Come andare d'accordo con il compagno di banco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La tranquilla "convivenza" con il proprio compagno di banco è essenziale per trascorrere in serenità la giornata scolastica e per renderla fruttuosa al massimo. La serenità nel proprio banco permette allo scolaro di concentrarsi e anche di rilassarsi e divertirsi, quando ciò è consentito, e, dall'altra parte, consente all'insegnante di compiere al meglio il proprio lavoro.Il compagno di banco deve essere un vero e proprio alleato oltre che un amico, su cui contare in caso di necessità (chi non vorrebbe accanto il migliore della classe che ci permette di copiare e ci aiuta quando non capiamo qualcosa?) e con cui sapersi divertire. Se il problema è quasi nullo per i ragazzi più grandi, che solitamente si scelgono il proprio compagno di banco tra i propri amici, a meno che poi l'insegnante, per punizione, non operi degli spostamenti in classe, il discorso varia per i più piccoli, che sono sistemati nei banchi su iniziativa e secondo precise disposizioni delle maestre e che, pertanto, devono "accettare" il compagno che gli viene posto accanto. In ogni caso occorre sempre rispettare ed essere felici di chi abbiamo vicino, poiché il più delle volte gli spostamenti operati soprattutto per i più piccoli permettono a questi ultimi di socializzare. Vediamo, dunque, insieme come è possibile andare d'accordo con il proprio compagno di banco.

24

Socializzare

Il primo passo per una tranquilla convivenza è sicuramente quella di stringere amicizia, cosa facilissima soprattutto per i più piccoli che nella maggior parte dei casi sono portati per natura a socializzare. Occorre, pertanto, superare ogni timidezza, sia essa propria che del compagno, e parlare con l'altro, per sondarne i gusti e gli interessi, oltre naturalmente a presentarsi e parlare dei propri. Molto spesso accade, infatti, che chi ci appare antipatico, in verità sia soltanto molto timido ed una volta abbattuta questa ideale barriera, il soggetto si riveli poi gradevolissimo e molto spesso vicino per interessi, che nel caso dei più piccoli finiscono il più delle volte per coincidere (ad esempio uno sport per i maschietti o un cartone animato per le femminucce). A questo punto il gioco è fatto, trovato il punto d'incontro ogni cosa verrà da sé e sarà piacevolissimo trascorrere la giornata con chi condivide le nostre stesse passioni.

34

Non imporsi

Un'altra regola che bisogna rispettare per andare d'accordo con il proprio compagno di banco è quella di non imporsi per forza. Il voler imporsi anche con prepotenza è un carattere tipico dei bambini, e non solo, ed è comprensibile, soprattutto in un ambiente nuovo come può essere la scuola, all'interno del quale si vuole affermare la propria personalità. Tuttavia ciò non deve comportare il soffocamento e la mortificazione degli altri. Non si può per forza e sempre avere ragione. Non si può fare sempre ciò che si dice. Occorre anche ascoltare gli altri, adattarsi quando è possibile, capire ed accettare le opinioni diverse ed anche in questo caso, mediante questo "sacrificio" ideale, che sarà sicuramente ben accetto dall'altra parte, sarà possibile giungere ad un punto di incontro e di reciproca comprensione che porterà ad una serena convivenza.

Continua la lettura
44

Condividere

Da ultimo occorre condividere. Qualsiasi cosa, dalla gomma alla penna alla merenda. Ciò che è mio può essere adoperato, se vi è necessità, anche da un altro, al quale dobbiamo offrire ciò che è nostro con gioia e gentilezza, e non semplicemente per imposizione (perché magari ce lo ha detto la maestra). In questo modo il nostro compagno saprà che in caso di bisogno potrà contare su di noi che ci siamo sempre manifestati disponibili e comprensivi ed a sua volta verrà naturale in lui comportarsi allo stesso modo. Ricordatevi che accanto a voi c'è un amico e che state trascorrendo accanto gli anni più belli della vostra esistenza. Trascorrerli in serenità vi renderà partecipi di ricordi comuni indimenticabili, di cui magari in un domani riparlerete insieme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Far Integrare In Classe Un Compagno Straniero

Molti di voi hanno da poco avuto un compagno di classe straniero o di colore, e spesso non sapete quale sia il miglior modo di comportarsi nei suoi confronti, come cercare di farlo integrare nel gruppo senza pregiudizi o forme di razzismo e bullismo....
Elementari e Medie

Come fare per sedersi al primo banco

Sedersi al primo banco non è un compito molto difficile, in quanto la maggior parte degli studenti o degli alunni vogliono sempre sedersi all'ultimo banco, magari per essere camuffati dai compagni, per non essere sempre sotto l'occhio vigile degli insegnanti...
Elementari e Medie

Come accogliere un nuovo compagno di classe

Andare a scuola e migliorare la propria istruzione è un diritto e un dovere di ogni giovane cittadino. La scuola si può vivere con ansia e tensione, ma anche con curiosità ed eccitazione. L'ambiente scolastico può infatti riservare molte sorprese...
Elementari e Medie

Come accettare un nuovo compagno di classe

Sarà capitato a tutti di incontrare, durante la propria vita scolastica, un nuovo compagno di classe, il quale avrà trovato molte o poche difficoltà, a seconda dei casi, come essere accettato all'interno del gruppo. Con questa breve e compatta lista...
Elementari e Medie

I 5 oggetti fondamentali in un astuccio scolastico

Quando si prepara lo zaino la sera è sempre bene controllare che ci sia tutto quello ci occorrerà durante le ore scolastiche. Presi i libri, i quaderni ed il diario non ci resta che controllare che nel nostro astuccio ci siano tutti gli oggetti di cui...
Elementari e Medie

10 suggerimenti per diventare il primo della classe

Il tuo rendimento scolastico è sotto la media e vorresti diventare uno studente modello per ottenere i massimi voti sia in condotta che nelle materie? Hai problemi con qualche disciplina in particolare e vorresti stupire il prof con delle interrogazioni...
Elementari e Medie

Come sostenere i bambini il primo anno di scuola Elementare

Il primo anno di scuola elementare segna il passaggio dall'età infantile all'età che precede l'adolescenza. Spesso l'ingresso al nuovo ciclo di studi crea dei veri e propri traumi. In questo periodo avvengono numerosi cambiamenti nella vita del piccolo....
Elementari e Medie

Storia: il trattato di Schengen

Il Trattato di Schengen ha abolito molte frontiere interne in Europa, garantendo la libera circolazione delle persone senza necessità del passaporto. La sua storia inizia nel 1985 e prende il nome dalla città di Schengen, in Lussemburgo, dove l'accordo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.