Chimica organica: le reazioni degli alcani

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Gli alcani sono quegli idrocarburi (composti formati da idrogeno e carbonio) in cui tutti gli atomi di carbonio sono legati tra loro tramite legami semplici. Esistono particolari tipi di alcani, detti cicloalcani, che non sono altro che idrocarburi che presentano una catena ciclica di atomi di carbonio. Trattandosi sempre di alcani, anche in questo caso gli atomi di carbonio sono uniti tra loro da legami semplici. La formula generica che identifica gli alcani è la seguente: C n H 2n+2. La formula generica dei cicloalcani è invece: Cn H2n. Le proprietà chimiche e fisiche degli alcani e dei cicloalcani sono sostanzialmente molto simili e di conseguenza danno origine alle medesime reazioni. Ecco le reazioni di chimica organica in chimica.

26

Il butano e il pentano

Il butano e il pentano, sono esempi di alcani con catena lineare. Ma le catene, in realtà, si presentano con un andamento a zig zag a causa dell'ibridazione tetraedrica dei carboni che le caratterizzano. Gli alcani infatti, sono in grado di assumere conformazioni estremamente particolari grazie alla loro propensione a ruotare attorno ai legami semplici di carbonio quindi C-C.

36

I reagenti chimici

Un tratto distintivo degli alcani è che presentano una rilevante inerzia nei confronti di molti reagenti chimici. Tale inerzia può essere attribuita ai forti legami carbonio-carbonio e carbonio-idrogeno. Questi legami sono talmente che forti che possono essere rotti soltanto quando gli alcani vengono sottoposti a temperature estremamente elevate. Questo è il motivo per cui essi sono insensibili alla maggior parte delle basi. Proprio a causa di tale bassa reattività, il loro nome originario era "paraffine" (dal latino, che significa poco affine).

Continua la lettura
46

Il metano e l'etano

Il metano, l'etano e gli altri alcani, sono in grado di reagire col fluoro, col cromo e col bromo, per dare come risultato prodotti di mono o polialogenazione. Sottolineiamo che le reazioni di un alcano con il cromo o con il boro sono facilmente gestibili mentre le reazioni col fluoro possono talvolta dare origine a esplosioni piuttosto violente. Questo tipo di reazioni è chiamato "reazioni di sostituzione" poiché l'atomo di alogeno va a sostituire uno o più atomi di idrogeno dell'alcano. In questo caso specifico è detta alogenazione.

56

L'alcano e il cloro

Per quanto riguarda la reazione tra un alcano e il cloro, teniamo in considerazione che questa richiede un innesco iniziale di energia termica o luminosa. Un esempio è l'irradiazione di luce ultravioletta. Il primo stadio della reazione prevede la rottura della molecola di cloro nei due atomi che la costituiscono. Tali atomi cercheranno un altro atomo che gli ceda l'elettrone di cui necessitano. Questo provocherà il distacco dell'atomo di idrogeno dall'alcano.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • studiare la materia passo per passo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Chimica organica: sostituzione nucleofila

La chimica è una materia affascinante e vasta, ma di non facile comprensione per la maggior parte degli studenti. Infatti per capirla al meglio ci vogliono anni e anni di studio, e soprattutto per riuscire a padroneggiarla come si deve. In riferimento...
Università e Master

Come fare la preparazione e le reazioni delle ammidi

Un gruppo molto importante di composti chimici, che appartiene a quello più grande e vasto dei derivati acilici degli acidi carbossilici, è rappresentato dalle ammidi. Queste, tra tutti, sono sicuramente i composti più stabili e quindi meno reattivi,...
Università e Master

Come Effettuare Una Alogenazione Radicalica

In chimica organica alcune reazioni si possono definire dei veri e propri cardini in quanto sono le basi per poter eseguire dei procedimenti e degli esercizi abbastanza complessi ed articolati. Tra queste reazioni si trova anche l'alogenazione radicalica....
Università e Master

Come Scegliere Solventi E Nucleofili Per Reazioni Sn

Le quantità di reazioni della chimica organica che possono verificarsi sono davvero tantissime. Ricordarle a memoria è pressoché impossibile, poiché in ognuna delle reazioni possono essere trovati metodi differenti rispetto all'altra. In questa nel...
Università e Master

Chimica: idroborazione di un alchene

Nella chimica organica, moltissime sono le reazioni che coinvolgono gli alcheni. Tra di esse sono particolarmente importanti le reazioni di idratazione che li portano a reagire con diverse sostanze per formare degli alcol. L'idroborazione seguita da ossidazione...
Università e Master

Appunti di chimica: autossidazione radicalica

Nel corso del nostro percorso di studio, scolastico o universitario, possiamo incorrere in argomenti o materie piuttosto complicate. Ad esempio la chimica è una di quelle materie che può provocare molti problemi derivanti dalla sua natura complessa....
Università e Master

Come bilanciare le reazioni di ossidoriduzione

Le reazioni di ossido-riduzione sono reazioni in cui un reagente viene ossidato e un reagente è ridotto contemporaneamente. Questo modulo dimostra come bilanciare varie equazioni redox. Per bilanciare una reazione di questo genere, occorrerà equilibrare...
Università e Master

Come Nominare Gli Alcani Ramificati

Gli alcani sono composti organici costituiti solamente da carbonio e idrogeno (per questo motivo appartengono alla più ampia classe degli idrocarburi), aventi formula bruta CnH(2n + 2). Gli alcani sono "saturi", cioè contengono solo legami singoli C-C...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.