Come accordare il participio passato in francese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Il francese è ancora oggi una delle lingue più parlate al mondo, anche come lingua principale di molti paesi: non solo in Francia, ma anche in Africa e in altre zone del mondo il francese è la prima lingua, soprattutto nelle zone in cui numerosi dialetti rendono necessaria l'unità linguistica. Inoltre, il francese è stato per secoli la lingua internazionale delle corti europee, quindi è rimasto fortemente legato a molti ambienti culturali. Va infatti considerato che molta cultura, nei secoli passati, è stata redatta in lingua francese, oltre a considerare la sterminata letteratura francese. In più, è quasi sempre la seconda lingua studiata in moltissimi paesi, dopo l'inglese. Di conseguenza la conoscenza del francese può aiutarci a comunicare in moltissime parti del mondo. Oltre al fatto che la sua musicalità è tale da affascinare tantissime persone. Per fortuna di noi italiani, pur avendo una grammatica molto complessa, il francese è abbastanza simile alla nostra lingua madre. I principi che regolano il participio passato in francese non fanno eccezione, e nella maggior parte dei casi possiamo utilizzare gli stessi modi della lingua italiana. Il funzionamento e la costruzione del participio passato, infatti, è davvero molto simile al nostro, con alcune regole ferree che ci permettono di padroneggiarlo agevolmente pur non essendo madrelingua. La difficoltà maggiore consiste, però, nella difficoltà a livello orale di percepire le sfumature, perché spesso nel francese le differenze non possono cogliersi a livello parlato. Magari ci sembra di ascoltare la stessa parola, per scoprire che invece, nello scritto, esistono importanti differenze che ci porterebbero a sbagliare. Vediamo quindi come accordare il participio passato in francese, in modo da non incorrere in errori a volte imbarazzanti.

29

Occorrente

  • libro di grammatica
  • tavola dei verbi
39

La forma dei participi passati

Il participio passato francese si forma a partire dalla radice dell'infinito del verbo, a seconda della coniugazione a cui appartiene. Con i verbi regolari in -er, -ir e -re si forma facilmente, aggiungendo semplicemente una desinenza finale. I verbi in -er formano il participio passato aggiungendo -è: ad esempio per il verbo manger (mangiare) il participio è mangé. I verbi in -ir formano il participio passato in -i: ad esempio finir (finire) diventa fini. E infine i verbi in -re aggiungono una -u: ad esempio vendre (vendere) forma il participio passato in vendu. Più complesso è il discorso dei verbi irregolari, che formano il participio non seguendo la regola principale ma secondo un'evoluzione linguistica che rende impossibile stabilire una norma. Per questo motivo l'unico modo è studiarli a memoria.

49

La funzione del participio passato

Come in italiano, il participio passato ha diverse funzioni, e in base a queste cambia anche la regola per accordarli. Abbiamo principalmente tre casi: l'uso come aggettivo (o pronome), l'uso come verbo a se stante in una frase subordinata e l'uso come parte del verbo. Nei primi due casi il participio passato va accordato per genere e numero al nome a cui si riferisce. Ad esempio, se parliamo di una "mela mangiata", dovremo concordare interamente il participio, che diventerà quindi "pomme mangée". Lo stesso vale per le subordinate: "Una volta partiti, [...]", per esempio, diventa "Une fois partis". Nel caso invece che il participio passato faccia parte di un verbo, la situazione si complica, perché occorre tenere in considerazione la tipologia del verbo, ovvero se è transitivo o intransitivo, e con quale ausiliare si forma.

Continua la lettura
59

I verbi con l'ausiliare avoir

Nei verbi che hanno come ausiliare avoir, esattamente come in italiano per i verbi formati con avere, non abbiamo problemi di concordanza perché il participio passato rimane al maschile singolare qualunque sia il soggetto e l'oggetto. Nella frase "Loro hanno mangiato una mela" non c'è alcuna concordanza tra il participio passato e il verbo: "Ils ont mangé une pomme". Diversamente sarebbe stato se il verbo, come detto, non fosse stato in forma esplicita ma implicita: "La mela, mangiata a pranzo, non era buona" diventa "La pomme, mangée au déjeuner n'était pas bonne".

69

I verbi intransitivi con l'ausiliare in être

Abbiamo invece bisogno di concordare i verbi che hanno come ausiliare il verbo être, come in italiano concordiamo i verbi con l'ausiliare essere. In questo caso occorre prestare attenzione al genere e al numero del soggetto, da cui dipendono, appunto, quelli del participio passato. Nella frase "Siamo andati a casa" il participio passato deve essere declinato al maschile plurale, così da avere la frase corretta: "nous sommes rentrés à la maison". Nella frase "Le ragazze sono andate in camera", invece, avremo un participio femminile plurale: "les filles sont allées dans la chambre".

79

La declinazione del participio passato

Una volta compreso quando dobbiamo accordare il participio passato, dobbiamo ora capire come si declina, quindi come si trasforma dalla forma base del maschile singolare a quella femminile e plurale. Fortunatamente questo è un passaggio estremamente semplice. Per formare il plurale, infatti, basta aggiungere una -s finale, mentre per il femminile occorre aggiungere una -e. Nel caso del femminile plurale, infine, la desinenza è -es. Ad esempio, per il participio passato mangé (m.s.) avremo mangé (m.pl.), mangée (f.s.), mangées (f.pl.).

89

Il participio passato del verbo être

Un caso particolare è sicuramente quello del verbo être. Infatti, diversamente dall'italiano, non ha come ausiliare il verbo essere bensì il verbo avere. "Sono stato" non si traduce, quindi, con "je suis été", ma con "J'ai été". Ne deriva che il participio passato del verbo être, avendo come ausiliare avoir, non deve essere concordato quando fa parte del passé composé. Tuttavia, qualora si tratti di un passivo, il participio passato del verbo va concordato, avendo come ausiliare il verbo être, il cui participio rimane, tuttavia, nella forma base maschile e singolare. Ad esempio nella frase "Le mele sono state mangiate", il participio "state" che in italiano è concordato in francese rimane maschile singolare, mentre "mangiate" si accorda al soggetto: "Les pommes ont été mangée".

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • A livello orale non si sente la concordanza, perché né la -s né la -e si pronunciano. Tuttavia occorre prestare attenzione alla -s nel caso di liason.
  • Studiare i principali verbi irregolari a memoria, perché spesso sono i più utilizzati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come formare il passato prossimo in francese

Nella lingua francese, così come in quella italiana, l'utilizzo dei tempi verbali fa parte integrante di una corretta conversazione a livello orale. Il passato prossimo, ad esempio, si impiega piuttosto frequentemente in numerose frasi. In francese questo...
Lingue

Come formare il participio presente e il gerundio in francese

Il francese è una delle lingue più diffuse sul globo terrestre. Parlata principalmente in Francia e nei territori che hanno subito la sua dominazione, ha avuto una notevole diffusione anche grazie all'immagine romantica che ne viene fornita tramite...
Lingue

Come si forma il condizionale in francese

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che la nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario risulta essere la lingua più insegnata dopo l'inglese e...
Lingue

Come formare il passé composé in francese

In questo articolo vogliamo cercare di imparare come poter formare in maniera semplice e veloce, il passè composè in francese. Cerchermo di eseguire il tutto, in maniera fattibile, affinché anche coloro i quali non masticano tanto la lingua francesce,...
Lingue

Francese: il congiuntivo

Se per le vostre vacanze estive o invernali avete deciso di fare un viaggio nei paesini della Francia, ma non avete molta dimestichezza con i verbi e soprattutto con il congiuntivo, non dovete crearvi nessun problema poiché come si evince dai passi successivi...
Lingue

Francese: i verbi modali

I verbi modali hanno la stessa funzione nella maggior parte delle lingue europee. Sono detti anche servili perché si avvalgono di un altro verbo, all'infinito, per generare azioni di senso. Questa forma temporale, ovviamente, esiste anche in francese....
Lingue

La formazione del femminile in francese

Il francese rappresenta sicuramente una lingua estremamente affascinante e al contempo piuttosto complessa. Impararla non è difficile, ma bisogna prendere in considerazione alcune regole fondamentali. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in...
Lingue

Francese: forma passiva

La lingua francese, per tradizione veicolo privilegiato negli scambi commerciali, culturali e diplomatici, è la seconda lingua più parlata al mondo dopo l'inglese. La forma passiva in francese si forma utilizzando l'ausiliare del verbo essere, "être"....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.