Come analizzare un circuito sequenziale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Come analizzare una macchina a circuito sequenziale? Per prima cosa è necessario sapere che il sistema sequenziale è un circuito nel quale in ogni istante, le uscite, dipendono oltre ai valori degli ingressi anche dalla "storia" pregressa dell'intero sistema, che è rappresentata dalla memoria M. La funzione principale dei sistemi sequenziali è la memorizzazione ed elaborazione dell’informazione. Un ulteriore funzione è quella di trasportare informazioni tra registri e registri.

25

Forniamo un esempio di sistema sequenziale: pensiamo per un attimo di dover progettare un circuito che, ricevendo 0 in ingresso, produce 0 in uscita; se in ingresso riceve 1, produce in uscita 1. Il funzionamento di un circuito sequenziale può essere infatti descritto come un automa a stati finiti.

35

Prendendo uno schema circuitale ed identificati gli elementi di memoria inclusi possiamo dire che in ogni istante, la memoria del sistema, cioè quel valore binario che viene memorizzato negli FF, identifica precisamente lo stato esatto in cui si trova il sistema. Per ogni stato e per ogni combinazione di input è infine possibile conoscere i valori delle uscite ed lo stato seguente in cui il sistema transiterà.

Continua la lettura
45

Negli gli elementi di memoria di un circuito, gli FF, si nota che gli stati del circuito sono rappresentati da combinazioni di valori differenti che sono memorizzabili nei FF; le combinazioni sono disponibili sulle uscite Qi. Per un numero n di FF, troveremo 2n combinazioni e 2n stati. Assegniamo poi un simbolo ad ogni combinazione di memoria. Troveremo 2 FF, e 4 valori memorizzati. Assegniamo allora la seguente codifica: S0→00, S1→ 01, S2 →10, S3 →11. Prendiamo in considerazione la parte combinatoria del circuito: quello che si ricavano sono espressioni booleane su ogni ingresso di tutti gli FF che sono contenuti nel circuito scelto; queste funzioni sono anche chiamate funzioni di eccitazione dei FF.

55

In sintesi è possibile ottenere l’automa e/o la tabella delle transizioni del circuito sequenziale che dobbiamo progettare. Questo comporta una riflessione sul problema e rappresentarlo graficamente. Può essere utile, per modellare un automa, dividere il problema in sotto problemi ottenendo così un sotto problema scomponibile. Ottenuto l’automa che crea il funzionamento della macchina a stati, abbiamo tutte le possibilità di minimizzazione come nel metodo appena visto. Ecco come analizzare un circuito sequenziale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
Università e Master

Come risolvere un circuito magnetico

Un circuito magnetico è un nucleo ferromagnetico nel quale si induce un campo magnetico per mezzo di avvolgimenti percorsi da corrente elettrica alternata o per mezzo di magneti permanenti. Tali circuiti vengono impiegati per trasferire potenza attiva...
Università e Master

Come analizzare la fusione e la solidificazione di una sostanza

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter analizzare la fusione ed anche la solidificazione di una sostanza. Ed ecco che grazie ai nostri semplici consigli, contenuti in questa guida, potremo di certo mettere in pratica...
Università e Master

Come Analizzare Un Punto Di Discontinuità

La discontinuità è un concetto solamente puntuale: imparando a riconoscere se una funzione è discontinua, in un qualche punto dell'asse reale, sarete anche in grado di dire se la funzione è continua globalmente (nel caso in cui non vi sia alcuna discontinuità)....
Università e Master

Come analizzare dei campioni di terreno

Per una totale produttività delle piante che coltiviamo è opportuno conoscere e curare per bene i proprio terreni. Il terreno infatti è la fonte principale di approvvigionamento da parte della pianta, da esso infatti le radici assorbono acqua e nutrienti...
Università e Master

Come analizzare dei dati genetici con il test del chi-quadrato

Un'analisi statistica semplice che devi utilizzare per saggiare l'ipotesi nulla è chiamata test del chi-quadrato, che essenzialmente è un test di bontà dell'adattamento. Nella guida seguente ti spiego brevemente come analizzare dei dati genetici col...
Università e Master

Come analizzare un albero genealogico

Analizzare un albero genealogico è un'impresa tanto stimolante quanto impegnativa. Se pensate allo studio della genetica umana, salta subito all'occhio che gli incroci non sono né possibili né programmati. Le modalità di ereditarietà dei caratteri...
Università e Master

Come applicare il teorema di Norton

Il teorema di Norton afferma che è possibile semplificare qualsiasi circuito lineare, a prescindere da quanto esso sia complesso, ricavando un circuito equivalente con un solo generatore di corrente e resistenza collegati in parallelo ad un carico. Come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.