Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di argento

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

La chimica, insieme alla matematica, è sicuramente una di quelle materie più ostiche e quindi di conseguenza meno amate dagli studenti. Essa viene insegnata presso gli istituti tecnici industriali e i licei scientifici e le sue difficoltà sono dovute soprattutto al fatto che tutti gli argomenti sono strettamente connessi tra loro, pertanto è necessario approfondirli tutti nel migliore dei modi per evitare di trovarsi in difficoltà negli studi futuri. Nella seguente guida vedremo in particolare come calcolare i livelli energetici dell'atomo d'argento.

24

La configurazione elettronica

Innanzitutto, è necessario spiegare il significato del termine "configurazione elettronica".
È bene sapere che la presenza degli elettroni nei diversi livelli energetici varia a seconda di quale livello stiamo analizzando. Infatti, all'aumentare dell'energia, il valore del numero quantico "n" (esprimente il livello energetico) si espande sempre di più.
Questo prevede che la reattività di un elettrone è strettamente legata alla distanza che esso ha rispetto alla zona nucleare. Per tale causa, in qualsiasi reazione chimica, gli elettroni che partecipano direttamente a questo caso sono solamente quelli esterni.
Nel caso dell'argento, il primo livello quantico manifestante il livello energetico n°1 ha la proprietà di contenere da zero a due elettroni nell'orbitale di tipo "s".

34

Secondo e terzo livello di energia

Successivamente, bisogna passare al livello di energia n°2 in cui sono presenti 8 elettroni. Questi ultimi sono collocati in questo modo: 2 sono contenuti nell'orbitale " s", a sfera, e i rimanenti 6 sono contenuti in orbitali di tipo "p". Essi hanno forma diversa rispetto alla precedente orbitale e sengono illustrate su un grafico cartesiano tridimensionale, in modo tale da avere "px", "py" e "pz".
Una volta completata la distribuzione elettronica in tale numero quantico, bisogna passare al successivo livello di energia, cioè il n°3, che è costituito da orbitali di tipo "s", "p" e anche "d".

Continua la lettura
44

Quarto e quinto livello di energia

Questi ultimi sono fondamentali e vengono studiati maggiormente nei metalli appartenenti alla famiglia dei metalli di transizione e contengono un massimo di 10 elettroni. Quindi tale livello energetico conterrà ben 18 cariche negative.
Allo stesso modo, tale discorso, dovrà essere fatto anche per il livello n°4 che conterrà 18 elettroni, come il precedente.
Infine, l'ultimo elettrone mancante nella sequenza, è quello presente nell'orbitale "s" del livello n°5. In questo modo è stato possibile avere nozioni su ciascun livello presente nell'atomo di argento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di cromo

Ci sono alcune materie che proprio non riescono ad entrare nella testa degli studenti, soprattutto in quella di chi proviene da studi classici. Una tra queste è la fisica quantistica, che riversa poi nella meccanica quantistica e che è strettamente...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di ferro

La chimica risulta spesso essere una materia ostica per la maggior parte degli studenti e li mette spesso in crisi durante gli studi. Quando si studia la configurazione elettronica degli atomi si cerca di capire la disposizione degli elettroni ed il loro...
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di carbonio

La meccanica quantistica è una materia strettamente legata alla chimica, alla fisica ed all'astronomia ed è una disciplina che può andare a creare non pochi problemi e dubbi agli studenti. Nonostante sia molto ostica e non semplice da affrontare può...
Superiori

Come calcolare il raggio di un atomo

Sicuramente quando si parla di atomi, bisogna fare attenzione a come si studia questo argomento e a tutti gli approfondimenti che devono essere fatti studiando, per capire un po' come funziona questa materia e questo argomento specifico. La chimica è...
Superiori

Come calcolare il numero di protoni, elettroni e neutroni presenti in un atomo

La fisica è una disciplina davvero complessa che ci spiega come funziona il nostro mondo. Le leggi che regolano i vari fenomeni naturali si possono esprimere attraverso delle formule più o meno complesse. L'argomento centrale di questa interessante...
Superiori

Come calcolare la solubilità del cloruro di argento in acqua pura

In questa guida andremo a spiegare nei dettagli come calcolare la solubilità del cloruro di argento in acqua pura. La suddetta operazione è una di quelle definite come reazione di solubilità, in questa operazione il cloruro di argento è un sale, nello...
Superiori

Chimica: la struttura dell'atomo

Tutto ciò che ci circonda è composto da piccolissime unità di materia, chiamate "atomi", invisibili all'occhio umano ma visibili al SuperSTEM, un microscopio elettronico ad altissima precisione made in UK. Queste unità possono formare legami tra loro,...
Superiori

Come trovare gli elettroni di valenza di un atomo

La chimica, insieme alla matematica, e probabilmente la materia più ostica e poco amata dagli studenti sia delle scuole superiori sia di quelli che la studiano nelle facoltà universitarie. Questa difficoltà, così come nella matematica, è dovuta al...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.