Chimica: le sostanze pure

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In chimica una sostanza pura è formata da materia che presenta una composizione costante con delle proprietà caratteristiche; non può essere separata in componenti con metodi di separazione fisica (vale a dire senza rompere legami chimici). Può essere solida, liquida, gassosa, o plasma. Le sostanze chimiche sono spesso chiamate "pure", per distinguerle dalle miscele. Un esempio comune è l'acqua pura, che ha le stesse proprietà e lo stesso rapporto di idrogeno e di ossigeno. Altre sostanze chimiche comunemente in forma pura sono: il diamante (carbonio), l'oro, il sale da cucina (cloruro di sodio) e lo zucchero raffinato (saccarosio). Nei passi a seguire troverete alcune informazioni riguardanti le sostanze pure nella chimica.

26

Una sostanza pura può essere un elemento o un composto, dove la composizione non varia. Un elemento è costituito da un unico tipo di atomo (un atomo è la più piccola particella di un elemento che presenta tutte le proprietà dell'elemento). Gli atomi di un elemento hanno tutti lo stesso numero di protoni (i protoni sono particelle subatomiche di un atomo). Gli elementi sono come i mattoni della materia e sono rappresentati sulla tavola periodica.

36

Un composto è formato da due o più elementi in un rapporto specifico; questi elementi sono combinati perfettamente insieme. I chimici non possono facilmente separare i componenti di un composto, in quanto devono ricorrere a delle reazioni chimiche.

Continua la lettura
46

Le temperature dove i solidi puri si fondono, noti come punti di fusione, sono particolarmente taglienti, cioè la fusione avviene ad una sola temperatura. Allo stesso modo, le temperature in cui liquidi puri iniziano a bollire, o punti di ebollizione, si verificano a singole temperature, quando altri fattori come la pressione dell'aria sono controllati. La capacità delle sostanze di condurre elettricità o conduttività, è profondamente influenzata dalla purezza. Ad esempio, il rame che viene utilizzato nel cablaggio elettrico, deve possedere un'elevata purezza, per fornire una conducibilità più efficiente. D'altra parte, l'acqua liquida estremamente pura è un cattivo conduttore di elettricità, perché non esistono conduttori elettrici disciolti, chiamati elettroliti, per consentire la conduzione a verificarsi.

56

Le temperature dove i solidi puri si fondono, noti come punti di fusione, sono particolarmente taglienti, cioè la fusione avviene ad una sola temperatura. Allo stesso modo, le temperature in cui liquidi puri iniziano a bollire, o punti di ebollizione, si verificano a singole temperature, quando altri fattori come la pressione dell'aria sono controllati. La capacità delle sostanze di condurre elettricità o conduttività, è profondamente influenzata dalla purezza. Ad esempio, il rame che viene utilizzato nel cablaggio elettrico, deve possedere un'elevata purezza, per fornire una conducibilità più efficiente. D'altra parte, l'acqua liquida estremamente pura è un cattivo conduttore di elettricità, perché non esistono conduttori elettrici disciolti, chiamati elettroliti, per consentire la conduzione a verificarsi.

66

La purezza può anche avere un impatto importante sulle proprietà chimiche di una sostanza. Le sostanze pure hanno il potenziale per formare prodotti prevedibili da reazioni chimiche. Pertanto i chimici usano spesso le sostanze di elevata purezza per lo svolgimento della ricerca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: i legami

La chimica spesso risulta di difficile comprensione e spesso non è un materia particolarmente gradita agli studenti delle scuole superiori: il motivo di questa sorta di antipatia verso tale scienza sta nel fatto che la descrizione dei fenomeni mediante...
Università e Master

Come determinare le caratteristiche chimiche degli elementi

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà, mi dedicherò a parlare di una materia specifica: la chimica. Nel particolare, questa sarà l'occasione per scrivere qualcosa sulla determinazione delle caratteristiche chimiche degli elementi.Ma...
Superiori

Appunti di chimica: la classificazione dei solidi

Generalmente si è soliti classificare i solidi per le loro proprietà fisiche: essi hanno forma e volume propri; sono rigidi e assai scarsamente compressibili; hanno comunemente densità superiore a quella dei liquidi in cui si trasformano per fusione,...
Superiori

Come bilanciare una reazione chimica

Quando la materia subisce una trasformazione, senza che la sua massa presenti variazioni importanti, si parla di reazione chimica. Ciò vuol significare che, le specie chimiche si modificano da sole, per poter creare nuove specie chimiche, dove ognuna...
Università e Master

Come bilanciare una reazione chimica di ossido-riduzione

La chimica è una scienza molto vasta che studia come si trasforma la materia. I diversi tipi di reazioni chimiche si possono ricondurre a due categorie fondamentali: reazioni che avvengono con trasferimenti di protoni da una specie chimica ad un'altra,...
Università e Master

Appunti di chimica inorganica: i composti di coordinazione

Studiare la chimica fin dagli anni del liceo, può creare parecchi dubbi e parecchie perplessità. Molti infatti amano studiare le varie composizioni chimiche, i vari composti e lo studio della materia in generale, altri invece fin dagli inizi dello studio...
Università e Master

Appunti di chimica: soluzioni tampone

Molte soluzioni acquose sono capaci di mantenere inalterato il proprio pH anche dopo l'aggiunta di piccole quantità di acidi o di basi e vengono definite soluzioni tampone. Questi tipi di analisi chimiche vengono utilizzate molto non solo per le analisi...
Università e Master

Appunti di chimica: il legame ionico

Il legame ionico è un legame che si forma per il trasferimento di elettroni da un atomo ad un altro, formando quindi due ioni di carica uguale e contraria: un catione ed un anione. Tra i due ioni si stabiliscono quindi forze di natura elettrostatica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.