Come Calcolare I Numeri Di Fibonacci

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

In matematica quella che viene definita la successione di Fibonacci, è una successione composta da numeri interi positivi, nella quale ciascun numero è l'esatta somma dei due precedenti. Quindi essa ha una definizione ricorsiva. Tale successione prendere il nome dal famoso matematico italiano nato nella Pisa del tredicesimo secolo, ovvero Leonardo Fibonacci. Considerato uno dei maggiori e importanti matematici della storia, Leonardo Fibonacci ha contribuito notevolmente alla rinascita delle cosiddette scienze esatte. Egli riuscì a creare una sorta di connubio tra gli strumenti matematici di calcolo teorizzati dalla scienza alessandrina e araba e i procedimenti presenti all'interno della geometrica euclidea greca. Lo scopo di tale guida comunque è quello di mostrare come poter calcolare i numeri di Fibonacci.

24

La successione dei numeri di Fibonacci è una successione infinita di numeri interi positivi e di tipologia ricorrente, in quanto utilizza elementi già presenti nella successione per ricavarne di nuovi. E infatti la regola che dovrete seguire per calcolare i numeri di Fibonacci è quella di prendere l'ultimo ed il penultimo numero che appartiene alla successione in oggetto e sommarli tra loro.

34

Una delle regole che dovrete necessariamente conoscere è che, per convenzione, i primi due numeri di Fibonacci sono uguali tra loro e valgono 1. Per calcolare il terzo numero di Fibonacci dovete quindi sommare il primo numero (che vale 1) e il secondo numero di Fibonacci (che vale, come detto, ancora 1). Otterrete quindi il valore del terzo numero di Fibonacci che è 2. A questo punto dovete calcolare il quarto numero della successione di Fibonacci. Prendete quindi il secondo e il terzo numero della successione fin qui calcolata (rispettivamente 1 e 2) e sommateli tra loro: otterrete 3. Il meccanismo è ormai noto: per ottenere il quinto numero dovete sommare il terzo e il quarto elemento della successione finora costruita: precisamente i numeri da sommare questa volta sono 2 e 3, ottenendo 5.

Continua la lettura
44

Potete facilmente continuare la successione ricavando complessivamente i seguenti elementi 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55 e così via in maniera ricorsiva. Come da premessa, la successione sarà infinita, ma rispetterà ad ogni passaggio lo stesso procedimento e le medesime regole. Leggendo i passi della presente guida, avrete sicuramente notato che il calcolo dei numeri di Fibonacci non è molto complicato e segue delle regole piuttosto semplici, esistono diversi software che permettono di eseguire il calcolo in maniera automatizzata. Non resta a questo punto che provare in maniera pratica quanto esposto in questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come utilizzare la formula di Binet

Binet è un matematico francese dell'Ottocento, che si è dilettato anche di astronomia e con notevole successo. La formula per cui Binet è famoso è collegata alla nota successione di Fibonacci e consente di calcolare direttamente un qualsiasi numero...
Università e Master

Come studiare una successione ricorsiva

Una successione ricorsiva è un'esercizio non sempre semplice da svolgere. Infatti, bisogna avere delle conoscenze pregresse base, che devono essere applicate per poi studiare e risolvere l'esercizio.Innanzitutto, è necessario che vi sia chiaro il concetto...
Università e Master

Come costruire la successione di Padovan

La successione di Padovan, derivata da quella di Fibonacci, fu inventata da Richard Padovan che però ne conferisce l'invenzione ad Hans van der Laan, monaco olandese. Padovan la presentò nel 1994 in un proprio saggio e il matematico Ian Stewart la riprese...
Superiori

Come Calcolare La Proporzione Divina Phi = 1,6180339887

La sezione aurea o proporzione divina o Fidia esprime in matematica il rapporto tra due lunghezze disuguali, di cui la più grande è medio proporzionale tra la più piccola e la somma delle due, da cui ciò che ne risulta è Phi = 1,6180339887, un numero...
Università e Master

Come studiare una serie a termini positivi

Lo studio che andremo a leggere tra qualche riga riguarda il concetto di serie numeriche. Esse si distinguono in base al tipo di oggetti da sommare, come funzioni o semplici numeri, reali o complessi. In questa guida cercheremo di capire come studiare...
Università e Master

Come calcolare il limite di una successione convergente

Nella matematica avanzate non è raro imbattersi nelle serie o successioni numeriche. In analisi è una stringa infinita di termini, ossia di numeri. Non si tratta di insiemi numerabili. Pertanto è fondamentale seguire l'ordine prestabilito dei termini....
Superiori

Come trovare il minimo di una successione

Una successione, definita anche sequenza infinita oppure stringa infinita, in analisi matematica è definita in modo intuitivo alla stregua di una lista ordinata formata da un numero infinito di oggetti, chiamati termini della successione, fra i quali...
Università e Master

Teorema di esistenza del limite di successioni monotone: dimostrazione

Il teorema dell'esistenza del limite di successioni monotone è un noto teorema dell’analisi matematica, il quale afferma che ogni successione monotona possiede un limite. Nella guida che segue vi sarà spiegato cos'è una successione, quali tipi di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.