Come Applicare Il Modello Di Abell

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

In questo articolo vedremo come applicare il modello di Abell. La definizione del modello di business, è una delle fondamentali rilevazioni che il management di un'azienda deve comprare, siccome consente di ottimizzare i costi, generando perciò l'incremento dei loro profitti. Indubbiamente, nella competitività spietata del mercato globale, oggigiorno, applicare nella corretta maniera il modello di Abell, raffigura una possibilità di successo. In base alla celebre dottrina, infatti, per un'impresa risulta assolutamente proficuo individuare un'area almeno strategica d'affari, chiamata ASA, che interagisca con agenti esterni. Ciascuna ASA farà da perno per un piano preciso di marketing. Entrate nel vivo dell'analisi per scoprire di cosa si tratta. Buona lettura!

27

Occorrente

  • base di economia
  • carta e penna
37

Nella prima fase si tratta di individuare tre componenti all'interno dell'ASA. Il primo sono il gruppo dei clienti, cioè loro che usano il servizio o prodotto; il secondo sono le funzioni di utilizzo che il prodotto assolve, quindi le esigenze dei cliente ed anche i bisogni; mentre il terzo componente è la tecnologia usata, quindi relativamente alle tecniche di produzione.

47

Nella seconda fase, dovrete disegnare una proiezione grafica relativa a tutti gli elementi accertati, segnando tre rette, come dalla principale immagine. I tre punti che congiungeranno l'intersezione, formerà una figura solida: la sua grandezza è direttamente proporzionale alla dimensione del vostro business. Inoltre, anche l'aspetto della forma che ricaverete, sempre nella figura, raffigura un dato ragguardevole, nel senso che permette di riconoscere verso quali aree protende il maggior sviluppo.

Continua la lettura
57

Nella terza fase occorrerà un impegno notevole d'astrazione mentale, in quanto dovrete osservare il grafico che avete ottenuto. Inoltre, vi dovrete soffermare sulla lettura ed anche sull'interpretazione dei dati che emergeranno. Potreste stimare l'impatto sul mercato ottenuto dall'ASA che state ispezionando. Vi dovrete sempre ricordare che a ciascuna ASA, corrisponde un impianto complesso di valori, competenze, responsabilità economiche oltre che di aspettative, sia coi clienti che dalle società.

67

Altra cosa importante che dovrete ricordare è che l'uso di questo modello, presuppone una dimestichezza buona, con nozioni di economia. Se non avete tali conoscenze, potrete affidarvi ad uno specialista nel campo relativo, cioè persone che siano laureate in facoltà di economia, oppure anche ad agenzie di consulenza aziendale. Lo schema che avrete ottenuto, vi sarà di aiuto nella comprensione dei margini di perfezionamento, permettendo di adeguare nel migliore di modi il business verso le esigenze di mercato, ed alle attese del management: dovrete fare un esame ad esempio dell'immagine in alto a sinistra. A questo punto, dovrete decidere voi stessi come volere intraprendere l'elaborazione: ragionate, valutate e scegliete la strategia di marketing che sia vincente. In bocca al lupo!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Considerate sempre che le 3 variabili individuate nel passo 1 devono essere significative di analisi volta a realizzire risultati in termini reddituali

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come applicare la seconda legge di Gay - Lussac

La seconda legge di Gay-Lussac è la legge sperimentale che esprime come la pressione di un gas aumenti quando, a volume costante, la sua temperatura subisce una variazione. Rappresentando graficamente l'andamento della pressione del gas in funzione della...
Università e Master

Come e quando applicare il teorema di Bayes in probabilità

Per poter fare il calcolo delle probabilità, generalmente ci si avvale di varie tecniche, come ad esempio il famoso Teorema di Bayes. Questo specifico teorema deriva esattamente da due importantissimi teoremi: il teorema della probabilità composta...
Università e Master

Come applicare l'equazione di continuità al tubo di flusso

Un tubo di flusso è definito dallo spazio individuato dalla superficie tubolare che si forma lasciando una linea di flusso passante per ogni punto di una superficie chiusa, che non sia essa stessa una linea di flusso. Essendo il tubo di flusso l'insieme...
Università e Master

Come applicare il metodo di Ritter

Quando si rivela necessario effettuare il calcolo di una travatura reticolare isostatica, possiamo ricorrere al metodo relativo alle sezioni di Ritter. Si tratta sostanzialmente di un teorema analitico che ci consente di determinare l'entità dello sforzo...
Università e Master

Come applicare il criterio di Routh

In matematica il criterio di Routh-Hurwitz viene utilizzato per determinare il numero delle radici a parte reale, le quali possono essere sia positive che negative. Tale radici fanno riferimento ad un polinomio, nel quale si parte dai suoi coefficienti...
Università e Master

Come applicare il metodo per la verifica di aste soggette a carico di punta

In ingegneria l'instabilità dovuta ad un carico assiale di punta agente su un'asta è un improvviso collasso di un membro strutturale soggetto ad intensi sforzi di compressione,. Questo tipo di collasso è anche chiamato collasso dovuto ad instabilità...
Università e Master

Come Applicare Il Metodo Di Eliminazione Di Gauss A Una Matrice Nxn

Oggi vedremo come applicare il metodo di eliminazione di Gauss su una matrice nxn. Utilizzare tale algoritmo su una qualsiasi matrice permette di ricavare preziose informazioni circa il rango della stessa, la struttura delle soluzioni del sistema lineare...
Università e Master

Come applicare il teorema di Clapeyron

Il teorema di clapeyron afferma che: "il lavoro di deformazione di un corpo elastico lineare sollecitato da forze agenti staticamente è pari alla metà del lavoro che tali forze compirebbero per gli spostamenti effettivi se conservassero costantemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.