Come analizzare un albero genealogico

Tramite: O2O 05/03/2017
Difficoltà: difficile
16
Introduzione

Analizzare un albero genealogico è un'impresa tanto stimolante quanto impegnativa. Se pensate allo studio della genetica umana, salta subito all'occhio che gli incroci non sono né possibili né programmati. Le modalità di ereditarietà dei caratteri dell'uomo vengono solitamente determinate esaminando la maniera in cui un certo carattere compare negli alberi familiari di individui che chiaramente lo manifestano. Vediamo quindi nella guida che segue, passo dopo passo, come approcciasi allo studio della trasmissione di un determinato carattere, mediante l'analisi di un albero genealogico.

26
Occorrente
  • Albero genealogico
36

Supponete di avere un albero genealogico in cui il carattere è determinato da un allele a (il gene che riferibili a un certo carattere distintivo) recessivo. Per non entrare in confusione dovrete realizzare un inventario dettagliato. È quindi necessario indicare le generazioni con i numeri romani. Mentre potete catalogare gli individui con i numeri arabi. In questo modo riuscirete a fare riferimento a particolari persone dell'albero, senza alcuna difficoltà. Noterete nell'albero genealogico come il carattere predominante sia determinato da un omozigosi per l'allele. Nello specifico, il carattere è dato da un matrimonio tra cugini primi.

46

Per una legge biologica i cugini condividono un'alta presenza dei loro geni. Osservate, infatti, nell'albero genealogico, che nei loro figli un certo numero di alleli si trova in omozigosi. In tal caso, un allele mutato recessivo è diventato omozigote e ha determinato una caratteristica genetica riconoscibile. Nel pedigree è inoltre opportuno indicare i simboli dei geni, per dimostrare velocemente la deduzione possibile in base a questa analisi. Alla domanda: "Quando compare il carattere per la prima volta?", potete rispondere che (in questo caso) il carattere compare per la prima volta alla IV generazione.

Continua la lettura
56

Alla fine dell'analisi dell'albero genealogico, si deve possibilmente trarre valide conclusioni. Considerate quindi che, dato che né l'uno né l'altro genitore (in questo caso i due cugini) manifestano il carattere. Essendo nati due figli che presentano il carattere (IV-2 e IV-4), l'ipotesi più logica che potrete formulare è che il carattere sia determinato dalla presenza di un allele mutato recessivo. Per cui potrete facilmente desumere che IV-2 e IV-4 avrebbero entrambi genotipo (aa) e che i loro genitori (III-5 e III-6) avrebbero genotipo (Aa). Buon lavoro.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Essendo nati due figli che presentano il carattere (IV-2 e IV-4), l'ipotesi più logica che potrete formulare è che il carattere sia determinato dalla presenza di un allele mutato recessivo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come disegnare l'albero di Pitagora

In questa breve e semplice guida vi sarà spiegato un esempio estremamente conosciuto di frattale, che corrisponde al noto Albero di Pitagora. Prima di iniziare a realizzarlo, però, sarà necessario sapere che cos'è un frattale. Si tratta essenzialmente...
Università e Master

Come analizzare un campione d'acqua

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come analizzare nel migliore dei modi un campione d'acqua. Il fatto di controllare ad intervalli regolari quella che è la purezza dell'acqua è a dir poco fondamentale per tutelare...
Università e Master

Appunti di procedura civile: il regolamento di competenza

La materia che andremo a trattare, per chi non ha sufficiente dimestichezza con l'argomento, potrà sembrare particolarmente ardua e di difficile comprensione. Tuttavia, se studiare giurisprudenza o se, comunque, avete necessità di conoscere l'argomento,...
Università e Master

Come impostare una tesi sperimentale

La tesi è il compendio finale dello studio universitario. La scrittura di una tesi sperimentale richiede un paio d'anni di duro lavoro. Logicamente bisogna anche tener presente che eventuali esami arretrati oppure il tirocinio obbligatorio allungano...
Università e Master

Come scegliere il titolo della tesi di Laurea

Finalmente è arrivato anche per te il momento di scrivere la tua tesi di Laurea. Il giorno fatidico, in cui non dovrai più mettere piede nelle aule universitarie, si avvicina sempre più e ormai anche la tua tesi sta cominciando a prendere forma. Uno...
Università e Master

Errori da evitare nella stesura di un saggio breve

Il saggio breve è una prova di esame che si sostiene all'esame di stato. Esso è corredato da diversi documenti che il candidato deve analizzare. È indirizzato a persone competenti, quindi bisogna utilizzare un linguaggio formale o addirittura specialistico....
Università e Master

Teorema della bisettrice: dimostrazione

La matematica è una materia ricca di formule, è vero, ma non richiede soltanto un impegno di tipo mnemonico. In questa disciplina è molto importante il ragionamento, che va sfruttato per applicare le formule ai diversi problemi. Lo studio della geometria,...
Università e Master

10 originali argomenti per la tesi in Pedagogia

La tesi di laurea in Pedagogia è principalmente rivolta a studenti dell'ambito umanistico ed in particolare ai laureandi in Pedagogia dell'Infanzia, Progettazione dei processi educativi, Scienze della formazione primaria. Gli argomenti che si possono...