Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di carbonio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La meccanica quantistica è una materia strettamente legata alla chimica, alla fisica ed all'astronomia ed è una disciplina che può andare a creare non pochi problemi e dubbi agli studenti. Nonostante sia molto ostica e non semplice da affrontare può risultare molto interessante ed affascinante una volta che se ne comprendono i concetti di base. In questa guida, a tal proposito, andremo a fare chiarezza, in modo particolare, su come calcolare i livelli energetici dell'atomo di carbonio.

26

Il carbonio è uno degli elementi chimici e viene indicato dalla tavola periodica con la lettera "C". Si tratta di un elemento che fa parte dei non metalli, è tetravalente ed ha come numero atomico 6. Il carbonio era già molto conosciuto dagli antichi in quanto si poteva ottenere in modo semplice andando a bruciare del materiale di natura organica in presenza di ossigeno. Questo, in natura, si può trovare sotto due diverse tipologie di forme: il diamante oppure la grafite.

36

Gli elettroni ruotano in modo disordinato (cambiano continuamente la loro distanza rispetto al nucleo) attorno al nucleo dell'elemento preso in considerazione. Con il termine orbitale viene indicato lo spazio che l'elettrone va ad occupare andando a compiere il suo moto e dunque, è proprio in questo spazio dove c'è una possibilità maggiore di trovare l'elettrone.
Quest'ultimo può andare ad assumere, al massimo, sette differenti livelli d'energia che vengono rappresentati con le lettere maiuscole "K", "L", "M", "N", "O", "P" e "Q" oppure con la numerologia utilizzando numeri che vanno da 1 a 7. I sottolivelli, invece, sono indicati dalle lettere minuscole.

Continua la lettura
46

Gli elettroni riempiono gli orbitali in modo progressivo partendo dai sottolivelli più poveri d'energia fino a raggiungere quelli ad energia maggiore. Il primo livello energetico coincide anche col suo sottolivello in quanto qui è presente un solo orbitale dalla forma sferica, 1s. Diversamente da questo, nel secondo livello sono presenti due sottolivelli: 2s (a minore energia ed è di forma sferica ma con un raggio un po' più grande se paragonato ad 1s che, come nel caso precedente può contenere due elettroni) e il 2p (contiene tre orbitali a forma di doppia pera contrapposta; questo sottolivello può contenere massimo sei elettroni, due per orbitale). Questo secondo livello energetico può contenere in totale, al massimo, 8 elettroni. Conoscendo il livello energetico di un elemento è possibile andare a ricavare anche il suo numero quantico principale, quello orbitate, quello magnetico e quello di spin.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Purtroppo solo lo studio può dissipare i vostri dubbi. Non siate comunque prevenuti nei confronti di questa difficile ma affasicnante materia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di silicio

Quando si parla di livelli energetici è utile associare il termine di orbitale. L'orbitale è una zona attorno al nucleo che gli elettroni percorrono.Convenzionalmente un orbitale è indicato con un quadrato, dove all'interno possiamo inserire al massimo...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di piombo

Nella seguente breve guida che troverete enunciata ottimamente nei passaggi successivi, proverò a spiegarvi come bisogna calcolare i livelli energetici dell'atomo di piombo: quello che si occupa dell'effettuazione di queste determinazioni si chiama meccanica...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di argento

La chimica, insieme alla matematica, è sicuramente una di quelle materie più ostiche e quindi di conseguenza meno amate dagli studenti. Essa viene insegnata presso gli istituti tecnici industriali e i licei scientifici e le sue difficoltà sono dovute...
Maturità

Come scrivere la configurazione elettronica di un elemento

Ecco una bella ed anche molto interessante guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto poter essere in grado e capaci, finalmente di imparare come e cosa fare per scrivere la configurazione elettronica di un elemento. In questo modo potremo essere...
Università e Master

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di idrogeno

Secondo la teoria meccanica quantistica, un elettrone legato ad un atomo non può avere qualsiasi valore di energia, anzi può occupare solo certi stati corrispondenti a certi livelli energetici. La formula che definisce i livelli di energia di un atomo...
Superiori

Chimica: la struttura dell'atomo

Tutto ciò che ci circonda è composto da piccolissime unità di materia, chiamate "atomi", invisibili all'occhio umano ma visibili al SuperSTEM, un microscopio elettronico ad altissima precisione made in UK. Queste unità possono formare legami tra loro,...
Università e Master

Come determinare le caratteristiche chimiche degli elementi

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà, mi dedicherò a parlare di una materia specifica: la chimica. Nel particolare, questa sarà l'occasione per scrivere qualcosa sulla determinazione delle caratteristiche chimiche degli elementi.Ma...
Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.