Come calcolare il duty cycle a onda quadra

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'elettronica è una disciplina che si fonda sullo studio dei dispositivi e su una buona dose di matematica avanzata. Ci sono molti problemi da affrontare nello studio dei circuiti, sia n regime transitorio che per il calcolo dei punti di riposo. Dal punto di vista dell'analisi dei segnale, lo studio del duty cicle di un'onda quadra è di fondamentale importanza perché tutte le linee di comunicazioni digitali si basano si questo tipo di comportamento, così come le telecomunicazioni moderne sia su cavo che via radio. Con questa guida vi spiegherò quindi come calcolare il duty cycle a onda quadra.

26

Occorrente

  • Calcolatrice
36

Che cosa è il duty cycle

Prima di procedere con le formule vere e proprie è giusto dare un'occhiata ai concetti preliminari e capire di che cosa ci stiamo interessando. Il duty cycle è definito come il rapporto che esiste tra il segnale a livello logico alto ed il periodo totale del segnale ad onda quadra, cioè la somma del tempo di livello alto, del livello basso e nei casi fisicamente realizzabili anche dei transitori. Il suo valore è tipicamente espresso in percentuale. Una percentuale del 100% indica un segnale alto continuo, viceversa un valore dello 0% va ad indicare un segnale basso continuo quindi questi due casi indicano un comportamento di corrente costante. Un duty cycle del 50% significa che la durata del segnale alto è pari alla durata del segnale basso ed in questo quadro si parla espressamente di onda quadra, in altri casi si parla di rettangolare, ed in casi estremi di impulso.

46

Calcolo del duty cycle

Per meglio fissare il concetto e mostrare come si calcola il duty cycle, riporto un esempio didattico semplice. Supponiamo che la durata del livello alto sia di 20ms e che la durata del periodo del segnale ad onda quadra sia invece di 40ms. Consideriamo adesso la definizione data nel passo 2: Duty Cycle = Livello Alto/Periodo. In questo caso la variabile Livello Alto = 20ms mentre Periodo = 40ms. Il risultato è uguale a 0,5 ma, avendo parlato di risultato espresso in percentuale moltiplichiamo per 100 ed otterremo il 50% di Duty Cycle. Un valore che come spiegato prima, sta ad indicare che il segnale alto dura quanto il segnale basso e si può quindi parlare di onda quadra. Nel caso in cui ti risulti ancora un po' nebuloso il funzionamento del duty cycle sarebbe meglio ricorrere ad po' un ripasso teorico del Periodo e della Modulazione della Larghezza dell'Impulso, PWM, concetti fondamentali per meglio comprendere il ruolo delle onde quadre e rettangolari. La PWM in particolare è indispensabile come conoscenza di base perché gran parte del alimentatori moderni e degli amplificatori in classe D la sfruttano e quindi deve essere molto chiara a chiunque debba studiare elettronica o telecomunicazioni.
.

Continua la lettura
56

Casi limite

Il duty cycle si applica correttamente solo ai casi ideali, quelli cioè in cui ci sono transitori che hanno tempi di salita e discesa nulli. In generale questo comportamento non è fisicamente realizzabile, e si sceglie per convenzione come livello "alto" quello in cui si ha il superamento di una soglia del 50% del livello. In questo caso l'onda quadra è molto simile ad un trapezio. In casi in cui li livello alto sia mantenuto per un tempo molto breve rispetto al periodo, ma la definizione tende ad essere molto confusa. In alcuni ambiti si parla di impulso quando il duty cycle è minore del 10%, in altri quando il periodo tende all'infinito. I generale un impulso dovrebbe considerarsi come un evento singolo e non periodico, per cui parlare di duty cycle non ha molto senso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utlizzate unn programma di logica o fisica per visualizzare le onde
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la lunghezza d’onda

La maggior parte di noi conosce il significato di onda, almeno intuitivamente parlando. Se lanciamo un sasso nello stagno, dal punto dove esso impatta sull'acqua si formano dei cerchi concentrici che si allontanano dal centro. Queste circonferenze concentriche...
Superiori

Come trovare la velocità massima di un'onda trasversale

Le leggi della fisica dimostrano che un'onda può propagarsi sia nel vuoto che in un mezzo fisico. Un'onda non è altro che una perturbazione che si propaga nello spazio e nel tempo. In entrambi i casi il moto dell'onda lo si può descrivere attraverso...
Superiori

Come Calcolare L'Effetto Doppler

Molti di noi avranno sentito parlare dell'effetto doppler, continuandosi a chiedere che cosa sia. In questa piccola e semplice guida vi spiegherò in cosa consiste questo fenomeno e come si può calcolare. L'effetto Doppler è un fenomeno fisico che consiste...
Superiori

Come calcolare gli angoli di fase nei circuiti RLC

Per un ingegnere elettronico o per chiunque abbia a che fare con circuiti e sistemi complessi, conoscere la propria materia è fondamentale. Sia che si tratti di una passione coltivata in privato, sia che si tratti di lavoro, per un professionista è...
Superiori

Come calcolare l'intensità di un suono

Calcolare l'intensità di un suono è un argomento delle scuole superiori. Vi sono molti esercizi di fisica a riguardo. Prima di tutto, l'intensità di un suono si calcola come rapporto tra la potenza dell'onda sonora e l'area della superficie che essa...
Superiori

Come calcolare l'indice relativo di rifrazione

In fisica di parla di onde intendendo una perturbazione che prende origine da una sorgente, ed è poi in grado di diffondersi nel tempo e nello spazio senza portare con sé materia, ma soltanto energia. Anche le onde del mare hanno questo comportamento,...
Superiori

Come calcolare l'angolo di rifrazione

Quando si immerge una cannuccia in un bicchiere d'acqua trasparente, l'immagine all'interno del bicchiere appare deformata, sembra "spezzata" in due; è un fenomeno molto curioso dovuto ad una legge fisica: la rifrazione, definita come il cambiamento...
Superiori

Come calcolare la concentrazione utilizzando l'assorbanza

L’ assorbanza è una grandezza appartenente al campo della spettroscopia, la branca che studia i fenomeni legati allo spettro. Lo spettro consiste nella quantità di intensità luminosa. Questo muta in relazione all’energia delle particelle, alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.