Come aiutare Un Lavativo A Studiare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se una persona cara (figlio, fidanzato/a) non ha la minima voglia di studiare, come fare? Con questa guida facile riuscirete a fargli cambiare idea, a fargli avere un metodo di studio, e ad imparare come si aiuta veramente una persona in difficoltà con trucchi semplici ma efficaci. Ecco come aiutare un lavativo a studiare.

26

Il primo step è la classificazione, i lavativi si dividono in due categorie: quelli che sono a conoscenza delle conseguenze del loro comportamento e quelli a cui non importa nulla, tu devi dargli un'etichetta, se appartiene alla prima categoria il tuo aiuto sarà sicuramente utile, nel secondo caso hai già perso in partenza, forse.

36

Organizza il tuo tempo, per massimizzare i risultati che vuoi fargli ottenere devi renderti disponibile: il tempo impiegato allo studio infatti non può essere solo di una manciata di minuti ma non deve nemmeno sforare le quattro ore di fila. Naturalmente non puoi fargli studiare un giorno sì e tre no, perché poi per distrazioni varie rischieresti di mandare in fumo il lavoro fatto l'ultima volta. Il miglior modo per programmare il tuo tempo è quello di vedere qual è il fine ultimo: ovvero l'interrogazione o la verifica e quando l'uno o l'altra si svolge.

Continua la lettura
46

Il modo classico per studiare è usare il proprio metodo di studio, ma i lavativi non hanno metodo e un'enorme mole di lavoro non farà altro che fargli accampare scuse per evitare lo studio, come fare allora? I trucchi sono due: la sintesi e gli schemini, la sintesi la devi usare tu, mentre il tuo amico deve fare uno schema ti tutte le cose che stai dicendo, così man mano che aggiunge impara qualcosa.

56

Sforza continuamente la sua memoria e la sua logica, anche quando non avete lezione chiedili di ricordarsi una certa data o antefatto ecc, è solo ripetendo tante e tante volte che l'informazione penetrerà finché diventerà automatico rispondere. Ma questo non basta, nel caso di un interrogazione è importante ragionare, molte volte viene chiesto di collegare un fatto con l'altro e spiegarne il perché, ecco perché studiare solo le sintesi è deleterio.

66

Studiare, è sicuramente un qualcosa di molto importante. Specialmente in tempi di crisi, il titolo di studio può rivelarsi fondamentale per trovare un valido impiego e per qualificarsi per una posizione lavorativa migliore. Importante è anche che il ragazzo frequenti un gruppo di ragazzi o amici a cui piaccia studiare, andare a scuola ed impegnarsi al fine di prendere buoni voti, evitando tutte le cattive compagnie o comunque amici che potrebbero interferire con la sua carriera scolastica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare

"Educa i bambini e non sarà necessario poi punire gli uomini" diceva Pitagora.Studiare è fondamentale nella crescita di un giovane, è il primo vero contatto quotidiano con gli altri.Aiutare il bambino al metodo migliore per rendere lo studio una parte...
Elementari e Medie

Come creare una mappa geografica per aiutare i bambini

La geografia, è un'importante materia da studiare sin dalle scuole elementari. Spesso però, non tutti i bambini amano memorizzare nomi di luoghi, mappe e caratteristiche di una regione o di un luogo perché per loro, può risultare parecchio complicato....
Elementari e Medie

Come aiutare i figli con le tabelline

Durante il percorso di studi delle scuole elementari e, aggiungiamo anche medie, uno degli argomenti più complessi da affrontare è quello relativo alle tabelline. Imparare il meccanismo tale da poter mettere a mente le tabelline talvolta è complesso...
Elementari e Medie

5 consigli per aiutare il bambino a tornare a scuola

È bene puntualizzare che ogni soggetto, sia adulto che meno cresciuto, non sempre riesce a vivere tranquillamente e organizzare le giornate per come dovrebbe svolgerle, tanto da dover essere capito e supportato. A tal proposito sarebbe giusto studiare...
Elementari e Medie

Scuola primaria: come aiutare il bimbo nei compiti

Durante lo svolgimento dei compiti è molto importante seguire il bambino, soprattutto i primi due anni di scuola primaria, poiché una volta acquisito il metodo di studio riuscirà autonomamente a studiare gli altre tre anni. In questa guida sarà illustrato...
Elementari e Medie

5 consigli per studiare storia

Per studiare al meglio argomenti di storia bisogna perseguire i seguenti obiettivi: la correttezza dei dati, la memorizzazione di questi, l'esposizione finale. Ecco cinque consigli per mettere in pratica questi principi, soprattutto il secondo che risulta...
Elementari e Medie

Come fare quando non si ha voglia di studiare

Non è raro che molti studenti abbiano smarrito o, meglio ancora, mai trovato la loro voglia di studiare. Tutto ciò, molto spesso, viene accompagnato da uno scarso rendimento. In questa guida verranno dati alcuni semplici consigli che spiegheranno come...
Elementari e Medie

5 buoni motivi per studiare

La tipica domanda che tutti, almeno una volta nella propria vita, ci sono posti è: "Perché dobbiamo studiare"? Purtroppo, spesso "studiare" ci risulta molto faticoso e sgradevole, anche perché vorremmo impiegare il nostro tempo libero facendo altre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.