Come bilanciare una reazione chimica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando la materia subisce una trasformazione, senza che la sua massa presenti variazioni importanti, si parla di reazione chimica. Ciò vuol significare che, le specie chimiche si modificano da sole, per poter creare nuove specie chimiche, dove ognuna viene conosciuta come prodotto. Si può tuttavia, intervenire su tali processi. In questo articolo infatti, si spiegherà principalmente come bilanciare una reazione chimica, cosa che farà evitare errori sia nei compiti scolastici, che in ambito lavorativo. Dopo aver studiato e approfondito tutti i passaggi, tale operazione risulterà molto meno complessa e di immediata comprensione.

26

Occorrente

  • basi minime di chimica generale
36

Il bilanciamento

Il bilanciamento delle reazioni chimiche si regge sulla "Legge di Lavoisier", secondo la quale "la massa dei reagenti che partecipano ad una reazione chimica deve essere uguale alla massa dei prodotti". Questo sta a significare che il fine di un bilanciamento chimico, è ottenere il medesimo numero di atomi tra i reagenti e i prodotti, ossia i medesimi atomi a inizio reazione e alla fine di questa.

46

Partiamo dal carbonio

Passiamo ad un esempio un po' più complicato. Bilanciamo questa reazione: a sinistra ci sono un atomo di carbonio, 4 di idrogeno e due di ossigeno; a destra un atomo di carbonio, tre di ossigeno e due di idrogeno.
Partiamo dal carbonio che, risultando già bilanciato, non andremo a modificare; passiamo allora all'idrogeno, 4 atomi a sinistra, e due a destra, andiamo a mettere un 2 davanti alla molecola dell'acqua in modo che la reazione diventi la seguente:
CH4 O2 ------------ CO2 2H2O
Se torniamo a contare gli atomi si può notare che adesso l'ossigeno a sinistra è in difetto (due atomi di ossigeno a sinistra e quattro totali a destra). Andremo ad aggiungere un 2 davanti all'O2 di sinistra in modo che la reazione risulti bilanciata, sotto la forma "CH4 2O2 -------- CO2 2H2O".

Continua la lettura
56

Gli atomi

Proseguendo con il contare gli atomi, ci si può subito accorgere che qualcosa non va perché a sinistra ci sono due atomi di idrogeno (H2) e a destra invece quattro (2H2, 2x2=4). Per risolvere la questione, si aggiunge un due a sinistra davanti ad H2, per farli diventare quattro anche a sinistra, e la reazione prenderà una forma diversa, divenendo:
2H2 O2 --------- 2H2O

.

66

I metalli

Per una migliore comprensione si parte da un esempio pratico. È consigliabile cominciare dai metalli e dai non metalli, mentre non è molto consigliabile cominciare bilanciando O e H. Nel seguente caso tuttavia, si partirà prendendo in considerazione H oppure O. Nei reagenti, ci sono due atomi di idrogeno e a destra due. Ci sono poi due atomi di ossigeno a sinistra e uno solo a destra. Ciò non va bene, per cui si deve bilanciare la reazione mettendo un due davanti ad H2O, in modo che la reazione diventi in tal maniera:
H2 O2 ---------- 2H2O.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
Superiori

Come calcolare le concentrazioni in una reazione chimica in equilibrio

Una reazione chimica è composta da reagenti e prodotti: i reagenti sono le sostanze iniziali presenti, i prodotti sono sostanze formate dai reagenti. Molte equazioni sono reversibili; pertanto, i reagenti possono formare i prodotti e viceversa. L'equilibrio...
Superiori

Come misurare la velocità di una reazione chimica

La velocità di reazione è definita come la variazione di velocità della quantità dei reagenti (diminuzione) nel tempo oppure come la variazione della quantità dei prodotti (aumento) nel tempo ed è ricavata sperimentalmente. Le grandezze che possono...
Superiori

Come bilanciare una redox

La chimica è una materia piuttosto vasta e complessa che richiede molto studio e pratica per essere appresa al meglio. Con delle buone basi e sufficiente studio, è possibile apprenderla in tempi ragionevoli. In questa guida composta da quattro semplici...
Superiori

Come scrivere la reazione di combustione di un alcano

Una Combustione completa (in quantità sufficiente di ossigeno) di qualsiasi idrocarburo produce anidride carbonica e acqua. Con gli idrocarburi è più difficili eseguire la combustione quando le molecole diventano più grandi; questo perché le molecole...
Superiori

Come calcolare il numero di moli per una reazione

Tutti ritengono che la chimica sia una materia estremamente affascinante, ma allo stesso tempo estremamente ostica. Infatti non è da tutti eccellere in questa materia. Molti incontrano difficoltà nel districarsi tra simboli e formule chimiche. In questa...
Superiori

Come calcolare la costante di equilibrio di una reazione

In questa guida vi illustrerò come calcolare la costante di equilibrio di una reazione, cioè il rapporto presente tra le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti.Infatti nel campo chimico, si definsce una reazione quel evento in cui uno o più reagenti...
Superiori

Appunti di cinetica chimica

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.