Come analizzare un albero genealogico

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Analizzare un albero genealogico è un'impresa tanto stimolante quanto impegnativa. Se pensate allo studio della genetica umana, salta subito all'occhio che gli incroci non sono né possibili né programmati. Le modalità di ereditarietà dei caratteri dell'uomo vengono solitamente determinate esaminando la maniera in cui un certo carattere compare negli alberi familiari di individui che chiaramente lo manifestano. Vediamo quindi nella guida che segue, passo dopo passo, come approcciasi allo studio della trasmissione di un determinato carattere, mediante l'analisi di un albero genealogico.

26

Occorrente

  • Albero genealogico
36

Supponete di avere un albero genealogico in cui il carattere è determinato da un allele a (il gene che riferibili a un certo carattere distintivo) recessivo. Per non entrare in confusione dovrete realizzare un inventario dettagliato. È quindi necessario indicare le generazioni con i numeri romani. Mentre potete catalogare gli individui con i numeri arabi. In questo modo riuscirete a fare riferimento a particolari persone dell'albero, senza alcuna difficoltà. Noterete nell'albero genealogico come il carattere predominante sia determinato da un omozigosi per l'allele. Nello specifico, il carattere è dato da un matrimonio tra cugini primi.

46

Per una legge biologica i cugini condividono un'alta presenza dei loro geni. Osservate, infatti, nell'albero genealogico, che nei loro figli un certo numero di alleli si trova in omozigosi. In tal caso, un allele mutato recessivo è diventato omozigote e ha determinato una caratteristica genetica riconoscibile. Nel pedigree è inoltre opportuno indicare i simboli dei geni, per dimostrare velocemente la deduzione possibile in base a questa analisi. Alla domanda: "Quando compare il carattere per la prima volta?", potete rispondere che (in questo caso) il carattere compare per la prima volta alla IV generazione.

Continua la lettura
56

Alla fine dell'analisi dell'albero genealogico, si deve possibilmente trarre valide conclusioni. Considerate quindi che, dato che né l'uno né l'altro genitore (in questo caso i due cugini) manifestano il carattere. Essendo nati due figli che presentano il carattere (IV-2 e IV-4), l'ipotesi più logica che potrete formulare è che il carattere sia determinato dalla presenza di un allele mutato recessivo. Per cui potrete facilmente desumere che IV-2 e IV-4 avrebbero entrambi genotipo (aa) e che i loro genitori (III-5 e III-6) avrebbero genotipo (Aa). Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Essendo nati due figli che presentano il carattere (IV-2 e IV-4), l'ipotesi più logica che potrete formulare è che il carattere sia determinato dalla presenza di un allele mutato recessivo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come analizzare un circuito sequenziale

Come analizzare una macchina a circuito sequenziale? Per prima cosa è necessario sapere che il sistema sequenziale è un circuito nel quale in ogni istante, le uscite, dipendono oltre ai valori degli ingressi anche dalla "storia" pregressa dell'intero...
Università e Master

Come Analizzare Un Punto Di Discontinuità

La discontinuità è un concetto solamente puntuale: imparando a riconoscere se una funzione è discontinua, in un qualche punto dell'asse reale, sarete anche in grado di dire se la funzione è continua globalmente (nel caso in cui non vi sia alcuna discontinuità)....
Università e Master

Come analizzare dei campioni di terreno

Per una totale produttività delle piante che coltiviamo è opportuno conoscere e curare per bene i proprio terreni. Il terreno infatti è la fonte principale di approvvigionamento da parte della pianta, da esso infatti le radici assorbono acqua e nutrienti...
Università e Master

Come analizzare dei dati genetici con il test del chi-quadrato

Un'analisi statistica semplice che devi utilizzare per saggiare l'ipotesi nulla è chiamata test del chi-quadrato, che essenzialmente è un test di bontà dell'adattamento. Nella guida seguente ti spiego brevemente come analizzare dei dati genetici col...
Università e Master

Come disegnare l'albero di Pitagora

In questa breve e semplice guida vi sarà spiegato un esempio estremamente conosciuto di frattale, che corrisponde al noto Albero di Pitagora. Prima di iniziare a realizzarlo, però, sarà necessario sapere che cos'è un frattale. Si tratta essenzialmente...
Università e Master

Come rappresentare un albero decisionale

La teoria delle decisioni vede le sue origini nel 1939 dall'economista e matematico A. Wald. Questa teoria ha come oggetto lo studio delle probabilità statistiche tra differenti scelte. È una tecnica molto utilizzata e particolarmente importante perché...
Università e Master

Chimica: come eseguire una cromatografia su strato sottile

La cromatografia eseguita su strato sottile, TLC acronimo di Thin Layer Chromatography, viene ampiamente usata presso i laboratori di chimica organica, per la valutazione dello stadio di avanzamento di una reazione chimica. Questa tecnica è basata sull'idea...
Università e Master

Come tracciare un diagramma di Nichols

In questa guida vi spiegherò cos'è il diagramma di Nichols e come utilizzare tale strumento potente per analizzare un sistema di controllo in retroazione. Insieme ai diagrammi di Bode e di Nyquist, quello di Nichols è importantissimo per l'analisi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.