Come affrontare un tirocinio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In molti Corsi di Laurea, all'interno del sitema universitario italiano, c'è la possibilità, se non l'obbligo, di affrontare un tirocinio formativo. Il tirocinio non è nient'altro che l'opportunità di svolgere un certo numero di ore all'interno di una determinata struttura in modo che ogni laureando possa avere un primo contatto con il mondo del lavoro, capirne le dinamiche e i meccanismi. Si tratta quindi di una vera e propria opportunità per mettere in pratica buona parte delle conoscenze che sono state affrontate e acquisite durante il proprio corso di studi. Ecco quindi una serie di consigli su come affrontare un tirocinio.

25

Scelta della destinazione

Nel momento in cui si ha intenzione di affrontare un tirocinio la prima cosa da fare è sempre quella di scegliere l'azienda o l'ente in cui si ha intenzione di svolgerlo. Naturalmente la tipologia di destinazione deve essere sempre, in qualche modo, legata alle materie oggetto del corso di studi, oltre che essere di proprio interesse. In genere all'interno dei portali dedicati agli studenti di ogni Università è presente un'apposita sezione contenente tutte le strutture convenzionate con l'Ateneo di appartenenza. In alcuni casi è però possibile, avendo cura di pensarci per tempo, far convenzionare un'azienda di propria scelta con l'Università in modo da potervi svolgere il tirocinio formativo, ovviamente a seguito del benestare di entrambe le parti interessate.

35

Modulistica

Svolgere un tirocinio è un'operazione che, oltre la forza di volontà, spesso richiede molta pazienza vista l'enorme quantità di documenti con cui si ha a che fare. Ogni Università ha una propria serie di moduli da compilare con molta cura, in alcuni casi può anche essere richieste una lettera in cui il candidato tirocinante presenti gli obiettivi del tirocinio formativo e i risultati che si aspetta di ottenere. Spesso inoltre, al termine dell'esperienza, si richiede una relazione finale. Alcune strutture infine, specie se oggetto di molte domande di tirocinio, possono richiedere una lettera motivazionale o sottoporre il candidato ad un colloquio.

Continua la lettura
45

Chiedere sempre

Una volta terminate le pratiche e iniziata l'attività di tirocinio una delle prime sensazioni, nella maggior parte dei casi, è quella di totale spaesamento poiché non si sa bene cosa fare né come farlo. In questi casi una soluzione può essere quella di rivolgersi al personale della struttura e in particolare coloro che si ritiene essere i più competenti. Se possibile è opportuno trovare una persona di riferimento che possa aiutare nei momenti di indecisione.

55

Essere propositivi

Bisogna però sempre ricordare che il tirocinio formativo è comunque, oltre che un'opportunità di apprendimento, anche un'occasione per mettersi in gioco e acquisire nuove capacità, quindi una caratterisitica che non deve mai mancare in buon tirocinante è la voglia di fare e di essere quanto più propositivo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come organizzare lo studio universitario durante il tirocinio

Il tirocinio, come ben tutti sanno, è un’esperienza fondamentale per ogni studente, che può ampliare le sue conoscenze e soprattutto insegnargli a mettere in pratica ciò che ha appreso a livello teorico. Generalmente il tirocinio si realizza nell’ultimo...
Università e Master

Vantaggi e svantaggi del tirocinio

Il tirocinio è un'opportunità che bisognerebbe sempre sfruttare al meglio. Grazie a questo tipo di iniziativa si può fare esperienza in un determinato settore lavorativo e acquisire delle competenze aggiuntive. Quando si diventa tirocinanti, si trascorre...
Università e Master

Come affrontare l'esame di Metodi e Tecniche del Servizio Sociale

Molto spesso, durante il percorso che caratterizza la nostra carriera universitaria, possiamo fare i conti con delle materie o degli specifici e determinati argomenti che possono in un certo senso minare il nostro corretto apprendimento. Questo perché...
Università e Master

Come affrontare lo studio di un esame

Quando si deve affrontare un esame, che sia universitario o per qualsiasi altro scopo, occorre comprendere il modo migliore che ci permetta di memorizzare concetti e nozioni, evitando di sprecare il nostro tempo con letture superficiali che non ci consentiranno...
Università e Master

Come affrontare serenamente un esame

Per tutti, nel corso della vita arriva un momento delicato e nel contempo indimenticabile; infatti, si tratta degli esami di maturità, che come più volte citato anche in alcuni celebri canzoni e poi diventati film, rappresentano una svolta epocale per...
Università e Master

Come affrontare lo studio di più materie contemporaneamente

Gli esami universitari sono motivo di ansia per ogni studente e ancora di più se si decide di prepararne più di uno alla volta. Ma con un po' di organizzazione, costanza e metodo tutti possono riuscire nell'intento. L'esperienza, poi, farà il suo gioco...
Università e Master

Come affrontare un esame non riuscito

Nei diversi corsi di studi universitari, talvolta può succedere di non riuscire in un esame, magari ricevendo una bocciatura o anche un voto troppo basso che va a rovinare la media.Purtroppo, in questi casi, uno studio intenso e tanto impegno non riescono...
Università e Master

Domanda Erasmus: come affrontare il colloquio

Il programma Erasmus favorisce la mobilità internazionale degli studenti e contribuisce a finanziare esperienze di studio all'estero. Le convenzioni di cooperazione con altre università europee nell'ambito del programma Erasmus consentono agli studenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.