Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di ferro

Tramite: O2O 31/08/2021
Difficoltà: media
18

Introduzione

La chimica risulta spesso essere una materia ostica per la maggior parte degli studenti, mettendoli assai di frequente in crisi durante il corso degli studi alle scuole superiori. Quando si studia la configurazione elettronica degli atomi poi, si cerca di comprendere la disposizione degli elettroni ed il loro comportamento sui livelli energetici dei differenti atomi. Nella teoria degli orbitali è possibile calcolare per ogni elemento tale disposizione elettronica nei vari livelli. In questa guida ci occuperemo, a titolo di esempio, dell'atomo di Ferro (simbolo Fe) e vedremo come calcolarne i livelli energetici. Vediamo dunque come occorre procedere.

28

Occorrente

  • Tavola periodica degli elementi
  • Tabella orbitali
  • Quaderno e penna
  • Testo di chimica per le scuole superiori
38

Applicare la teoria meccanica quantistica

Va innanzitutto precisato che, secondo quanto sancito dalla teoria meccanica quantistica, un elettrone legato ad un atomo non può avere qualsiasi valore di energia. Più correttamente si deve anzi affermare che tale atomo può occupare solo certi stati, che corrispondono a determinati livelli. Il valore dell'energia viene sempre espresso, in questi casi, con un numero negativo, in quanto occorre separare (ionizzare) l'elettrone dal nucleo. Nel gergo comune, dunque, è frequente affermare che quest'ultimo, non legato, ha un'energia pari a zero (vincolante). Un elettrone legato ad un atomo è in grado, inoltre, di assorbire fotoni di determinate energie e che corrispondono alla differenza tra due stati. In riferimento a quanto precisato, vediamo dunque il procedimento che bisogna seguire per calcolare i livelli energetici dell'atomo di ferro.

48

Calcolare i livelli energetici

Il riempimento dei livelli energetici da parte degli elettroni, segue il principio dell' Aufbau, ovvero gli elettroni occupano via via lo stato libero ad energia minore. Il principio di esclusione di Pauli dice che non possono esistere atomi che abbiano due elettroni con tutti e quattro i numeri quantici uguali. La regola di Hund dice che gli elettroni si disporranno in modo da occupare tutti i sottolivelli disponibili di un livello energetico. Gli orbitali sono divisi infatti in livelli che vanno da 1 a 7 e sottolivelli indicati dalle lettere s (2 elettroni), p (6 elettroni), d (10 elettroni), f (14 elettroni). Esiste un'apposita tabella che indica l'ordine di riempimento dei vari livelli e che ci viene in aiuto nel calcolo del diagramma elettronico di Lewis, ovvero nel calcolo dei livelli energetici.

Continua la lettura
58

Ottenere la configurazione energetica esatta

Per prima cosa, con l'ausilio della tavola periodica, dobbiamo leggere quanti elettroni sono presenti in un atomo di Ferro. Nel nostro caso esso ne avrà 26 e dovremo disporli nei vari orbitali seguendo l'ordine di riempimento della tabella e ricordando che ogni casella può contenere massimo due elettroni. Otterremo quindi la seguente configurazione energetica: (1s^2)(2s^2)(2p^6)(3s^2)(3p^6)(4s^2)(3d^6). Analogamente è possibile trovare la configurazione di tutti gli altri atomi.

68

Applicare il modello atomico di Sommerfeld

Ricordate che con il modello atomico di Sommerfeld, gli elettroni non percorrono orbite circolari attorno al nucleo (cosa impossibile in base a considerazioni di tipo energetico) ma si muovono su orbitali, che rappresentano zone con maggiore probabilità di incontrare un elettrone. Sommerfeld introduce 4 numeri quantici: numero quantico principale (n), che determina la distanza dal nucleo e la dimensione dell'orbitale; numero quantico secondario (l), che si riferisce al momento angolare dello stato; numero quantico magnetico (ml), che fa riferimento al campo magnetico generato dall'elettrone in movimento e numero di spin (ms), che può valere +1/2 oppure -1/2 in base al verso di rotazione dell'elettrone su se stesso.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare il numero di protoni, elettroni e neutroni presenti in un atomo

La fisica è una disciplina davvero complessa che ci spiega come funziona il nostro mondo. Le leggi che regolano i vari fenomeni naturali si possono esprimere attraverso delle formule più o meno complesse. L'argomento centrale di questa interessante...
Superiori

Come trovare gli elettroni di valenza di un atomo

La chimica, insieme alla matematica, e probabilmente la materia più ostica e poco amata dagli studenti sia delle scuole superiori sia di quelli che la studiano nelle facoltà universitarie. Questa difficoltà, così come nella matematica, è dovuta al...
Superiori

Come calcolare il peso atomico di una molecola

Se state studiando chimica e dovete affrontare un esame, un test oppure una interrogazione, sicuramente dovrete imparare a calcolare la massa atomica e la massa molecolare di un atomo o di una molecola. Sebbene si tratti di un calcolo semplice, che non...
Superiori

Come calcolare la massa atomica media

L'atomo è una struttura composta da tante particelle. Quest'ultimo si può distinguere in due parti principali: il nucleo e gli elettroni. Il nucleo è la parte centrale e contiene due tipi di particelle: i protoni e i neutroni. Negli ultimi anni la...
Superiori

Come calcolare la carica di uno ione

Gli ioni sono entità molecolari elettricamente cariche che si formano a partire da un atomo che perde o acquista uno o più elettroni. Tale fenomeno viene definito "ionizzazione". Gli atomi che perdono uno o più elettroni presentano una o piu cariche...
Superiori

Come calcolare il rapporto stechiometrico

La stechiometria studia le relazioni quantitative che si instaurano tra i reagenti ed i prodotti di una data reazione chimica. Si tratta di veri e propri calcoli che permettono di ottenere dei rapporti attraverso un'equazione chimica bilanciata. Effettuare...
Superiori

Come calcolare le particelle subatomiche

Fin dal VII secolo a. C. L'uomo iniziò ad osservare e ad interrogarsi sul comportamento di alcuni materiali e sulla manifestazione di fenomeni naturali ad essi correlati come ad esempio quelli elettrici tipici dei fulmini. Detto ciò, va altresì aggiunto...
Superiori

Chimica: i numeri quantici

L'argomento di chimica frequentemente collegato ai numeri quantici è piuttosto astioso per gli studenti. Particolarmente lo è per le persone che si approcciano per la prima volta a tale materia interessante. Non è particolarmente difficile, in realtà....