Come calcolare i quartili

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

I quartili sono quei valori che si trovano in posizioni tali da dividere una qualsiasi distribuzione (sia continua sia discreta) in quattro parti uguali. Il primo quartile (corrispondente al valore 0,25) è definito quartile inferiore, il secondo (corrispondente al valore 0,5) è la mediana che divide la distribuzione a metà, infine il terzo (corrispondente al valore 0,75) è detto quartile superiore. I quartili sono dunque degli indici di posizione che danno l’idea dell’ordine di grandezza con cui una variabile quantitativa si manifesta su un campione o su una popolazione. Nei prossimi passi verrà illustrato come calcolare questi valori.

24

La differenza tra quartile superiore e quartile inferiore determina la differenza interquartile, ovvero uno degli indici della distribuzione. In questa guida vediamo la metodologia per il calcolo dei quartili. Nella statistica descrittiva, in presenza di una distribuzione di un carattere qualitativo ordinabile (vale a dire quando ci si trova di fronte a delle modalità che possono essere ordinate in base a un determinato criterio) oppure, nel caso più frequente, quantitativo, i quartili sono quei valori/modalità che suddividono la popolazione in quattro parti della stessa numerosità.

34

Per calcolare i quartili si procede così: data una distribuzione di valori la si ordina in senso crescente (dal più piccolo al più grande), dopodiché si calcolano le frequenze (prima quelle assolute, poi quelle cumulate). A questo punto si saprà come sono distribuiti i valori in questione. Perciò quel valore che corrisponde alla frequenza cumulata maggiore o uguale a 0,25 è il primo quartile, quello corrispondente a un valore maggiore o uguale a 0,5 è la mediana (il secondo quartile), e quello corrispondente a un valore maggiore o uguale a 0,75 è il terzo quartile.

Continua la lettura
44

Proponiamo ora un esempio per il calcolo dei quartili. Data la seguente distribuzione di 10 unità, 63, 95, 32, 57, 43, 12, 44, 72, 41, 69, occorre ordinarle in senso crescente: 12, 32, 41, 43, 44, 57, 63, 69, 72, 95. Il quartile di ordine 0,25 corrisponderà a 41, quello di ordine 0,5 a 44 e quello di ordine 0.75 a 69. Si procede ora illustrando i calcoli. La mediana (il quartile di ordine 0,5) si calcola facendo la media dei termini che corrispondono a (numerosità/2) e (numerosità/2+1), in quanto i termini sono pari, perciò n=10. 10/2=5. 10/2+1=6. Bisogna ora guardare i valori che occupano la quinta e la sesta posizione (44 e 57) e calcolare la media tre questi: (44+57)/2=50,5. 50,5 sarà quindi la mediana della distribuzione. Per il calcolo degli altri due quartili si procede in questa maniera: il valore del primo quartile sarà compreso fra i valori inferiori alla mediana, perciò fra 12, 32, 41, 43, 44. Ora si calcola la mediana di questi valori (si noti che ora la numerosità è dispari, perciò n=5): (n+1)/2, ossia (5+1)/2=3. Il primo quartile sarà il termine che occupa il terzo posto, ovvero 41. Lo stesso procedimento va seguito per calcolare il terzo quartile, guardando però i valori successivi alla mediana, perciò il valore del terzo quartile equivale a 69.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di probabilità e statistica

La statistica è quella materia che studia, partendo dall'osservazione di specifici gruppi di soggetti, come i fenomeni si verificano, i metodi di rilevazione e le leggi che regolano ciò. La Probabilità è proprio quella sezione della statistica che...
Superiori

Come calcolare mediana e moda in statistica

All'interno di questa guida andremo a sviluppare la tematica relativa alla statistica. Entrando nel dettaglio, come avete già avuto l'opportunità di intuire dal titolo, ci concentreremo su come si debba calcolare la mediana e la moda in statistica....
Superiori

Come individuare la classe mediana

La statistica descrittiva è una delle sotto-discipline che compongono la matematica e si occupa di analizzare l'insieme dei dati raccolti studiando un carattere o attributo di un determinato insieme detto popolazione. Al fine di eseguire questa analisi...
Università e Master

Come verificare che la distribuzione in una serie di dati sia normale

In moltissimi settori, dall'industria all'economia, occorre spesso effettuare dei test statistici. I test statistici sono spesso finalizzati alla verifica dell'aleatorietá dell'incertezza legata alle misure sperimentali. Infatti, se i dati hanno una...
Superiori

Come calcolare la mediana di un triangolo

La mediana di un triangolo è un segmento che va da uno dei tre vertici del triangolo al punto medio del lato opposto. Un triangolo presenta tre vertici e tre mediane. Le tre mediane si incontrano sempre in un certo punto e questo punto è chiamato 'baricentro'....
Superiori

Come calcolare la mediana di un triangolo isoscele

All'interno della guida che seguirà andremo ad occuparci di geometria. Nello specifico, in questo caso andremo ad argomentare su una specifica domanda: come si fa a calcolare la mediana di un triangolo isoscele? A questa domanda forniremo tutte le risposte...
Superiori

Come calcolare la mediana di un triangolo rettangolo

Fra le numerose proprietà di un triangolo troviamo l' altezza, la bisettrice, l' asse e la mediana. Queste sono relazioni fra angoli e lati di un triangolo. Vi sono numerosi esercizi sull' argomento che richiedono di calcolare la mediana di un triangolo....
Superiori

Come calcolare la mediana su un piano cartesiano

Questo tutorial ti insegnerà a calcolare la mediana posta su un piano cartesiano. Prima di inoltrarci nell’argomento, è bene che tu conosca alcune nozioni di base. Il piano cartesiano è caratterizzato da due rette: l'asse - rappresentato dalla X...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.