Chimica: la teoria degli orbitali di valenza

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In chimica il legame di valenza (VB) rappresenta due teorie di base: insieme orbitale (MO) e teoria molecolare; queste teorie sono state sviluppate per utilizzare i metodi della meccanica quantistica per spiegare il legame chimico. Il legame si concentra su come gli orbitali atomici degli atomi dissociati si combinano per dare legami chimici singoli quando si forma una molecola. Al contrario la teoria orbitale molecolare ha orbitali che coprono l'intera molecola. Nei passi della guida a seguire troverete la spiegazione di chimica riguardanti la teoria degli orbitali di valenza.

26

Nel 1916 GN Lewis ha spiegato che il legame chimico si forma dall'interazione di due elettroni di un legame in comune. In particolare, Walter Heitler ha determinato come utilizzare l'equazione d'onda di Schrödinger per mostrare come due funzioni d'onda dell'atomo di idrogeno si uniscono con più, meno e con condizioni di scambio per formare un legame covalente.

36

In seguito Linus Pauling ha utilizzato le idee sul legame di Lewis insieme alla teoria Heitler per sviluppare altri due concetti chiave nella teoria degli orbitali di valenza: risonanza e ibridazione orbitale. Secondo Charles Coulson questo periodo segna l'inizio della "moderna teoria del legame di valenza", in contrasto con le vecchie teorie che sono essenzialmente le elettroniche di valenza redatte in termini pre - onda - meccanico.

Continua la lettura
46

Secondo la teoria degli orbitali di valenza un legame covalente si forma tra due atomi in sovrapposizione ed è riempito dalla valenza degli orbitali atomici di ciascun atomo contenente un elettrone spaiato. La struttura riguardante il legame di valenza è simile a una struttura di Lewis, in cui si utilizzano diverse strutture; ognuna di queste rappresenta una struttura specifica Lewis. Questa combinazione è il punto principale della teoria della risonanza.

56

La teoria del legame di valenza ritiene che gli orbitali atomici in sovrapposizione con gli atomi partecipanti formano un legame chimico. A causa della sovrapposizione, è molto probabile che gli elettroni devono essere nella regione di legame. I due tipi di orbitali sovrapposti sono il sigma e il pi greco. I legami sigma si verificano quando gli orbitali di due elettroni condivisi si sovrappongono testa a testa. Le obbligazioni pi greco accadono quando due orbitali si sovrappongono in modo parallelo. In termini di ordine di legame, le singole obbligazioni hanno un legame sigma e i doppi legami sono costituiti da un legame sigma e un legame pi greco; i tripli legami contengono un legame sigma e due legami pi greco.

66

Più recentemente diversi gruppi hanno sviluppato quello che viene spesso chiamato "moderna teoria" del legame di valenza. Questo sostituisce gli orbitali atomici che si sovrappongono dalla sovrapposizione degli orbitali obbligazionari di valenza, i quali vengono espansi su un gran numero di funzioni base. Un aspetto importante della teoria VB è la condizione di massima sovrapposizione che porta alla formazione di forti legami possibili; questa teoria è utilizzata per spiegare la formazione del legame covalente in molte molecole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: la teoria cinetica della materia

Gli stati di aggregazione sono proprietà macroscopiche della materia che possono essere colte dai nostri sensi senza l'aiuto di strumenti. Esse trovano la loro spiegazione, come sempre in chimica, al livello nanoscopico. La teoria che interpreta gli...
Superiori

Come trovare gli elettroni di valenza di un atomo

La chimica, insieme alla matematica, e probabilmente la materia più ostica e poco amata dagli studenti sia delle scuole superiori sia di quelli che la studiano nelle facoltà universitarie. Questa difficoltà, così come nella matematica, è dovuta al...
Superiori

Nozioni elementari di chimica

La chimica è una scienza alquanto complessa che si occupa di studiare la composizione, le proprietà, i comportamenti e i modi di reagire della materia. Esistono varie branche che compongono quest'affascinante materia e si specializzano in diversi campi....
Superiori

Chimica: regola dell'ottetto ed eccezioni

L'universo della chimica è un mondo pieno di varianti, spiegazioni e regole, nonché di persone, oggi molto famose, che ne hanno delineato i principi fondamentali. Hanno enunciato leggi, dissolto dubbi, scoperto nuove cose. Fra questi chimici c'è anche...
Superiori

Chimica: i numeri quantici

L'argomento di chimica frequentemente collegato ai numeri quantici è piuttosto astioso per gli studenti. Particolarmente lo è per le persone che si approcciano per la prima volta a tale materia interessante. Non è particolarmente difficile, in realtà....
Superiori

Appuntunti sulla teoria delle stringhe

La meccanica quantistica e la relatività generale si avvicinano nella teoria delle stringhe. In questa guida cercheremo di fornire gli appuntunti necessari per sostenere un'esame universitario o una piccola interrogazione sulla teoria delle stringhe....
Superiori

Appunti di chimica organica

La Chimica Organica è generalmente quella parte della chimica che si occupa dei composti del carbonio. In origine essa trattava solamente i composti derivanti dagli esseri viventi, da cui deriva appunto il termine "organica" e solo successivamente si...
Superiori

Appunti di chimica: l'ossidoriduzione

Si definisce ossidoriduzione una reazione chimica in cui si ha uno scambio di elettroni, da una specie chimica ad una altra, ed entrambe le specie coinvolte cambiano il loro numero di ossidazione. Il numero di ossidazione rappresenta la differenza tra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.