Chimica: le proprietà colligative

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le proprietà colligative sono delle proprietá delle soluzioni che dimostrano i cambiamenti delle proprietá chimico-fisiche dei soluti rispetto a quando si legano a formare soluzioni. Queste ovviamente dipendono e cambiano dalle concentrazioni di soluto e solvente. Le proprietà colligative sono quattro, e sono: Abbassamento della tensione di vapore, innalzamento ebullioscopico, abbassamento crioscopico e pressione osmotica. Ognuna di queste è un cambiamento chimico-fisico che subisce il solvente puro miscelandosi con il soluto. Sono un argomento della chimica fondamentale per la effettiva conoscenza della materia.

27

Occorrente

  • Conoscenze di chimica di base
37

Abbassamento Crioscopico

Proprietà analoga a quella precedente è l'abbassamento della temperatura di congelamento. Quando d'inverno si sparge il sale sulle strade, queste non ghiacciano. Ciò è dovuto al fatto che il sale buttato per le strade si scioglie nel sottile strato di acqua che può formarsi sulle strade, creando quindi una soluzione di acqua e sale. Se l'acqua si trasforma in ghiaccio a 0°C, la soluzione congela a temperature più basse; in questo modo è più difficile che si formi uno strato di ghiaccio sulla strada. L'abbassamento della temperatura di congelamento è dovuto ai legami che si creano tra il soluto e il solvente. Infatti una volta creati i legami forti sarà difficile disporre tutte le molecole in maniera ordinata per ottenere poi il congelamento.

47

Innalzamento ebullioscopico

La seconda proprietà che andiamo ad analizzare è l'innalzamento della temperatura di evaporazione. Un esempio quotidiano di questo fenomeno, è il fatto che se buttiamo del sale nell'acqua bollente, questa smette di bollire per riprendere poco dopo. Ciò è dettato dal fatto che mentre l'acqua bolle, rimane ad una temperatura costante di 100°C; aggiungendo il sale, la soluzione che si crea (acqua + sale) bollirà ad una temperatura più alta. Infatti se lasceremo la soluzione sul fuoco per qualche minuto, la sua temperatura aumenterà e inizierà a bollire.
Anche qui il cambiamento è determinato dalla formazione di legami, che impedisce alle molecole di allontanarsi dalle altre alle quali si è legata, quindi il solvente impiegherà più tempo a evaporare.

Continua la lettura
57

Cambiamento osmotico

Un'altra proprietà è la pressione osmotica. Purtroppo nella vita quotidiana non si hanno particolari evidenze di questa di questa proprietà. La pressione osmotica è, in poche parole, la pressione che le particelle di soluto esercitano su una membrana semipermeabile che divide una soluzione dal solvente puro.

67

Abbassamento della tensione

L'ultima proprietà è l'abbassamento della tensione di vapore. La tensione di vapore è la pressione che la fase gassosa di una soluzione esercita sulla sottostante fase liquida. Se per esempio prendiamo una pentola d'acqua, la copriamo e la facciamo bollire, la tensione di vapore sarà la pressione che il vapore esercita sul'acqua.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un qualunque libro di chimica generale saprà darvi utili consigli a riguardo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di chimica: i gas nobili

Quando si parla di gas in chimica si intendono quelle sostanze che si trovano in uno stato aeriforme e che non hanno un proprio volume e una propria forma, quindi non occupano tutto lo spazio a disposizione. Nella seguente guida pertanto verranno dati...
Università e Master

Come preparare l'esame di chimica organica

È risaputo che gli studi universitari richiedono sempre un certo livello d'impegno ed organizzazione; la stessa cosa vale quando ci si trova a dover affrontare un esame importante, come ad esempio quello di chimica organica. La chimica è una materia...
Università e Master

Appunti di chimica: autossidazione radicalica

Nel corso del nostro percorso di studio, scolastico o universitario, possiamo incorrere in argomenti o materie piuttosto complicate. Ad esempio la chimica è una di quelle materie che può provocare molti problemi derivanti dalla sua natura complessa....
Università e Master

Come calcolare la variazione di entalpia di una reazione chimica

La chimica rappresenta una materia fondamentale per tutti coloro che decidono di intraprendere gli studi scientifici (presso Istituti Tecnici, Licei scientifici, etc.). Uno degli argomenti più importanti della chimica è la reazione. Essa avviene quando...
Università e Master

Chimica organica: sostituzione nucleofila

La chimica è una materia affascinante e vasta, ma di non facile comprensione per la maggior parte degli studenti. Infatti per capirla al meglio ci vogliono anni e anni di studio, e soprattutto per riuscire a padroneggiarla come si deve. In riferimento...
Università e Master

Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio,...
Università e Master

Come bilanciare una reazione chimica di ossido-riduzione

La chimica è una scienza molto vasta che studia come si trasforma la materia. I diversi tipi di reazioni chimiche si possono ricondurre a due categorie fondamentali: reazioni che avvengono con trasferimenti di protoni da una specie chimica ad un'altra,...
Università e Master

Chimica: idroborazione di un alchene

Nella chimica organica, moltissime sono le reazioni che coinvolgono gli alcheni. Tra di esse sono particolarmente importanti le reazioni di idratazione che li portano a reagire con diverse sostanze per formare degli alcol. L'idroborazione seguita da ossidazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.