Come abituarsi a pensare in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'Inglese è ormai la nostra seconda lingua sia nella vita lavorativa che privata. A seconda del contesto nel quale infatti si vive e si lavora, l'inglese è sempre presente anche se in forme e in tematiche diverse. Non è più possibile in effetti navigare online, fare acquisti, lavorare e fare moltissime altre attività senza conoscere almeno un po' tale lingua anglosassone. Spesso però, anche se si studia la lingua per moltissimi anni e ad alti livelli, non si riesce mai a fare il salto di qualità e riuscire così a pensare in inglese. Si tratta infatti di un'utile abilità, ma non sempre facilissima da raggiungere. Vediamo però insieme come fare, in quanto non si tratta di un obiettivo impossibile. Se quindi anche voi volete fare il salto di qualità nella vostra conoscenza ed utilizzo della lingua, vediamo insieme passaggio dopo passaggio come abituarsi a pensare correntemente in inglese.

27

Occorrente

  • Tempo e materiale per l'apprendimento
37

Fare molta pratica

Il primo passaggio è sicuramente quello della padronanza della lingua, obiettivo che non si raggiunge per osmosi ma è necessario moltissimo lavoro. Per questo la prima regola è quella di non abbandonare mai lo studio della lingua, ma di mantenere vive le conoscenze. Inoltre piuttosto che fare scorpacciate di inglese un giorno a settimana, dovrete invece protendere nel spalmare le ore di studio lungo tutta la settimana. È stato infatti provato che per l'apprendimento della lingua è più utile un impegno su un lungo periodo piuttosto che sessioni troppo intense e lontane nel tempo tra loro. Ritagliatevi così anche solo mezz'ora o un'ora al giorno da dedicare ad attività in lingua inglese.

47

Diversificare lo studio

Se non siete tipi da grammatiche ed esercizi non preoccupatevi in quanto lo studio di una lingua passa anche da moltissime altre attività. La migliore strategia per padroneggiare a pieno l'inglese infatti è quella di diversificare lo studio. Ciò significa dividere le ore di studio tra telefilm in lingua originale, musica anglofona, esercizi di comprensione, conversione con amici, e moltissimo altro ancora. Cercate quindi di fare moltissime attività diverse, oltre a migliorare la conoscenza dell'inglese riuscirete anche a non annoiarvi durante lo studio.

Continua la lettura
57

Viaggiare per il mondo

Per cominciare a pensare in inglese poi non c'è niente di meglio che viaggiare. Si tratta infatti dell'unico modo per vivere davvero al massimo l'atmosfera anglosassone. In più la costrizione a dover comunicare in inglese con le persone che si incontreranno sarà ancor di più una spinta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Diversificare lo studio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

10 consigli per imparare l'inglese velocemente

Quasi tutti, prima o poi, abbiamo la necessità di imparare l'inglese: che sia per motivi di studio, di lavoro, per affrontare un viaggio o per interesse personale, se non l'abbiamo appreso per bene da piccoli, probabilmente ci troveremo in difficoltà....
Lingue

Come imparare l'inglese guardando film in lingua originale

Imparare l'inglese è praticamente d'obbligo nei giorni attuali: le imprese richiedono sempre delle buone referenze in tale materia ed è per questo motivo che esistono innumerevoli corsi di studi che consentono di ottenere una buona istruzione nella...
Lingue

Come capire meglio l'inglese

La comprensione della lingua inglese, per un italiano nato e cresciuto nelle più svariate parti d'Italia, non è mai una cosa semplice. Siamo sempre più abituati a sentire un inglese maccheronico, con una pronuncia sempre più sbagliata. Vediamo allora...
Lingue

10 segreti per imparare l'inglese

L'inglese, come tutti sanno, è una lingua molto importante. Si parla dappertutto nel mondo e quando andiamo in un Paese straniero e non conosciamo la lingua locale riusciremo comunque a trovare qualcuno che parli inglese. Oltre che nei viaggi e nel turismo...
Lingue

Come Parlare Inglese Senza Accento Italiano

La lingua inglese è sicuramente la più diffusa, utilizzata in diversi paesi dell’Europa e del mondo. Tale lingua è importante impararla perché la si trova in diversi ambiti: basti pensare alla tecnologia, ai videogames, ai programmi televisivi e...
Lingue

Breve storia della lingua inglese

La lingua inglese come la conosciamo adesso, ha centinaia di anni di storia sulle proprie spalle. Prima di tutto perché è il risultato delle più diverse occupazioni nel corso dei secoli. L'inglese è appartenente al gruppo linguistico indoeuropeo,...
Lingue

Come evitare di fare errori in inglese

Imparare più lingue può essere un modo per accrescere la propria cultura, ma spesso è abbastanza difficoltoso. Imparare una lingua complessa come l'inglese, può essere un modo per poter comunicare in tutto il mondo con estrema facilità, ma non per...
Lingue

5 consigli per imparare l'inglese leggendo

L'inglese è certamente la lingua più diffusa e più rilevante nel mondo moderno, sia dal punto di vista di business lavorativo, sia dal punto di vista della globalizzazione. È utilissimo se non essenziale conoscere l'inglese al giorno d'oggi; purtroppo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.