Come assegnare un voto ad un compito

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se ci troviamo a dover valutare delle prove scritte, dovremo cercare di essere il più imparziali possibili e cercare di essere oggettivi durante la valutazione. La correzione di una serie di elaborati richiede molta concentrazione e pazienza, in modo da riuscire ad individuare tutti gli errori commessi, ma in mezzo a molti elaborati qualcosa potrebbe sfuggirci ed allora per riuscire a correggere correttamente dei compiti dovremo adottare alcune strategie che ci aiuteranno a non sbagliare. Per fare ciò potremo provare a ricercare su internet alcune guide redatte da altre persone, con magari più esperienza di noi, che ci permetteranno di individuare la migliore tecnica da utilizzare. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad assegnare correttamente un voto ad un compito.

26

Il primo criterio che deve essere considerato è quello che riguarda il contenuto. Quindi, la prima cosa da fare è leggere il compito di getto, senza apportare alcuna correzione, in modo da poter cogliere al meglio ciò che l'alunno vuole comunicare. Il contenuto deve essere il valore cardine sul quale deve poggiare la valutazione di un insegnante.

36

Molti insegnati, nel valutare un tema, usano inoltre un metodo specifico: stilano su un foglio una serie di domande che riguardano il compito e ad ognuna di esse fanno corrispondere una valutazione. Alla fine scrivono come voto definitivo la media matematica di tutti i voti messi alle domande. Qualche domanda potrebbe essere: come valuti il contenuto? Qual è il livello di esposizione del testo? Lo studente ha seguito la traccia che gli era stata posta? Quanta creatività dello studente c'è nel tema svolto?

Continua la lettura
46

Altro criterio nell'assegnare il voto deve poi tener conto dello studente specifico. Se, ad esempio, il candidato ha dimostrato nel compito svolto un enorme passo in avanti rispetto alle sue precedenti performance, è giusto premiarlo con mezzo punto in più rispetto alla norma. Allo stesso modo, se lo studente modello ha invece fatto degli errori grossolani, figli magari della superficialità, è utile abbassare il voto di mezzo punto. In entrambi i casi, insieme al voto è utile inserire un commento scritto, che stimoli il candidato.

56

Ultimo consiglio, ma non meno importante: nessun favoritismo. La scala di voti deve essere uguale per tutti. Detto così, può sembrare un concetto banale e ovvio, ma non lo è. Nella vita di tutti i giorni, si incontrano numerose persone, con le quali si hanno rapporti burrascosi o cordiali. Con gli studenti succede lo stesso, è un fattore umano innegabile. Questo però non deve influire i voti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come nascondere un brutto voto ai genitori

Avete preso un brutto voto a scuola e non sapete come dirlo ai vostri genitori, volete nasconderlo ma non sapete come fare? Seguendo questa guida potrete risolvere il vostro problema, qui vedrete come nascondere l'esistenza di quel compito o di quella...
Elementari e Medie

Come evitare un compito in classe

Il compito in classe è, di solito, uno dei momenti più delicati per uno studente. Cresce ben presto la tensione e, con essa, anche la paura di non essere preparati e, quindi, di non farcela. Ma uno studente intelligente può anche escogitare un modo...
Elementari e Medie

Come sfuggire ad un compito in classe

La scuola è un mondo in cui si imparano davvero moltissime cose. Sin dalle scuole elementari, oltre allo studio intenso e alle varie materie da approfondire e capire in classe attraverso la spiegazione dei maestri e dei professori, è indispensabile...
Elementari e Medie

Come evitare di fare errori in un compito di italiano

Cari lettori e lettrici, se siete giunti fin qui è perché avete bisogno di aiuto con i compiti di italiano. Un compito di italiano ha bisogno che vengano rispettate delle regole, necessariamente non si devono fare certi errori e compiere certi sbagli;...
Elementari e Medie

Come creare una griglia di valutazione

Se sei un docente e cerchi un modo per organizzare in maniera ordinata e dettagliata le valutazioni dei tuoi corsi, sicuramente la scelta che fa al caso tuo è quella di utilizzare una griglia di valutazione. I test a risposta multipla sono notevoli strumenti...
Elementari e Medie

Come calcolare la media dei voti

Nelle valutazioni che gli insegnanti effettuano sugli alunni e sul loro percorso scolastico bisogna tener conto di molte cose. Fra queste vi è certamente l'abilità dello studente di capire la materia ed esporla in maniera più o meno chiara per iscritto...
Elementari e Medie

Come valutare un alunno con disabilità

La disabilità è ormai un fattore costante tra i banchi di scuola. In sempre più classi sono presenti uno o più alunni disabili (o diversamente abili). Il che non rappresenta assolutamente un problema di alcun tipo. Bisogna considerare alcuni punti...
Elementari e Medie

Come organizzare una sorpresa per le maestre

Quando finisce l'anno scolastico c'è sempre l'incognita di cosa regalare alle maestre per ringraziarle del lavoro svolto con i bambini durante l'anno scolastico. Le idee possono essere tantissime, quello che conta è però decidere per tempo ciò che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.