Come Calcolare Il Campo Magnetico In Un Solenoide

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il solenoide è un filo conduttore avvolto a spirale e comprendente un elevato numero di spire elicoidali su un supporto isolante in genere cilindrico, di lunghezza molto grande rispetto al diametro delle spire. Ciascuna di esse, quando viene percorsa da corrente, equivale ad una lamina magnetica. Il particolare interesse del solenoide è dato dal fatto che lungo il suo asse si genera un campo magnetico intenso, omogeneo ed uniforme nella parte centrale, proporzionale all'intensità della corrente che lo percorre e al numero delle spire. Per approfondire meglio l'argomento e capire come calcolare il campo magnetico in un solenoide, basta leggere attentamente i passi di questa guida.

26

Misurare l'intensità del campo magnetico

Per misurare l'intensità di un campo magnetico, analogamente a quanto fatto per il campo elettrico per il quale si usa una carica di prova, si usa una "corrente di prova", ovvero un filo percorso da corrente. A questo scopo si considera un tratto di filo di lunghezza l, percorso da una corrente I, posto tra i poli di una calamita, ovvero immerso in un campo magnetico. Come dimostrato da Ampère, il filo subisce una forza, la cui direzione e verso sono ricavabili mediante la regola della mano sinistra: con l'indice rivolto nella direzione del campo e il medio perpendicolare all'indice, la direzione della forza è data dal pollice, perpendicolare a entrambi. Se si misura la forza F con un dinamometro, questa risulta proporzionale alla lunghezza del filo l e all'intensità della corrente I, dove la costante di proporzionalità B rappresenta l'intensità del vettore campo magnetico

36

Misurare il vettore induzione

Si definisce vettore induzione magnetica quello che ha come direzione e verso, quelli delle linee di forza del campo magnetico e intensità data dalla forza esercitata su un conduttore rettilineo per unità di lunghezza e per unità di corrente elettrica. L'unità di misura dell'intensità del campo magnetico nel Sistema Internazionale è il tesla: si dice che un campo magnetico ha intensità di 1 tesla quando esercita una forza di 1 newton su un filo conduttore della lunghezza di 1 m, percorso da una corrente di 1 ampere.

Continua la lettura
46

Misurare la forza esercitata

La forza esercitata da un campo magnetico su un filo percorso da corrente è sfruttata nei motori elettrici per trasformare energia elettrica in energia meccanica. L'intensità del campo magnetico generato da un filo rettilineo, percorso da una corrente di intensità I, è inversamente proporzionale alla distanza d dal conduttore e direttamente proporzionale alla corrente.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come creare una elettrocalamita

In questa guida imparerete come creare, passo dopo passo, una elettrocalamita. Tutto ciò che vi occorre è una batteria, un bullone e un filo di ferro. Questo esperimento è molto utile per introdurre i vostri ragazzi ai principi basilari della fisica....
Elementari e Medie

Come Costruire Un Galvanoscopio

Il galvanometro è un dispositivo in grado di trasformare un impulso di corrente elettrica in campo magnetico. Il nome di tale dispositivo deriva da quello di Luigi Galvani e molte delle prime applicazioni si devono a William Thomson. L'impiego più comune...
Università e Master

Come risolvere un circuito magnetico

Un circuito magnetico è un nucleo ferromagnetico nel quale si induce un campo magnetico per mezzo di avvolgimenti percorsi da corrente elettrica alternata o per mezzo di magneti permanenti. Tali circuiti vengono impiegati per trasferire potenza attiva...
Maturità

Cos'è la forza di Lorentz

Si definisce forza di Lorentz quella che si sviluppa tra un corpo carico ed un campo elettromagnetico. Oggi affronteremo per grandi linee il concetto di forza di Lorentz. Per prima cosa notiamo che la forza prende il nome dall'omonimo fisico, Hendrik...
Università e Master

Cosa è l'effetto Hall

L'effetto Hall prende il nome dal fisico statunitense Edwin Hall, che nel 1879 riuscì a scoprire e a comprendere il fenomeno galvano-magnetico. Tramite esso tuttora si riesce a determinare il segno dei portatori di carica e la loro concentrazione, in...
Superiori

Come generare un campo magnetico

Un campo magnetico è un campo di forze invisibili che viene generato nello spazio dal moto di una carica elettrica o da un campo elettrico variabile nel tempo. La sua unità di misura è il Tesla e si tratta di un campo vettoriale, ossia possiede un'intensità,...
Università e Master

Come fare l'esperimento di Oersted

Il XIX secolo fu decisivo per le grandi scoperte scientifiche ed in particolare per l'elettromagnetismo. Elettricità e magnetismo rappresentavano un enorme passo avanti nella conquista del mondo. In questo lasso di tempo, nacquero diverse invenzioni...
Superiori

Come Calcolare Il Flusso Del Campo Magnetico

Molti di noi non hanno tanta dimestichezza con la fisica e i suoi fenomeni. Questo perché non hanno praticità di matematica e analisi dei fenomeni fisici e naturali. Non sono in molti coloro che riescono a calcolare ad esempio, il flusso del campo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.