mole è l'unità di misura di riferimento del Sistema Internazionale che indica la quantità di sostanza contenuta in un numero di Avogadro di atomi o molecole. Quest'ultimo corrisponde al numero di particelle elementari contenute in una mole, ovvero...