Chimica: la teoria degli orbitali molecolari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ciascun elettrone perciò si muoverà non più attorno al proprio orbitale atomico, ma intorno ad uno molecolare che coinvolge anche l’altro atomo dove si verifica il legame. Se si considera che l’orbitale (che indicheremo con il simbolo "Ψ"), è lo spazio dove è massima la probabilità di trovare l’elettrone, avremo la tale formula: "Ψ^2 = (ΨA ± ΨB)^2", dove con "A" e "B" vengono indicati gli atomi. In chimica, la teoria degli orbitali molecolari spiega la formazione dei legami chimici tramite una tipologia nuova di orbitale, che è quella molecolare appunto dove viene descritta che in base ad essa una molecola rappresenta un’aggregazione di nuclei atomici intorno a quali si trovano gli elettroni su orbitali molecolari. Buona lettura e buon lavoro!

26

Vi spieghiamo la sovrapposizione massima tra gli orbitali atomici

L’orbitale molecolare è data dalla sovrapposizione massima tra gli orbitali atomici, pensati come delle funzioni d’onda che, in base la fisica quantistica, sono caratterizzate da un comportamento ondulatorio. Vi spieghiamo più con precisione: se le due onde in fase si incontrano, si sommano dando un risultato che sarà un’onda che ha un’ampiezza uguale alla sommatoria che vi indicheremo. Sono praticamente in contrasto di fase: l’onda verrà data dalla loro differenza. Perciò se due sono gli orbitali atomici iniziali, dei due orbitali molecolari formati, uno di loro ha una densità elettronica comprendente entrambi i nuclei e viene chiamato "legante". L'altro invece, essendo contrassegnato da un asterisco, avrà una zona nodale dove non sarà possibile trovare elettroni. Esso si chiama "antilegante".

36

Vi spieghiamo principio di esclusione di Pauli e le regole di Hund

Nel principio di esclusione di Pauli si evince che non possono esistere due elettroni con gli stessi quattro numeri quantici, ma dovranno avere un numero "spin" opposto per essere posizionati nello stesso orbitale. Le regole di Hund o della massima molteplicità è la più stabile disposizione degli elettroni negli orbitali degeneri ed è quella uguale al maggior numero di spin paralleli. Il riempimento degli elettroni degli orbitali molecolari rispetta il principio di Aufbau, dove gli elettroni si configurano negli orbitali in base ad un ordine d'energia crescente ed in accordo con la somma "n + l": se due sottostrati hanno lo stesso valore, si riempie per primo quello che ha il valore maggiormente basso di "n".

Continua la lettura
46

Dovrete anche tenere presente del numero dei legami normali

Dovrete anche tenere presente del numero dei legami normali, che sono pari alla semidifferenza tra la quantità degli elettroni in orbitali di legame, ed il numero di elettroni in orbitali antileganti. Proprio grazie alla teoria successiva, sarà perciò possibile spiegare in modo facile perché un gas nobile come l’elio (He) non forma altri legami, più precisamente il suo atomo ha due elettroni sull'ultimo livello energetico e, se esso formerà un legame con un altro atomo di "He", gli elettroni che dovranno essere sistemati negli orbitali atomici sarebbero quattro, in quanto saranno sia l’orbitale di legame che quello antilegante di tipo "1s". Inoltre quest'ultimi li riempiono in modo totale mettendosi due in quello legante e due in quello di antilegame. L’ordine di legame sarà uguale pertanto al numero zero e di conseguenza, il numero di legami è pari al numero zero, cioè non si formeranno.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L’orbitale antilegante ha un’energia maggiore rispetto a quella dell’orbitale atomico iniziale, mentre quello legante ne ha una inferiore.
  • n = numero quantico principale
  • l = numero quantico secondario

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di chimica: i gas nobili

Quando si parla di gas in chimica si intendono quelle sostanze che si trovano in uno stato aeriforme e che non hanno un proprio volume e una propria forma, quindi non occupano tutto lo spazio a disposizione. Nella seguente guida pertanto verranno dati...
Università e Master

La Teoria dell'Agenda Setting

La Teoria dell'Agenda Setting è una conoscenza inerente la comunicazione di massa. Formulata negli Anni '70 da Maxwell McCombs e Donald Shaw. Tale teoria analizza l'influenza che i mass-media hanno sulle conoscenze degli individui. Secondo la Teoria...
Università e Master

Guida pratica sulla teoria delle stringhe

La teoria delle stringhe è uno studio riguardante la fisica: si tratta di una teoria ancora in fase di sviluppo, la quale si basa su due fondamentali principi che andremo ad enunciare nel prossimo passo. Iniziamo col dire che la teoria delle stringhe...
Università e Master

Come eseguire una cicloaddizione 2 + 2

Le reazioni che riguardano la famiglia degli alcheni sono davvero tantissime e sono considerate come una base della chimica organica. Alcune tra queste sono molto particolari e riguardano gli orbitali molecolari di frontiera ossia quegli orbitali definiti...
Università e Master

I numeri più strani della teoria delle stringhe

In fisica, la teoria delle stringhe ha completamente rivoluzionato il mondo scientifico grazie alle sue intuizioni innovative che sono ancora oggi oggetto di molteplici studi da parte di ricercatori in tutto il mondo. Il termine deriva dall'inglese "string"...
Università e Master

Appunti di marketing: la teoria della coda lunga

Il marketing e, più in generale, le discipline economiche si basano tutte su teorie e concetti chiave relativi al funzionamento del sistema economico in generale. Tali teorie, elaborate da economisti, Premi Nobel e professionisti del settore, oltre a...
Università e Master

La teoria delle scelte del consumatore

La teoria delle scelte del consumatore, a differenza di tante altre, è abbastanza recente.Nata in periodo neoclassico, essa si basa su alcuni concetti fondamentali.Parte dal presupposto che ogni consumatore può soddisfare i propri desideri scegliendo...
Università e Master

Appunti: Teoria dei segnali

Molto spesso, gli argomenti più difficili da apprendere, sono quelli che presentano elementi che è molto difficile ricordare. Infatti, molti studenti, fanno ricorso all'uso di evidenziatori, sottolineando con colori forti le parti più importanti di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.